Facebook | Commenta | È mercoledì 28/09/2022

Abraham Yehoshua: L'Amante

Categoria libro: Narrativa straniera
Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 15/09/2022
Voto: leggi la recensione
Sullo sfondo di una Haifa scossa dalla guerra del 1973, si dipana lo scenario de L'amante, il più sinceramente israeliano dei romanzi di Yehoshua. L'autore si affida alle voci dei suoi personaggi, ai loro sogni, ai ricordi, ai desideri, alle aspettative: sono le parole di Adam, agiato proprietario di una grande officina meccanica; le riflessioni della figlia Dafi, quindicenne insonne e ribelle; i sogni della moglie Asya, intellettuale precocemente ingrigita; gli stupori di Na'im, giovane operaio arabo; i vaneggiamenti della novantenne Vaduccia; e infine il resoconto stupefatto di Gabriel, l'amante scomparso. Mondi lontani, a dispetto dell'amore; voci tanto vicine quanto diverse siglano l'impossibilità di conoscere veramente chi ci vive accanto

Recensione

Sfortunatamente i libri scritti in stile corale non mi piacciono. Già la prima persona non mi va giù, la sento limitante, restringe il mondo narrato a un solo discorso mentre la terza persona con l'onniscienza dello spirito narrante si adegua più ai miei gusti. I libri corali invece, dove ogni paragrafo è la narrazione di un personaggio, sono sicuramente un arguto esercizio stilistico ma a mio avviso rende la visione complessiva caotica.
Intuitivamente si capisce subito che questo è uno di quei libri che vogliono lasciarti un senso, che vogliono "farti capire qualcosa"; Yehoshua non vuole solo raccontare una storia o degli avvenimenti bensì trasmetterti un messaggio. È difficile in realtà capire quale ma, se dovessi dire la mia, il senso ultimo è che conta ciò che una persona fa, per dire ciò che è, e non ciò che pensa o dice o immagine di se stesso. La stessa impressione la ebbi molti anni fa con il suo bellissimo libro Il Responsabile delle Risorse Umane. 
Questo messaggio che vuole lanciare giustifica allora il perché in questo libro si procede a struttura corale in prima persona: per evidenziare ciò che si pensa e ciò che si crede di essere con ciò che si fa, e tutte le innate e insuperabili contraddizioni cui è condannato a sottostare l'essere umano. Dal punto di vista di ciascuno gli altri sono diversi rispetto ai paragrafi a loro dedicati; ciò che la vecchia pensa di Naim è diverso da come le si comporta con lui, ciò che Adam sembra a Dafi è diverso da come Adam si comporta in cuor suo, e via dicendo.
Nonostante ciò ho trovato questo lungo libro piuttosto duro da leggere e il ritrovamento di un nuovo Gabriel, alla fine, piuttosto scontato e prolissa la sua storia, a mio avviso si poteva benissimo lasciar perdere e meglio ancora lasciarlo morire e dimenticarselo nell'avanzamento del racconto, invece di ritirarlo fuori alla fine. Resta comunque un libro scritto in maniera magistrale ma con dei "ma".

Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Abraham Yehoshua

Tutti i libri di Abraham Yehoshua

  • L'Amante (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Abraham Yehoshua
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Titoli attuali di libri, per capire perché la gente non legge
    Libri che vorrei rileggere
    Il vero incubo: un libro stampato male. Di Adelphi edizioni e di Mauro Corona
    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog


    Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus ma siccome non mi piacciono le pubblicità a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete. A me non cambia nulla (anzi).

    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO

    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima