Condividi su Facebook | Commenta

Citazioni, aforismi, motti celebri da libri o recuperati

Scegli e filtra una CATEGORIA: TUTTE Bostro Filosofia Motto Narrativa Scienze
CONSULTA L'ELENCO DI TUTTI GLI AUTORI DI CITAZIONI, AFORISMI, MOTTI

RICERCA per autore/libro/citazione:

Ti senti fortunato? Leggi una citazione casuale

Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Ogni tanto c’è gente che dice di vedere piangere o sanguinare statue di vergini o di santi. Se anche non potessi farvi conoscere facilmente persone in grado di produrre a tempo perso questo identico effetto con del grasso di porco o con altri materiali, mi domanderei comunque perché una divinità dovrebbe abbassarsi a produrre effetti tanto meschini. I miracoli si suppone avvengano per imperio di u [continua...]
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Si può stabilire una diretta linea di sangue col Profeta se si è tanto fortunati da conoscere il giusto imam locale, e se si è in grado di pagarlo.
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Tutte le religioni si preoccupano di mettere a tacere o addirittura a morte coloro che le pongono in discussione. E’ passato comunque un certo tempo da quando giudaismo e cristianesimo ricorrevano apertamente alla tortura e alla censura. Non solo l’Islam cominciò col condannare al fuoco eterno tutti coloro che dubitavano, ma pretende ancora il diritto di agire così in quasi tutti i suoi domini, e [continua...]
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Con questo voglio dire che dovremmo essere felici che nessun mito religioso racchiuda una qualsivoglia verità. La Bibbia contiene giustificazioni per il traffico di esseri umani, per la pulizia etnica, per la schiavitù, per il prezzo della sposa, per il massacro indiscriminato, ma non siamo tenuti a nulla di ciò perché si tratta di pratiche di mammiferi umani rozzi e privi di cultura.
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Poi c’è la questione saliente di ciò che i comandamenti non dicono. E’ troppo moderno osservare che non c’è niente sulla protezione dei bambini dalla crudeltà, niente sullo stupro, niente sulla schiavitù e niente sul genocidio? O è troppo “pedissequo” notare che alcuni di questi veri e propri crimini sono quasi positivamente raccomandati? Nel versetto 2 del capitolo successivo dio dice a Mosè di i [continua...]
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Un’ulteriore difficoltà è l’incontestabile tendenza dell’Onnipotente a manifestarsi solo a individui illetterati e di incerta storicità, in aree desertiche del Medio Oriente che furono a lungo patria della venerazione di idoli e della superstizione e in molti casi già zeppe di preesistenti profezie.
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "La posizione della Missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresa"
Coloro che son pronti ad ascoltare le critiche riguardo ai motivi discutibili e alla politica sociologica palesemente confusa di Madre Teresa, sono tuttavia propensi a credere che il suo operato sia fondamentalmente umanitario. indubbiamente, si dicono, una vita consacrata alla carità è di grande effetto dal punto di vista morale. Se non fosse per le testimonianza di persone che hanno visto con i [continua...]
Categoria: Filosofia
Ignazio di Loyola, "N.D."
Noi sacrifichiamo l’intelletto a Dio.
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Non abbiamo più bisogno di un dio per spiegare ciò che non è più misterioso. Cosa faranno i credenti, adesso che la loro fede è opzionale, privata e irrilevante, è un problema loro. Noi non dovremmo occuparcene, a meno che non facciano ulteriori tentativi di inculcare la religione con metodi, in qualsiasi modo, coercitivi.
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Qui, ancora una volta, possiamo riscontrare la madornale fallacia umana che informa la storia della nostra Genesi. Come si può provare, e in un solo versetto, che questo libro è stato scritto da uomini ignoranti e non da qualche dio? Perché all’uomo è concesso il dominio su tutti gli animali, gli uccelli e i pesci. E lasciando da parte la loro singolare e immediata creazione, non si citano né dino [continua...]
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Lo si deve dire chiaramente. La religione proviene dalla preistoria umana quando nessuno aveva la minima idea di come le cose funzionassero. Essa ci arriva dall’infanzia vociante e timorosa della nostra specie, ed è un tentativo puerile di dare risposta al nostro ineludibile bisogno di conoscenza (e anche di calore, di rassicurazione e di altri bisogni infantili). Oggi, il meno istruito dei miei b [continua...]
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
Violente, irrazionali, intolleranti, alleate al razzismo e al tribalismo e alla bigotterie, gravide di ignoranza e ostili alla libera ricerca, spregiatrici delle donne e coercitive con i bambini: le religioni organizzate dovrebbero avere molto sulla coscienza.
Categoria: Filosofia
Heinrich Heine, "Pensieri e Ghiribizzi"
Nelle epoche buie la miglior guida dell’uomo è la religione, così in una notte nera come la pece la migliore guida è un cieco: costui riconosce strade e sentieri meglio di chi vede. Quando arriva il giorno, però, è da sciocchi usare per guida un vecchio cieco.
Categoria: Motto
Christopher Hitchens, "Dio non è grande"
La religione avvelena ogni cosa.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Pensieri diversi"
Si sente di continuo ripetere l’osservazione che la filosofia non fa mai un vero progresso, che ancora ci occupiamo degli stessi problemi filosofici di cui già si occupavano i greci. Chi dice questo non capisce però la ragione per cui così deve essere. la ragione è che il nostro linguaggio è rimasto lo stesso e ci seduce di continuo verso gli stessi interrogativi. Finché vi sarà un verbo “essere” [continua...]
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Pensieri diversi"
Noi lottiamo contro il linguaggio. Siamo in lotta contro il linguaggio.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Pensieri diversi"
Lo sguardo dell’uomo ha questo di peculiare, che può rendere le cose preziose; certo, così diventano anche più costose.
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "La posizione della Missionaria. Teoria e pratica di Madre Teresa"
Figliola mia, so che soffri. Ma se ti dicessero che Gesù si compiace di questo tuo soffrire, non saresti per questo contenta e anche disposta a soffrire ancora di più per meglio piacergli? Ebbene, da parte di Dio ti dico che il tuo soffrire è voluto da Gesù per il tuo perfezionamento, ed egli gode a tenerti sulla croce insieme a lui: dunque, rassicurati e chiedi a Gesù di ben soffrire quello che e [continua...]
Categoria: Filosofia
Christopher Hitchens, "Intervista al Free Inquiry 1996"
Sono un ateo. Non sono neutrale rispetto alla religione, le sono ostile. Penso che essa sia un male, non solo una falsità. E non mi riferisco solo alla religione organizzata, ma al pensiero religioso in sé e per sé.
Categoria: Motto
Ludwig Wittgenstein, "Pensieri diversi"
Quando, ad esempio, sento le espressioni ammirate che per secoli sono state dedicate a Shakespeare da grandi uomini, non posso sottrarmi al sospetto che quelle lodi siano state solo una convenzione.
Categoria: Filosofia
Ludwig Wittgenstein, "Pensieri diversi"
Anche i pensieri talvolta cadono immaturi dall'albero.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Proverbio cinese: Quando un solo cane si mette ad abbaiare a un'ombra, diecimila cani ne fanno una realtà. Da mettere in epigrafe a ogni commento sulle ideologie.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
L'amicizia è un patto, una convenzione. Due esseri si impegnano tacitamente a non strombazzare quello che in realtà ciascuno pensa dell'altro. Una specie di alleanza a base di riguardi. In altri termini, nessuna amicizia tollera una dose esagerata di franchezza.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Chi dice saggezza non dice mai saggezza cristiana, perché ciò non è mai esistito né esisterà mai. Duemila anni inutili. Tutta una religione condannata prima di nascere.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Da molto tempo ho esaurito tutto quello che avevo in fatto di disponibilità religiose. Disseccamento o purificazione? Non potrei dirlo. Nel mio sangue non sopravvive più nessun dio...
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Dopo una malattia grave, in certi paesi asiatici, nel Laos ad esempio, succede che si cambia nome. Che visione all'origine di un tale costume! In realtà, si dovrebbe cambiare nome dopo ogni esperienza importante.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Solo un fiore che cade è un fiore completo, ha detto un giapponese. Si è tentati di dire altrettanto di una civiltà.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Non appena si esce nella strada, alla vista della gente, sterminio è la prima parola che viene in mente.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Essere, vuol dire essere incastrati.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Quest'ometto cieco, dell'età di qualche giorno, che volge la testa da tutte le parti cercando non si sa cosa, questo cranio nudo, questa calvizie originaria, questa scimmia infima che ha soggiornato per mesi in una latrina e che tra poco, dimenticando le sue origini, sputerà sulle galassie...
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Non si scrive perché si ha qualcosa da dire ma perché si ha vogllia di dire qualcosa.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Un libro deve frugare nelle ferite, anzi deve provocarla. Un libro deve essere un pericolo.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Decisamente, non c'è salvezza attraverso la storia. Lungi dall'essere la nostra dimensione fondamentale, la storia non è che l'apoteosi delle apparenze.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Aver costruito cattedrali discende dallo stesso errore dell'aver ingaggiato grandi battaglie.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
Dopo aver dettato legge ai due emisferi, gli occidentali sono sul punto di diventarne lo zimbello: spettri inconsistenti, sopravvissuti nel vero senso della parola, votati a una condizione di paria, di schiavi deboli e fiacchi, alla quale sfuggiranno forse i russi, questi ultimi bianchi.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
A Roma, nel terzo secolo della nostra era, su un milione d'abitanti, sessantamila soltanto sarebbero stati di ceppo latino. Non appena un popolo ha condotto a buon termine l'idea storica che aveva il compito d'incarnare, non ha più nessun motivo di preservare la propria differenza, di coltivare la propria singolarità, di salvaguardare i propri tratti in mezzo a un caos di volti.
Categoria: Filosofia
Emil Cioran, "Squartamento"
La volontà non ha mai reso buoni servizi a nessuno.
Categoria: Filosofia
Richard Ford, "Rock Springs"
Poi pensai alla boxe e a quello che sulla boxe mi aveva insegnato mio padre. A stringere bene i pugni. A mettere nel pugno tutta la forza della spalla e a non colpire mai indietreggiando. A colpire portando il pugno all'interno, e a tenere giù il mento e ad avvicinarsi all'avversario mentre cade per poterlo colpire di nuovo. E, cosa importantissima, a tenere gli occhi aperti quando colpisci al vis [continua...]
Categoria: Narrativa
Arthur C. Clarke, "Preludio allo Spazio"
Stiamo per conquistare la libertà dell'intero Universo e tutto ciò che questo implica. Non penso che possa essere valutato in cifre di sterline o dollari. Alla lunga la conoscenza paga sempre in moneta sonante, ma qui andiamo assolutamente al di là di ogni prezzo.
Categoria: Narrativa
Aldoux Huxley, "Le porte della percezione"
Che l'umanità in genere sarà mai in grado di fare a meno dei Paradisi Artificiali, sembra molto improbabile. La maggior parte degli uomini e delle donne conduce una vita, nella peggiore delle ipotesi così penosa, nella migliore così monotona, povera e limitata, che il desiderio di evadere, la smania di trascendere se stessi, sia pure per qualche momento, è, ed è stato sempre, uno dei principali bi [continua...]
Categoria: Filosofia
Aldoux Huxley, "Le porte della percezione"
La maggioranza dei consumatori di mescalina sperimentano solo la parte celestiale della schizofrenia. La droga porta inferno e purgatorio solo a coloro che abbiano avuto di recente l'itterizia, oppure che soffrano di depressioni periodiche o di ansietà cronica. Se, come le altre droghe molto più potenti al paragone, la mescalina fosse notoriamente tossica, il prenderne sarebbe sufficiente, per se [continua...]
Categoria: Filosofia
Aldoux Huxley, "Le porte della percezione"
Noi viviamo insieme, agiamo e reagiamo gli uni agli altri; ma sempre, in tutte le circostanze, siamo soli. I martiri quando entrano nell'arena si tengono per mano; ma vengono crocifissi soli. Allacciati, gli amanti cercano disperatamente di fondere le loro estasi isolate in una singola autotrascendenza; invano. Per la sua stessa natura, ogni spirito incarnato è condannato a soffrire e godere in so [continua...]
Categoria: Filosofia
Aldoux Huxley, "Collected Essays - Case of voluntary ignorance"
Il fatto che gli uomini non imparino molto dalla storia è la lezione più importante che la storia ci insegna.
Categoria: Filosofia
Douglas Adams, "Guida Galattica per gli Autostoppisti"
Be, c'è questo Dio, il vostro Dio, che piazza un melo in mezzo al giardino e dice: "ragazzi, fate quello che volete, ma non mangiate le mele". Caso straordinario, loro addentano una mela, ed ecco che lui ti salta fuori da dietro un cespuglio gridando: "Vi ho beccati, vi ho beccato!". Non avrebbe fatto molta differenza se non avessero mangiato la mela. Perché no? Perché quando hai a che fare [continua...]
Categoria: Narrativa
Frida Kahlo, "N.D."
Spero che la fine sia gioiosa e spero di non tornare mai più.
Categoria: Motto
Sun Tzu, "L'arte della guerra"
I generali d’un tempo, vincevano rendendo facile vincere. Perciò, le vittorie ottenute dai maestri nell’Arte della Guerra non si distinguono né per l’uso della forza, né per l’audacia. I loro successi in guerra non dipendono dalla fortuna. Perché per vincere basta non commettere errori. “Non commettere errori”, vuol dire porsi in condizione di vincere con certezza: in questo modo, si sottomet [continua...]
Categoria: Filosofia
Poul Anderson, "Le Nevi di Ganimede"
Hybris, Nemesis, Ate. Così gli antichi greci avevano chiamato l'orgoglio, il destino e la caduta degli uomini. E' una formula che si è sempre ripetuta, nel corso della storia.
Categoria: Narrativa
Pete Hamill, "A Drinking Life"
La cultura del bere resiste perché offre tanti premi: fiducia per il timido, chiarezza per l'incerto, conforto al ferito e al solitario, e soprattutto la sfuggente promessa di amicizia ed amore.
Categoria: Motto
Philip José Farmer, "Il tempo dell'Esilio"
Tu cosa avresti pensato, a questo punto? Ma certo... la risposta è una sola. Ogni uomo e ogni donna rimasti in vita dovrebbero pensare a una cosa, e a una cosa soltanto... perpetuare la specie. Penseresti che ogni individuo dimenticasse la sua nazionalità, le sue idee politiche, le differenze ideologiche, perfino i conflitti più antichi e radicati nell'animo umano. Che ogni individuo dicesse ai su [continua...]
Categoria: Narrativa
Philip José Farmer, "Il tempo dell'Esilio"
Gli Stati Uniti d'America sono una Repubblica Socialista Sovietica, mentre metà del mondo ruota intorno all'Asse dominato dall'Argentina, dove una dittatura militare tenta d'impadronirsi del mondo intero. La Luna è una colonia sovietica, Marte è occupato dai soldati dell'Asse. Il Papa viene ospitato su Marte, ossequiato formalmente, ma sorvegliato a vista. Alla distruzione dello stato di'Israele s [continua...]
Categoria: Narrativa
Ralph Waldo Emerson, "N.D."
Le religioni che chiamiamo false erano una volta vere.
Categoria: Motto
Bill Bryson, "Una passeggiata nei boschi"
Lo so che non dovrei bere, disse Kats, ma io adoro bere. Non ci posso fare nulla. Ne vado pazzo, Bryson. Adoro il sapore dell'alcol, adoro il ronzio in testa che ti viene dopo un paio di bicchieri, adoro l'odore e l'atmosfera dei bar. Mi mancano le barzellette sconce, il suono delle palle da biliardo, la luce bassa e bluastra dei bar la sera.
Categoria: Narrativa
Bill Bryson, "Una passeggiata nei boschi"
Mi confortai al pensiero che perlomeno avevo ancora la ragione. O perlomeno così mi sembrava. Presumibilmente una persona in stato confusionale non riuscirebbe a capire di essere in stato confusionale. Per cui se uno sa di non essere in stato confusionale, significa che non lo è, a meno che, mi venne improvvisamente in mente - e quel pensiero mi atterrì - a meno che persuadere se stessi di non ess [continua...]
Categoria: Narrativa
Bill Bryson, "Una passeggiata nei boschi"
Non è che io sia mai andato pazzo per i siti di battaglie. Si, certo, in linea teorica è interessante sapere che la batteria del capitano Poague si sistemò proprio in quel punto mentre le truppe del colonnello Grigsby erano disposte in ordine sparso proprio laggiù, ma al fondo resta il fatto irrefutabile che si tratta di nient'altro che di un pezzo di prato su una collina qualunque del West Virgin [continua...]
Categoria: Narrativa
Stanisław Jerzy Lec, "N.D."
Chi porta il paraocchi, si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza.
Categoria: Motto
Linneo, "Philosophia botanica"
Natura non facit saltus. La natura non fa salti.
Categoria: Filosofia
Linneo, "Philosophia botanica"
Nomina si nescis, perit et cognitio rerum. Se non conosci il nome, muore anche la conoscenza delle cose.
Categoria: Filosofia
Timur Vermes, "Lui è tornato"
La compassione non mi è sconosciuta. Un autentico Fuhrer patisce insieme ai suoi connazionali come se ognuno fosse figlio suo. Tuttavia, la pietà non ha ancora mai aiutato nessuno.
Categoria: Narrativa
Timur Vermes, "Lui è tornato"
Molto intelligentemente, si era pensato bene di piazzare lo stato ebraico tra la popolazione araba, così che per decenni e decenni entrambe le parti sarebbero state occupate a combattersi a vicenda, senza tregua.
Categoria: Narrativa
Timur Vermes, "Lui è tornato"
Rimasi a bocca aperta. La Provvidenza aveva donato al popolo tedesco un grandioso, meraviglioso strumento di propaganda e qualcuno lo sprecava divagando sulle rondelle di porro. Ero talmente furibondo che avrei voluto gettare l'apparecchio dalla finestra.
Categoria: Narrativa

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima