Share | RSS | sab 25/05/2024 | Menu

Aggiungere un client cloud con sincronizzazione automatica all'ebook Kobo

Categoria: LIBRI

KEYWORDS: applicazioni | ebook | kobo | personalizzazione | soluzioni |
Inserito in DATA: 03/04/2024 | Vai ai COMMENTI
Dopo molti anni ho deciso di scroprire un po' cosa offre il modding per gli ebook, nel mio caso Kobo, e sto scoprendo ogni giorno qualcosa di nuovo e spesso non solo bello ma anche più che utile.
Già avevo scoperto Vlasovsoft per aggiungere gli scacchi e Koreader per avere una nuova e più personalizzabile interfaccia di lettura.
Ora ho appena acquistato un nuovo ebook, un Kobo Libra 2 per avere uno schermo più grande e perché la batteria del mio vecchio Aura non reggeva più. Ora, avevo letto il che il Libra 2 ha il bluetooth ma non avevo approfondito l'argomento, ricevuto ho fatto subito l'associazione col PC per poter inviare file via bluetooth ma ho scoperto che non funziona
Una scomodità degli è proprio la necessità di collegare il cavetto ogni volta, perché Kobo non ha previsto il Bluetooth in ricezione? Vai a capirlo, ovviamente loro spingono ad acquistare dal loro store ma mi pare una cosa assurda, tenendo conto che io creo un sacco di ebook da leggere sul Kobo: articoli dal web, documenti di lavoro, cose scritte in Word/Libreoffice. 
Accedere al proprio account Drive o Onedrive (peggio ancora) dal browser è una faticaccia: non memorizza la password, e ha notevoli problemi di compatibilità di visualizzazione. Con l'Aura sia Onedrive che gDrive erano inutilizzabili, col Libra non so ma suppongo sia la stessa cosa.
Nel Kindle è possibile inviare documenti via email, una cosa magnifica che è uno dei motivi per cui saltuariamente lo uso, ma Kobo non ha questa funzionalità.
Con Koreader ci sarebbe qualcosa di simile ma devo ancora studiarla bene.
Ho però appena scoperto un metodo che permette di risolvere la situazione: in pratica è una mod che permette di mantenere una cartella di Google Drive sincronizzata in automatico col Kobo!
La mod si chiama KoboCloud e la trovate qui: github.com/fsantini/KoboCloud
Vediamo come funziona, sappiate che comunque, oltre alle informazioni sul github, a questo indirizzo trovate un video Youtube che spiega tutto.

Preparazione

Il primo passo è preparare Google Drive. Ovviamente, dovete avere un account, anche gratuito.
Il software funzionerà con una cartella dedicata quindi createne una in Google Drive, io l'ho chiamata KOBOTRANSFER.
Creata la cartella, dovete ottenere il link di condivisione quindi scegliete la cartella, tasto destro, menu "Condividi" e qui non scegliete "Copia Link" bensì "Condividi" perché, una volta aperta la finestra di gestione del link di condivisione, dovete impostarlo con "Accesso come: chiunque abbia il link" (vd. questa immagine).
Fatto ciò, copiate il link e tenetelo da parte per i prossimi passi.

Installazione

Ora bisogna installare il pacchetto Kobocloud, andate nel sito che vi ho indicato e scaricatelo, il pacchetto si chiama KoboRoot.tgz e, così com'è, va copiato nella cartella .kobo nella root del vostro Kobo Ereader.
Semplicissimo.
Se non trovate la cartella, abilitate la visualizzazione dei file nascosti. Non scompattate l'archizio .tgz, va copiato così com'è quindi scollegate il Kobo. Vedrete che vi segnalerà che ha trovato un aggiornamento e lo installerà, una volta conclusa la procedura ricollegatelo al PC.

Configurazione

Il pacchetto KoboCloud è installato ma ora dobbiamo dirgli da dove scaricare i libri, ovvero dal link gDrive creato prima.
Andate nella cartella .add\kobocloud del Kobo, troverete un file che si chiama kobocloudrc: apritelo con Notepad e incollateci il link di gDrive, attenzione a non mettere alcuno spazio a destra o a sinistra della riga, né righe vuote.
Scollegate il Kobo e riavviatelo per sicurezza.
Lavoro finito.

Conclusione e problemi

In pratica, il software installato interroga la cartella di Google Drive e in caso vi siano dei file, li scarica.
Ho provato a caricare in Drive file con varie estensioni: con gli .epub ovviamente funziona, coi .pdf anche, coi .doc e .txt si ma non coi .docx né .odt.
L'aggiornamento si esegue in automatico, sia dunque all'avvio sia toccando l'icona di sincronizzazione del Kobo.
Non è una sincronizzazione bidirezionale ovvero la mod scarica sul Kobo i file che trova in gDrive ma, se li cancellate dal Kobo o da gDrive, non fa nulla. Quindi la cartella in gDrive potete tranquillamente svuotarla dopo il download.
Sconsiglio, chiaramente, di usare questo metodo per un trasferimento massimo di file, ad esempio io ho appena comprato il Libra e mai mi sognerei di caricarvi l'intera biblioteca tramite questo KoboCloud ma per inviare all'ebook saltuariamente un nuovo documento è meraviglioso.
C'è da dire che alcuni utenti hanno lamentato una perdita di informazioni durante il trasferimento: gli epub sembrano corrompersi leggermente con formattazioni deteriorate o nelle note a piè di pagina; posso confermare questo problema perché mi è successo con due epub almeno, le note a piè di pagina non erano più utilizzabili ovvero cliccandoci sopra non succedeva niente o peggio saltava a pagina decise da lui.
Posso inoltre confermare un certo rallentamento del Kobo dovuto probabilmente ai tentativi di connessione a gDrive: mi è successo spesso, ad esempio, che avvio il Kobo e comincio a leggere il libro in corso ma dopo qualche secondo o anche minuto parte l'aggiornamento e mi torna all'elenco libri.
Io ho anche un Kindle quindi preferisco, se non posso caricare col cavo sul Kobo, inviare i file via email Kindle e leggere là quei libri. L'estensione Kobocloud l'ho provata, funziona abbastanza ma è a sufficienza perfetta.
Chissà, magari futuri aggiornamento correggeranno i problemi ma per ora preferisco lasciar perdere.

Disinstallazione

Per disinstallare KoboClouc accedere al file di configurazione kobocloudrc già visto sopra e aggiungere una riga con la sola parola UNINSTALL - In teoria c'è già ed è commentata, quindi basta togliere il commento. Riavviare il kobo e connetterlo a internet e Kobocloud si disinstallerà da solo. La cartella tuttavia non verrà cancellata, viene disinstallato il servizio: la cartella va cancellata manualmente e considerate però che tutti i file importati sono lì dentro quindi, per non perderli, copiateli prima nella radice del Kobo.

Riflessione finale

Capisco che Kobo spinga ad acquistare libri dal suo negozio online, capisco che spingano ad acquisire abbonamento a Koboplus, ma chi legge perlopiù libri "antiquati" che sono disponibili pubblicamente, o acquistati/noleggiati da store diversi, o deve caricarvi magari spesso dei documenti propri, avere la possibilità di saltare la fase del cavetto sarebbe una manna dal cielo. Kindle, che è ancora più intransigente di Kobo, l'ha fatto con l'email kindle personalizzata che tra l'altro ora effettua anche la conversione automatica in formato proprio dei file .epub inviata per email!
Perché Kobo non pensa a una soluzione simile? Perché non integrare un client basico a Google Drive, Dropbox, Onedrive, o una funzionalità simile a questa di Kobocloud? Perché non spingere un po' sullo sviluppo del browser in modo che sia anche solo lontanamente accettabile per entrare negli account cloud online in modo che gli utenti possano accedere così ai propri file? Perché integrare un bluetooth che serve solo a collegarci delle cuffiette per ascoltare quelle diavolerie degli audiolibri sui quali è meglio che non mi esprimo?


Non perderti gli altri articoli dal blog categoria LIBRI!
Lo sai che nel mio sito c'e' anche una apposita sezione LIBRI? Scoprila!

Materiale a corredo


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy.
Ricordate che i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.





© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO
CONTATTI: info[at]bostro.net

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima