Condividi su Facebook | Commenta

Citazioni, aforismi, motti celebri da libri o recuperati

Scegli e filtra una CATEGORIA: TUTTE Bostro Filosofia Motto Narrativa Scienze
CONSULTA L'ELENCO DI TUTTI GLI AUTORI DI CITAZIONI, AFORISMI, MOTTI

RICERCA per autore/libro/citazione:

Ti senti fortunato? Leggi una citazione casuale

Donald Davidson, "La credenza e la base del significato"
Volendo, possiamo anche affermare che nell’interprete c’è un meccanismo che corrisponde alla teoria. Se questo vuol dire solamente che esiste qualche meccanismo che svolge tale funzione, non si vede come l’affermazione possa essere falsa.
Categoria: Filosofia
Donald Davidson, "Comunicazione e convenzione"
L’elemento convenzionale del linguaggio, se mai ce n’è uno, è il fatto che le persone tendono a parlare in modo molto simile ai loro vicini di casa. Ma indicando questo elemento […] non spieghiamo altro che la presenza di una convergenza; non delucidiamo affatto la natura essenziale delle abilità che in tal modo vengono a convergere.
Categoria: Filosofia
Donald Davidson, "La credenza e la base del significato"
Per comprendere i proferimenti ed il comportamento degli altri - anche il comportamento più abnorme - dobbiamo ravvisare in essi una buona dose di ragione e di verità.
Categoria: Filosofia
Spinoza, "Trattato teologico-politico"
Verba ex solo usu certam habent significationem [le parole solo col loro usu acquistano un significato]
Categoria: Filosofia
René Descartes, "N.D."
Non riconosco nulla di così grande né di così eccellente che non mi sembri poter venire da me stesso.
Categoria: Filosofia
Thomas Hobbes, "N.D."
I patti, senza la spada, non sono che parole senza nessuna forza.
Categoria: Filosofia
Friedrich Nietzsche, "La Gaia Scienza"
La coscienza è la voce del gregge dentro di noi.
Categoria: Filosofia
G. W. Friedrich Hegel, "Fenomenologia dello Spirito"
La bellezza senza forza odia l'intelletto, perché questo le attribuisce dei compiti ch'essa non è in grado d'assolvere. Ma non quella vita che inorridisce dinanzi alla morte, schiva della distruzione; anzi quella che sopporta la morte e in essa si mantiene, è la vita dello spirito. Esso guadagna la sua verità solo a patto di ritrovare sé nell'assoluta devastazione.
Categoria: Filosofia
G. W. Friedrich Hegel, "Fenomenologia dello Spirito"
La coscienza infelice è la coscienza di sé come dell'essenza duplicata e ancora del tutto impigliata nella contraddizione. Assistiamo così alla lotta contro un nemico, contro cui la vittoria è piuttosto una sottomissione: aver raggiunto un contrario significa piuttosto smarrirlo nel suo contrario. La coscienza della vita, la coscienza dell'esistere e dell'operare della vita stessa, è soltanto il d [continua...]
Categoria: Filosofia
G. W. Friedrich Hegel, "Lineamenti di filosofia del diritto"
Ciò che è razionale è reale, e ciò che è reale è razionale. [Was vernünftig ist, das ist wirklich; und was wirklich ist, das ist vernünftig.]
Categoria: Filosofia
Stephen Hawking, "Il Grande Disegno"
C'è una differenza fondamentale tra la religione, basata sull'autorità, e la scienza, basata sull'osservazione e la ragione. La scienza vincerà perché funziona.
Categoria: Scienze
Arthur Schopenhauer, "Aforismi sulla saggezza del vivere"
Per quanto l'amicizia, l'amore e il matrimonio uniscano gli uomini strettamente, in fondo ciascuno è interamente onesto soltanto con se stesso.
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "N.D."
Io so bene che mi sentirò ripetere che la mia filosofia è disperata; ma solo perché io parlo secondo verità, e gli uomini vogliono sentire invece le lodi di Dio che ha ordinato il tutto secondo il meglio. Ma allora andate in chiesa e lasciate i filosofi in pace.
Categoria: Filosofia
Immanuel Kant, "Critica della Ragion Pura"
Cento talleri reali non contengono assolutamente nulla di più di cento talleri possibili.
Categoria: Filosofia
Friedrich Nietzsche, "Così parlò Zarathustra"
L'uomo è un cavo teso tra la bestia e il superuomo, – un cavo al di sopra di un abisso.
Categoria: Filosofia
Friedrich Nietzsche, "Genealogia della morale - Prefazione"
Siamo ignoti a noi medesimi, noi uomini della conoscenza, noi stessi a noi stessi: è questo un fatto che ha le sue buone ragioni. Non abbiamo mai cercato noi stessi - come potrebbe mai accadere, un bel giorno, di trovarsi?
Categoria: Filosofia
Friedrich Nietzsche, "Umano, troppo umano"
Non sono pochi gli uomini versati in quel sudicio raggiro di se stessi consistente nel volgere il proprio torto in torto altrui [...] per poter in tal modo portare molto più facilmente il proprio peso.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "L'inconveniente di essere nati"
Rari sono i giorni in cui, proiettato nella post-storia, io non assista all'ilarità degli dèi al termine dell'episodio umano.
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "Aforismi sulla saggezza del vivere"
All'uomo intellettualmente dotato la solitudine offre due vantaggi: prima di tutto quello di essere con sé stesso e, in secondo luogo, quello di non essere con gli altri.
Categoria: Filosofia
Otto Weininger, "Sesso e Carattere"
La vera liberazione dello spirito non la si può raggiungere con un esercito, per numeroso e combattivo che sia: è il singolo - la singola donna - che deve darsela da sé stessa, combattendo. Contro chi? Contro quanto le si oppone nel suo stesso animo. Il grande, l'unico nemico dell'emancipazione della donna, è la donna stessa.
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "Il Mondo come Volontà e Rappresentazione"
Il nucleo e lo spirito più profondo del cristianesimo è identico a quello del bramanesimo e del buddismo: tutti insegnano la grave colpa della razza umana causata dalla sua semplice esistenza.
Categoria: Filosofia
Emanuele Severino, "Il Parricidio Mancato"
La musica è la casa natale della parola, ma solo le parole che in questa casa vengono alla luce la riconoscono come la loro casa natale e come la rievocazione del grido.
Categoria: Filosofia
Emanuele Severino, "Il Parricidio Mancato"
Il grido. Sta all'inizio della vita dell'uomo sulla terra. Il grido di caccia, di guerra, d'amore, di terrore, di gioia, di dolore, di morte. Ma anche gli animali gridano; e per l'uomo primitivo grida anche il vento e la terra, la nube e il mare, l'albero, la pietra, il fiume. Ma solo l'uomo si raccoglie attorno al proprio grido, in assenza degli eventi che l'hanno provocato.
Categoria: Filosofia
Emanuele Severino, "Che cosa fanno oggi i filosofi?"
Che parlando ci s'intenda, questo non è mai qualcosa di garantito.
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "N.D."
Quanto più uno possiede in se stesso, di tanto meno egli necessita del mondo esterno. Ecco perché la superiorità dello spirito rende poco socievoli
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "Il mondo come volontà e rappresentazione"
Ora, è difficilissimo raggiungere e menare a compimento alcunché: a ogni novero proposito contrastano difficoltà e fatiche senza fine, e a ogni passo si accumulano gli ostacoli. Quando poi finalmente tutto è superato e raggiunto, nient'altro ci si può guadagnare, se non d'essere liberati da una sofferenza, o da un desiderio: quindi ci si trova come prima del loro inizio, e non meglio. Direttamente [continua...]
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "Il mondo come volontà e rappresentazione"
L'uomo, come la più compiuta oggettivazione [... della ...] volontà, è per conseguenza anche il più bisognoso di tutti gli esseri: è in tutto e per tutto un volere, un abbisognare reso concreto, è il concremento di mille bisogni. Con questi egli sta sulla terra, abbandonato a se stesso, incerto di tutto fuor che della propria penuria e delle proprie necessità: l'ansia per la conservazione di quell [continua...]
Categoria: Filosofia
Arthur Schopenhauer, "Il mondo come volontà e rappresentazione"
Noi vogliamo piuttosto liberamente dichiarare: quel che rimane dopo la soppressione completa della volontà è invero, per tutti coloro che della volontà ancora son pieni, il nulla. Ma viceversa per gli altri, in cui la volontà si è rivolta da se stessa e rinnegata, questo nostro universo tanto reale, con tutti i suoi soli e le sue vie lattee, è - il nulla.
Categoria: Filosofia
Anassimandro, "N.D."
Onde è la nascita per le cose che esistono, lì si compie anche la loro dissoluzione secondo necessità.
Categoria: Filosofia
Friedrich Nietzsche, "Da un carteggio"
[...] gli strumenti con i quali scriviamo prendono parte alla formazione dei nostri pensieri.
Categoria: Filosofia
Carl Gustav Jung, "N.D."
Non posso credere in ciò che non conosco, e non ho bisogno di credere in ciò che conosco.
Categoria: Scienze
Ludwig Wittgenstein, "Pensieri diversi"
In una giornata si possono vivere i terrori dell'inferno; di tempo ce n'é più che abbastanza.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
Non si tratta di spiegare un giuoco linguistico per mezzo delle nostre esperienze, ma di prender atto di un gioco linguistico.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
"Il significato della parola è ciò che viene spiegato dalla spiegazione del significato". Cioè: se vuoi comprendere l'uso della parola "significato", guarda quello che si chiama "spiegazione del significato".
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
Spesso riusciamo a scorgere i fatti importanti solo dopo aver soppresso la domanda "Perché?".
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
L'essenza è espressa nella grammatica.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
L'osservare non produce l'osservato. [E piuù avanti] Le interpretazioni non determinano il significato.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
Un problema filosofico ha la forma: "Non mi ci raccapezzo".
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
Ben presto le ragioni mi verranno meno. E allora agirò senza ragioni.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Ricerche filosofiche"
Lo stato civile della contraddizione, o il suo stato nel mondo civile: questo è il problema filosofico.
Categoria: Filosofia
Oswald Spengler, "L'uomo e la tecnica"
Noi uomini del XX secolo tramontiamo e nel contempo stiamo a guardare.
Categoria: Filosofia
Oswald Spengler, "Il tramonto dell'Occidente"
Ma "l'umanità" non ha alcuno scopo, alcuna idea, alcun piano, così come non lo ha la specie delle farfalle o quella delle orchidee: "umanità" è o un concetto zoologico o un vuoto nome.
Categoria: Filosofia
Oswald Spengler, "Il tramonto dell'Occidente"
La massa è il niente, è il nulla radicale.
Categoria: Filosofia
Oswald Spengler, "Il tramonto dell'Occidente"
Le civiltà sono degli organismi. La storia mondiale è la loro biografia complessiva. La storia grandiosa della civiltà cinese o di quella classica è, morfologicamente, in esatta corrispondenza con la piccola storia dell'individuo umano, di un animale, di una pianta, di un fiore. [...] Ogni civiltà attraversa le stesse fasi dell'individuo umano. Ognuna ha la sua fanciullezza, la sua gioventù, la [continua...]
Categoria: Filosofia
Konrad Lorenz, "Il declino dell'uomo"
Lo spirito umano è: un prodotto dei fattori creativi dell'evoluzione naturale [...] Ma poi lo spirito umano ha reso inoperante la selezione naturale, perché è riuscito a eliminare in modo praticamente completo tutte le influenze ostili del mondo esterno.
Categoria: Scienze
Konrad Lorenz, "Il declino dell'uomo"
Gli uomini hanno perduto il necessario rispetto per tutto ciò che l'uomo non è in grado di fare, perchè hanno disimparato ad avere rapporti con gli esseri viventi, con la comunità vivente nella quale e della quale l'uomo vive.
Categoria: Scienze
Konrad Lorenz, "Il declino dell'uomo"
Il motto luminoso della rivoluzione, Libertè, Egalitè, Fraternitè, sembrò in un primo tempo aprire una nuova epoca nella storia dell'umanità - anche se l'invenzione della ghigliottina fece sorgere qualche dubbio.
Categoria: Scienze
Konrad Lorenz, "Il declino dell'uomo"
Quanto più l'adattamento è specializzato - in altre parole, quanto più a lungo è stato lungo e intricato il cammino dei processi di mutazione selettiva concatenati fra loro che hanno condotto alla conformazione attuale di una certa specie - tanto meno verosimile è che l'adattamento di tale specie possa essere reversibile.
Categoria: Scienze
Konrad Lorenz, "Il declino dell'uomo"
Nel pensiero tecnomorfo esiste una sorta di meccanismo nevrotico coatto: la semplice possibilità tecnica di realizzare un determinato progetto viene scambiata con il dovere di porlo effettivamente in atto.
Categoria: Scienze
Jean Paul Sartre, "L'essere e il nulla"
L'uomo è una passione inutile.
Categoria: Filosofia
Jean Paul Sartre, "La nausea"
Ogni esistente nasce senza ragione, si protrae per debolezza e muore per coincidenza.
Categoria: Filosofia
Max Stirner, "L'unico e la sua proprietà"
Ogni essere superiore a me stesso, sia Dio o l'uomo, indebolisce il sentimento della mia unicità e impallidisce appena risplende il sole di questa mia consapevolezza. Se io fondo la mia causa su di me, l'unico, essa poggia sull'effimero, mortale creatore di sé che se stesso consuma, e io posso dire: ho fondato la mia causa su nulla.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Tractatus Logico-Philosophicus"
7. Di ciò di cui non si può parlare, si deve tacere.
Categoria: Filosofia
Emanuele Severino, "(lezioni universitarie 97/98)"
Perchè non violare un dio che si lascia violare?
Categoria: Filosofia
Beppe Donazzan, "Dakar: L'inferno nel Sahara"
Claude e Bernard Marreau, amore per l'Africa di lunga data. Nel 1971, infatti, partirono da Città del Capo a bordo di una Renault R12 Gordini e raggiunsero Algeri. Percorsero 15.432 chilometri in 8 giorni, 22 ore e 22 minuti. Da Guinness. Nella prima edizione del 1979 si presentarono al via con una Renault 4L, utilitaria da città, una tuttofare, non certamente il top per affrontare il Sahara. F [continua...]
Categoria: Narrativa
Beppe Donazzan, "Dakar: L'inferno nel Sahara"
Thierry Sabine sentì il rumore di un aereo. Che lo localizzò, che si abbassò. Ai comandi Jean-Michel Sinet, uno della "banda" di Bertrand, motard, avventuriero, tutti della stessa pasta. Gli lanciò acqua e viveri. Era salvo. Passò un'altra notte al freddo. Ma il timore di morire era scomparso. All'indomani arrivò un fuoristrada a prelevarlo. Era il 14 gennaio 1977. «Tutto quello che vivra [continua...]
Categoria: Narrativa
Theresa Wallach, "The Rugged Road"
Quando vidi per la prima volta una motocicletta, ricevetti un messaggio da lei. Fu come una scossa, come quando scoppiamo in lacrime ascoltanto una canzone o restiamo rapiti di fronte a un dipinto. Il motociclismo è per me il mezzo per raggiungere tutto ciò che c'è di significativo nella vita. E' un'arte.
Categoria: Narrativa
Theresa Wallach, "The Rugged Road"
Alcuni ritengono che la moto sia un rischio. Certo guidandola si cade, ma come si cade a piedi, da cavallo o dalla bicicletta, spesso per errore o disattenzione. La moto è un mezzo sicuro e utile, economico e piacevole da possedere, e pensarla in maniera diversa è folle quanto dubitare dell'utilità di un muro di mattoni.
Categoria: Narrativa
Theresa Wallach, "The Rugged Road"
Quel popolo minuto ha vissuto come nomade nella giungla per millenni, praticando il culto dello Spirito Guardiano, parlando lingue non scritte, come molti gruppi etnici non civilizzati. Alla stregua di molti altri luoghi del pianeta, presto o tardi, con l'avvento dell'aviazione, dei satelliti e dei computer, la cultura occidentale li raggiungerà e sconfinerà nella loro, in nome del progresso, cost [continua...]
Categoria: Narrativa
Robyn Davidson, "Orme. Una donna, quattro cammelli e un cane nel deserto australiano"
Per coloro che non lo sanno, Slim Dusty è il più grande bardo contemporaneo dell'Australia. Quasi tutti i miei amici fanno dello spirito quando lo ascolto, ma è perché non sono mai stati al rodeo di Mount Isa. Bisogna essere stati a questa tipica cerimonia dell'entroterra australiano, essersi svegliati alle quattro di mattina al suono della voce di Slim che dagli altoparlanti cerca di scuoterti da [continua...]
Categoria: Narrativa

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima