Condividi su Facebook | Commenta

Ann Leckie: Ancillary Mercy

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 05/08/2021
Voto: leggi la recensione
È tutto sotto controllo. Almeno finché il soldato Breq, ispezionando i sotterranei della stazione Athoek, non trova qualcuno che non dovrebbe esistere, qualcuno in fuga dall'impero da tremila anni. E finché non arriva un messaggero dall'alieno e misterioso impero Presger. Breq deve quindi pensare a un nuovo piano. Un piano disperato. Ma questo non l'ha mai fermata.

Recensione

E' il terzo capitolo di una trilogia, fate attenzione perché a leggere solo questo non ci si capisce assolutamente nulla. Io l'ho comprato perchè mi piace comprare gli Urania in edicola ma non avevo letto la quarta di copertina. Quando me ne sono accorto ho pensato che comunque ne sarei venuto fuori, mi è già successo in passato, ma in questo caso è assolutamente incomprensibile. Ci sono popoli, persone, lingue, caratteristiche, tecnologia che vengono chiamate solo col loro nome e ricostruirne i significati è impossibile. Il libro avanza solo a dialoghi per cui si affrontano di continuo questi nomi senza poterli comprendere. E' un tipo di fantascienza che non mi piace: manca di spessore, ci sono tutte queste cose che vogliono dare un tono esotico fantascientifico ma senza uno spessore realistico alla base. Non c'è atmosfera, non c'è profondità, non c'è narrazione ma ci sono solo dialoghi di questa Breq che parla di continuo con tutti. E' un libro vuoto che potrebbe benissimo essere un fumettone e forse avrebbe reso di più. 
Odiosa la mania di rendere tutto al femminile: articoli, attributi... non so se è una cosa del traduttore, dato che non mi risulta ci siano i femminili negli articoli della lingua inglese, resta il fatto che ho capito che è un mondo di femmine, ma trasportare questo nella lingua non delle protagoniste ma della narrazione è un espediente a mio avviso incredibilmente ingenua, per non dire di peggio. Quando leggi "La guardiano", "La tenente", "La soldato" ti viene da spaccare qualcosa. Pare uscire da una vignetta social sulla Boldrini più che da una profonda riflessione.
Magris disse che tutti i libri pubblicati sono belli e da sempre considero questa tesi una bellissima frase ottima per un racconto, ma che nel mondo reale non ha fondamenti.
Ho letto poco più di un terzo del libro e mi sa che lo abbandonerò, cosa che odio fare e faccio veramente in rarissimi casi ma questo libro è tutto ciò che a mio avviso un romanzo, oltre che un romanzo di fantascienza, non dovrebbe essere.
EDIT: ho concluso il libro, abbandonare un libro è una cosa che odio fare, ma ammetto di farlo fatto saltando non poche pagine.

Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Ann Leckie

Tutti i libri di Ann Leckie

  • Ancillary Mercy (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Ann Leckie
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Libri che vorrei rileggere
    Il vero incubo: un libro stampato male. Di Adelphi edizioni e di Mauro Corona
    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog


    Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
    Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima