Condividi su Facebook | Commenta

Citazioni, aforismi, motti di Narrativa

Scegli e filtra una CATEGORIA: TUTTE Bostro Filosofia Motto Narrativa Scienze
CONSULTA L'ELENCO DI TUTTI GLI AUTORI DI CITAZIONI, AFORISMI, MOTTI

RICERCA per autore/libro/citazione:

Ti senti fortunato? Leggi una citazione casuale

Mario Albertarelli, "L'amo e la lenza"
Io penso dunque che il perfetto pescatore non esista. La natura, maestra di tutte le cose, ha fatto in modo, creando i diversi habitat, che un uomo simile non potesse svilupparsi ed è questo suo grande messaggio di umiltà che secondo me non bisogna trascurare. Solo la natura è perfetta. Gli uomini, che con la pesca cercano di carpirle gelosi segreti, non vivono abbastanza per diventare perfetti.
Mario Albertarelli, "L'amo e la lenza"
Provai una grande ammirazione per quel pesce. Lo ammirai per il modo come difendeva la sua vita. E nello stesso tempo mi convinsi che io lo stavo pescando al meglio delle possibilità. Era una lotta tra due tipi che ci sapevano fare e giunsi ad amarlo. Ma lo volevo. Doveva morire e io lo avrei ucciso.
Robert Hughes, "La filosofia della sardina"
Io, quando giungo a gettar l'amo in torrente, non do pensieri ai pesci né agli uomini. Inetto a catturare gli uni e gli altri non resta che bearmi della luce autunnale nell'acqua. Allor che me ne stanchi, anche la pesca ha termine: ritorno a casa e bevo alla mia coppa di vino
Robert Hughes, "La filosofia della sardina"
E' giusto così: noi non abbiamo il diritto morale di preservare solo tenere attrazioni per turisti come il koala. Anche l'alterità selvaggia e terrificante incarnata in creature viventi ha i suoi diritti. E' una fortuna se, quando lanci una mosca per barramundi da un piccolo skiff in alluminio nelle acque di un ramo costiero dell'Australia settentrionale, vedi nuotarti vicino un coccodrillo più lu [continua...]
Robert Hughes, "La filosofia della sardina"
E' pre-disneyano, nel senso che non contiene la minima traccia dell'innesto sdolcinato di caratteri umani in creatura non umane che ha subissato la fantasia infantile dal giorno in cui è apparso per la prima volta sullo schermo Bambi, il cerbiatto senz'ano.
Robert Hughes, "La filosofia della sardina"
La pesca consiste in un bastone e in uno spago con un verme a un'estremità e un babbeo all'altra.
Robert Hughes, "La filosofia della sardina"
Un coglione a un capo della lenza che aspetta uno strattone all'altro capo.
Stephen King, "Stagioni Diverse"
Le cose più importanti sono le più difficili da dire. Sono quelle di cui ci si vergogna, perchè le parole le immiseriscono - le parole rimpiccioliscono cose che finché erano nella vostra testa sembravano sconfinate, e le riducono a non più che a grandezza naturale quando vengono portate fuori. Le cose più importanti giacciono troppo vicine al punto dov'è sepolto il vostro cuore segreto, come segna [continua...]
Stephen King, "Stagioni Diverse"
Certi uccelli non sono fatti per la gabbia, questo è tutto. Le loro penne sono troppo vivaci, il loro canto troppo dolce e libero. E allora lasciateli andare, altrimenti quando aprite la gabbia per dargli da mangiare, loro trovano il modo di volare via. E la parte di te che sa che non era giusto imprigionarli si rallegra, ma il posto dove vivi resta tanto più triste e vuoto per la loro partenza.
Gerald Green, "Olocausto"
Tutto è finito. Non c'è più nulla. Karl e i miei genitori e tutta la mia famiglia sono morti in quello che ora viene chiamato l'olocausto. Un nome stravagante per designare l'assassinio di massa. Io sono un sopravvissuto. E oggi, seduto in questo bungalow di calcestruzzo e cenere al di sopra del lago di Galilea [...] termino la storia della famiglia Weiss. Sotto diversi aspetti è la cronaca di ciò [continua...]
Harper Lee, "Il buio oltre la siepe"
Quando sarai grande vedrai tutti i giorni uomini bianchi che ingannano i neri; ma voglio dirti una cosa, e non dimenticarla mai: se un bianco fa una cosa simile a un nero, chiunque egli sia, per quanto sia ricco o appartenga alla migliore famiglia, quel bianco è un disgraziato.
Harper Lee, "Il buio oltre la siepe"
Signor Finch, è semplice: ci son degli uomini a cui bisogna sparare prima di dirgli buona sera, e anche allora non valgono la pallottola che serve ad ammazzarli.
Harper Lee, "Il buio oltre la siepe"
Noi sappiamo che non tutti gli uomini furono creati eguali, nel senso che molta gente vorrebbe farci credere: sappiamo che vi sono persone più intelligenti di altre, più capaci di altre per natura, uomini che riescono a guadagnare più denaro, donne che fanno dolci migliori, individui dotati di qualità negate invece alla maggioranza degli uomini. Ma c'è una cosa, nel nostro paese, di fronte alla qu [continua...]
Harper Lee, "Il buio oltre la siepe"
Ma prima di vivere con gli altri, bisogna che viva con me stesso: la coscienza è l'unica cosa che non debba conformarsi al volere della maggioranza.
Harper Lee, "Il buio oltre la siepe"
Non è una buona ragione non cercare di vincere sol perché si è battuti in partenza, disse Atticus.
Pete Dexter, "Così si muore a God's Pocket"
La luce del giorno le donava. Ci sono donne che alla luce del sole hanno un aspetto così sano che ti costringono a meditare su come hai trattato il tuo fegato negli anni.
Pete Dexter, "Così si muore a God's Pocket"
Se è bello, non è che parlando lo fai diventare ancora più bello - gli aveva detto il vecchio.
Muhammad al-Nafzawi, "Il Giardino Profumato delle Delizie Sensuali"
Sappi, o Visir (Dio ti sia benigno!), che l'organo sessuale dell'uomo ha numerosi nomi, quali: El dekeur, il membro virile. El kamera, il pene. El air, l'organo della generazione. El hamama, il piccione. El teunnana, il campanellino. El heurmak, l'indomabile. El ahlil, il liberatore. El zeub, la verga. El hammach, l'eccitante. El nâass, il dormiente. El zodam, il «piede di por [continua...]
Muhammad al-Nafzawi, "Il Giardino Profumato delle Delizie Sensuali"
Le donne sono più favorite degli uomini, per quanto riguarda l'indulgere alla loro passione per il coito. Questa è in effetti la loro specialità e per loro è tutto godimento, mentre gli uomini corrono molti rischi abbandonandosi senza freni ai piaceri d'amore.
Jonathan Lethem, "Brooklyn senza madre"
Per me una donna deve avere un certo quantitativo d'imbottitura. Qualcosa fra te e lei, che faccia da isolante. Altrimenti, ti trovi contro la sua anima nuda.
Gregory Benford, "Nell'oceano della notte"
Sanges disse in tono solenne: – Stiamo diffondendo il grande amore di Dio, la Forza che guida il mondo. – Dovrebbe sapere che non è l’amore che fa girare il mondo, ma l’inerzia – replicò tagliente Nigel.
Thomas McGuane, "Il grande silenzio"
Meglio fortunati che mattinieri.
Thomas McGuane, "Il grande silenzio"
Quando il sole è alto e la luna quella giusta, i pesci abboccano. Forse.
Thomas McGuane, "Il grande silenzio"
Se di trote non ce ne saranno più, tu sfascia lo Stato. Più di qualsiasi altro pesce le trote dipendono dall'ambiente in cui vengono prese. Arduo dire se siano le trote oppure il pescatore a mostrarsi più sensibili al degrado dell'habitat - probabilmente le trote. Ai primi segni di deterioramento, questo pesce, peraltro vigoroso, educatamente se ne va, quasi a dire: "Se è così che volete...". Nel [continua...]
Ernest Hemingway, "Vero all'alba"
Esistono luoghi mistici che fanno parte dell'infanzia di ognuno. Quelli che a volte ricordiamo e visitiamo in sogno, mentre dormiamo. Di notte sono belli come lo erano quando eravamo bambini. Se mai tornaste a vederli, non ci sono. Ma di notte, se avete la fortuna di sognarli, sono stupendi come non lo sono mai stati.
Ernest Hemingway, "Vero all'alba"
Sono un estraneo qui, pensai. Ma il whisky disse di no, ed era l'ora del giorno in cui il whisky aveva ragione. Il whisky può avere ragione così come può avere torto, e ora diceva che non ero un estraneo e io sapevo che a quell'ora del giorno non sbagliava.
Ernest Hemingway, "Vero all'alba"
Quello era lo stesso anno in cui eravamo stati in Spagna diretti in Africa, e ora ci trovavamo in una foresta verde e gialla che era stata distrutta dagli elefanti ed era circa lo stesso periodo dell'anno in cui avevamo risalito le montagne per andare a Segovia. In un mondo dove poteva accadere questo, avevo poco tempo per il dolore.
Ernest Hemingway, "Vero all'alba"
Le uniche parti dell'Africa rimaste sono quelle protette dai deserti e dalle mosche. Le mosche tse-tse sono le migliori amiche degli animali. Uccidono solo gli animali sconosciuti e gli intrusi.
Norman McLean, "In mezzo scorre il fiume"
"Sono proprio le persone con cui viviamo, che amiamo e che dovremmo conoscere meglio, a eluderci" disse mio padre. Ormai tutte le persone che ho amato senza capirle quand'ero giovane sono morte, ma posso ancora ricreare la loro presenza. Naturalmente, ormai sono troppo vecchio per essere un gran pescatore, e naturalmente di solito vado a pesca nel grande fiume da solo, anche se certi amici pen [continua...]
Norman McLean, "In mezzo scorre il fiume"
Ancora non sapevo che le storie della vita sono spesso più simili ai fiumi che non ai libri.
Norman McLean, "In mezzo scorre il fiume"
Non c'è castigo divino più improvviso per il corpo e l'anima che perdere un pesce grosso, dato che deve pur esserci una lieve transizione tra la vita e la morte. Ma, con un pesce grosso, un attimo prima il mondo è nucleare e quello dopo è scomparso. Così. Andato. Il pesce è andato e tu sei estinto, tranne che per un bastone da poco più di cento grammi al quale è attaccata un po' di lenza e un filo [continua...]
Jean-Pierre Valentin, "Il mormorio delle dune. Piccolo elogio del deserto"
Di cosa sarà fatta l’umanità quando non ci saranno più nomadi che camminano?
Jack Kerouac, "Un mondo battuto dal vento: i Diari"
Oh, venti poderosi, che schiantate i rami novembrini! Il placido sole splendente, non toccato dalle furie della terra, abbandona il mondo all’oscurità, al selvaggio oblio e alla notte, mentre gli uomini tremano nei loro cappotti e si affrettano a tornare a casa. Poi le luci di casa scintillano in quelle profondità desolate. Eppure ci sono le stelle! Alte e luccicanti in un firmamento spirituale. N [continua...]
Kent Haruf, "Plainsong Trilogy 2: Il Canto della Pianura"
Questo libro è per chi ama spostarsi solo con il pensiero, meglio se in poltrona e sotto una coperta a scacchi rossi e blu, per chi riesce a sentirsi a casa anche solo con una finestra aperta sul cielo, per chi cerca su google maps i luoghi dei libri, meglio se immaginari, e per chi ha deciso di affidarsi al tempo, nella convinzione che lo spazio possa sempre tradirlo.
Kent Haruf, "Plainsong Trilogy 1: Benedizione"
Questo libro è per chi ama rileggere i classici, e vorrebbe perdersi negli sconfinati spazi della pianura americana, per chi desidera un cappello da cowboy anche se forse non lo indosserà mai, per chi nutre una sorta di fiducia razionale nel genere umano e crede che le verità gridate siano sempre meno vere di quelle suggerite con pudore.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima