Condividi su Facebook | Commenta

Poul Anderson: L'ultima frontiera

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 10/07/2021
Voto: leggi la recensione
Nel Ventunesimo Secolo la Terra è preda inerme di uno Stato Mondiale che può dare tutto e prendere tutto con una paternalistica scrollata di spalle, ma le risorse diminuiscono e la popolazione aumenta, e la conquista dello spazio è in pieno abbandono. I Costituzionalisti sono più filosofi che politici, ma lottano per le cose in cui credono e per l'educazione libera che vogliono dare ai loro figli: quando il governo attacca le loro scuole, l'unica alternativa a una sicura scomparsa nel decadente panorama terrestre è l'emigrazione verso Rustum, un pianeta abitabile della costellazione di Eridano a 20 anni luce dalla Terra. Il viaggio durerà decine di anni e dovrà superare difficoltà impensabili, senza neppure offrire garanzie sul mondo che li attende al termine dell'esodo, ma i pionieri di ogni tempo non si sono mai arresi per così poco. Questo è solo l'inizio della grandiosa saga inedita di Poul Anderson che URANIA è lieta di presentare per prima nella sua versione integrale. (mondourania.com)

Recensione

Poul Anderson è veramente un magnifico scrittore di fantascienza. Riesce a creare un magnifico quadro composto da politica, ecologia, scienza, introspezione individuale e definizione di personalità diverse in modo preciso senza cadere nel prolisso, nell'eccesso di fantascientismo che troppe volte rovina una lettura. Questo libro è una saga, e riesce pure a tenerla breve: si divide per capitoli tematici dove ogni capitolo rappresenta un passo della espansione spaziale dell'umanità, che è praticamente obbligata per infauste vicende terrestri di degrado sociale e ambientale. La base scientifica è appena accennata ma realistica e fornisce una base solida alla narrazione che procede spedita e incuriosisce sempre più. Sicuramente ciò che interessa ad Anderson, più che la base scientifica, è la delineazione delle problematiche sociali che volta per volta si incontrano: quelle politiche e geo-ecologiche sulla Terra, quelle sociali in viaggio sulla nave legate anche al sonno criogenico di buona parte dei passeggeri, quelle sociologiche durante l'approntamento dello sbarco su Rustum e dispersioni coloniali, e via dicendo.
Il libro è composto da una serie di racconti concatenati scritti dal 1959 al 1975 ed è proprio in questo particolare che emerge la sua unica debolezza: la linearità tematica. Negli ultimi racconti infatti l'epica di un popolo si trasforma nell'epica di un uomo solo e rimangono deluse molte aspettative del lettore appassionatosi alla struttura di saga. Si perde così il senso immane del tempo che scorre, del mondo alieno, della mastodontica e oppressiva distanza dalla Terra sia nello spazio sia nel tempo, e diventa la saga di un uomo eroe. Peccato perché due terzi buoni del libro sono assolutamente fantastici.

Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Poul Anderson

Tutti i libri di Poul Anderson

  • Hanno distrutto la terra (stato: Libro finito)
  • I Nomadi dell'infinito (stato: Libro finito)
  • Il fattore Tau Zero (stato: Libro finito)
  • Le Nevi di Ganimede (stato: Libro finito)
  • Loro, i terrestri (stato: Libro finito)
  • L'ultima frontiera (stato: Libro finito)
  • Mondo senza stelle (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Poul Anderson
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Libri che vorrei rileggere
    Il vero incubo: un libro stampato male. Di Adelphi edizioni e di Mauro Corona
    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog


    Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
    Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima