FB share | RSS | ven 01/03/2024 | Menu

Citazioni, aforismi, motti di Scacchi

Tranne quelle mie, la maggior parte delle citazioni sono ora private e solo alcune sono pubblicamente accessibili.

TUTTE Bostro Filosofia Motto Narrativa Scacchi Scienze CASUALE AUTORI STATISTICHE

CERCA:
SAVELIJ TARTAKOVER
Una partita a scacchi si divide i tre momenti: il primo, quando speri di essere in vantaggio; il secondo, quando credi di essere in vantaggio; il terzo, quando sai che stai per perdere.
EDGAR ALLAN POE
Le più alte facoltà della riflessione sono utilizzate più intensamente e con maggior profitto dal modesto gioco della dama che da tutta l'elaborata futilità degli scacchi.
RAYMOND CHANDLER
Gli scacchi sono il più cospicuo spreco di intelligenza umana che si possa riscontrare al di fuori di un'agenzia di pubblicità.
ERNST JUNGER
Anche la partita a scacchi non finisce con una vincita o con una perdita. Finisce quando i pezzi bianchi e quelli neri vengono tolti dalla scacchiera e rimessi nella scatola. Rimane allora qualcosa di diverso dalla vittoria o dalla sconfitta – rimane il ricordo di una trama che è stata tessuta, di una melodia che è stata suonata.
ALBERT EINSTEIN
La personalità di Lasker, nonostante la sua intonazione fondamentalmente ottimistica, aveva una nota tragica.Gli scacchi erano per lui più professione che scopo vero della vita. La sua vera aspirazione era diretta alla comprensione scientifica e a quella bellezza che è propria delle creazioni logiche.L'esistenza materiale e l'indipendenza di Spinoza si basavano sul levigare delle lenti; analogo er [continua...]
SAVELIJ TARTAKOVER
Non ho mai vinto contro un avversario in buona salute.
ALBERT EINSTEIN
Confesso che i contrasti di forze e lo spirito di competizione mi hanno sempre ripugnato, anche se sotto la forma di un gioco mentale.
MIKHAIL TAL
"A cosa pensa prima di muovere?", gli avevano chiesto in un'intervista."A come sacrificare la regina, poi la torre, poi l'alfiere e il cavallo e infine i pedoni".
RUDOLF SPIELMANN
Gioca l'apertura come un libro, il mediogioco come un mago, e il finale come una macchina.
WILLY HENDRIKS
Si impara a giocare a scacchi masticando buon gioco. Non c'è modo di superare un bravo studente con chissà quale ingegnoso metodo di analisi .Non ci sono scorciatoie per arrivare alla mossa migliore tramite chissà quale rivoluzionario modo di studiare la posizione. I giocatori forti non seguono protocolli segreti. Gli scacchi sono un gioco ricco e dovremmo essere contenti che non vi siano a d [continua...]
WILLY HENDRIKS
Le due materie che ho studiato di più nella mia vita, scacchi e filosofia, sono ai due estremi. Gli scacchi si svolgono in sessantaquattro caselle, la filosofia abbraccia tutto. Dal punto di vista intellettuale, però, in un punto gli scacchi danno più soddisfazione: se hai ragione, vinci. In filosofia questa forte relazione purtroppo non esiste.
WILLY HENDRIKS
Quando un umano guarda una posizione, vede quello che già sa. Quando sottoponiamo la posizione al computer, ci mostra ciò che non credevamo possibile.
WILLY HENDRIKS
Giocare a scacchi significa risolvere problemi troppo difficili in troppo poco tempo.
EMANUEL LASKER
La combinazione nasce nel cervello di uno scacchista. Lì molti pensieri vedono la luce - veri e falsi, forti e deboli, confutabili ed inconfutabili. Essi nascono, urtandosi l’uno con l’altro, e uno di essi, trasformato in una mossa sulla scacchiera, porta via la vittoria ai suoi rivali. Un maestro pensa davvero nel modo appena descritto? Presumibilmente sì, ma con deviaz [continua...]
MIKHAIL TAL
Per molti giocatori la bellezza degli scacchi sta esclusivamente nel trionfo della logica, una bella partita dev’essere per loro come una costruzione classica e impeccabile; anch’io spesso vinco delle partite con l’aiuto della logica, tuttavia mi piace e talvolta cerco negli scacchi anche l’illogicità e l’assurdità.
SAVELIJ TARTAKOVER
Come da un vaso rotto, come da un violino caduto, da una partita persa emerge il suono di mille paure.
MARCEL DUCHAMP
Gli scacchi sono uno sport. Uno sport violento che comporta connotazioni artistiche negli schemi geometrici e nelle variazioni della disposizione dei pezzi, così come nelle combinazioni, nella tattica, nella strategia e nella posizione. È un'esperienza triste, però, qualcosa di simile all'arte religiosa.
EMANUEL LASKER
Gli scacchi sono stati sempre descritti - anzi direi erroneamente descritti - come un gioco. [...] Alcuni ferventi appassionati li hanno elevati a scienza o arte. Ma gli scacchi non sono nemmeno questo. La loro caratteristica principale sembra afferire a qualcosa da cui la natura umana trae perlopiù piacere: la lotta. Non quel genere di lotta che incita il coraggio delle indoli più primitive, dove [continua...]
BOBBY FISCHER
E' meglio prendere una macchina usata, o prendere moglie?
EMANUEL LASKER
Sulla scacchiera menzogne ed ipocrisia non durano a lungo. La combinazione creativa mette a nudo la presunzione di una menzogna; i fatti spietati, che culminano nello scacco matto, contraddicono l’ipocrita.Negli scacchi, come vengono giocati dai maestri, la fortuna è praticamente eliminata.
EMANUEL LASKER
Quando vedi una buona mossa, aspetta, cercane una migliore.
BORIS SPASSKIJ
Mi arresti, mi metta in cella con Bobby Fischer e ci faccia avere una scacchiera.
BORIS SPASSKIJ
Io e Fischer, un gigante, una figura tragica, eravamo solo scacchisti
GARRY KASPAROV
Nessun piano di battaglia sopravvive al primo contatto con il nemico.
GARRY KASPAROV
In una partita ci sono oltre trecento miliardi di modi possibili di giocare già solo le prime quattro mosse, e anche se il 95% di quelle variazioni è orribile, un programma di scacchi dovrà comunque controllarle tutte per essere sicuro. Dopo le cose peggiorano. Per una posizione media ci sono circa quaranta mosse legali. Pertanto, considerando ogni risposta a ciascuna mossa, sono già milleseicento [continua...]
GARRY KASPAROV
Sulla scorta del paradosso di Moravec, come lo chiamano gli esperti d’intelligenza artificiale e di robotica, negli scacchi, come in molti altri ambiti, le macchine sono brave in ciò in cui sono deboli gli esseri umani, e viceversa. Nel 1988 lo studioso di robotica Hans Moravec scrisse: È relativamente facile fare in modo che il rendimento dei computer sia pari a quello degli adulti nei test d’int [continua...]
GARRY KASPAROV
Generazioni di luminari della scienza hanno subito il fascino degli scacchi [...], erano convinte che se si fosse potuto insegnare a una macchina a giocare bene a scacchi, sicuramente si sarebbero dischiusi infine i segreti della cognizione umana.Questo pensiero è la trappola in cui cade ogni generazione quando si tratta d’intelligenza meccanica. Confondiamo la prestazione – l’abilità di una macch [continua...]
MIKHAIL TAL
Se aspetti che la fortuna si manifesti, la vita diventa molto noiosa.

1



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO
CONTATTI: info[at]bostro.net

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima