Facebook | Commenta | È giovedì 08/12/2022

Norman McLean

Fonte/libro: In mezzo scorre il fiume

Non c'è castigo divino più improvviso per il corpo e l'anima che perdere un pesce grosso, dato che deve pur esserci una lieve transizione tra la vita e la morte. Ma, con un pesce grosso, un attimo prima il mondo è nucleare e quello dopo è scomparso. Così. Andato. Il pesce è andato e tu sei estinto, tranne che per un bastone da poco più di cento grammi al quale è attaccata un po' di lenza e un filo semitrasparente di intestino di gatto al quale è legato un pezzettino di acciaio svedese rivurvo al quale è attaccato un pezzetto di piuma di collo di pollo.

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Anche se non devi tenerlo ma hai intenzione di rilasciarlo, e ormai l'hai tirato fino a riva e l'hai a dieci centrimetri dalla mano che altro non deve fare se non staccare l'amo privo di ardiglione, e in quei 10cm il pesce si libera e se ne va, è una tortura!

Citazione inserita il
Categoria: NARRATIVA

SCOPRI TUTTE le citazioni di Norman McLean presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di Norman McLean



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus ma siccome non mi piacciono le pubblicità a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete. A me non cambia nulla (anzi).

© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima