Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Wilfred Thesiger

TRATTO DA: Sabbie Arabe


Per me esplorare era un'avventura personale. Non andavo nel deserto arabo per raccogliere piante o per fare una mappa; cose del genere erano accidentali. Nel mio intimo sapevo che scrivere o perfino parlare dei miei viaggi significava sminuirne la portata. Volevo trovare la pace nell'asprezza dei viaggi nel deserto e nella compagnia della gente che lo frequentava. Mi ero proposto una meta in queste spedizioni e, benché la meta in se stessa fosse insignificante, il suo raggiungimento doveva valere ogni sforzo e sacrificio. [...] No, non è la meta ma la via ad avere importanza, e quanto più dura è la via tanto più il viaggio merita.
Categoria: NARRATIVA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Fa anche l'esempio dello scalatore che per raggiungere la vetta potrebbe usare un aereo, o una funicolare, ma non lo fa. Ricorda quando Georg Mallory decise di scalare, per la prima volta, l'Everest e un giornalista gli chiese perché volesse scalare quell'altissimo picco. Perché esiste fu la sua risposta.

Torna a tutte le citazioni di Wilfred Thesiger presenti tra le mie citazioni

Tutti i libri di Wilfred Thesiger

  • Quando gli arabi vivevano sull'acqua (stato: Libro finito)
  • Sabbie Arabe (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Wilfred Thesiger

  • Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima