Condividi su Facebook | Commenta

William Faulkner: Luce d'Agosto

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 26/09/2020
Voto: leggi la recensione
«Nella mia terra la luce ha una sua qualità particolarissima; fulgida, nitida, come se venisse non dall’oggi ma dall’età classica». Così William Faulkner spiegò il titolo del suo settimo romanzo, uscito nel 1932 e subito acclamato come un capolavoro. Ed è tra i riverberi di quella luce implacabile che si consumano le vicende di una folta schiera di personaggi: una ragazza incinta, armata solo di una «riserva di paziente e tenace lealtà», che si avventura dall’Alabama al Mississippi alla ricerca del padre di suo figlio; un uomo solitario dallo strano nome, Joe Christmas, «con un’inclinazione arrogante e sinistra sul viso immobile», che l’isteria razziale del Sud getta nell’abisso tormentoso del dubbio circa il proprio sangue; un reverendo presbiteriano ripudiato dalla sua Chiesa per l’antico scandalo della moglie adultera e suicida; e, circondati da neri invisibili, gli sceriffi, i taglialegna, i predicatori, le donne dal volto di pietra, chi «definitivamente dannato», chi alla ricerca disperata di una chimerica catarsi. E quando nella comunità di Jefferson si sparge la voce di un brutale omicidio, tutti i suoi membri vengono risucchiati in una spirale vertiginosa – così come vertiginosa è la prosa di Faulkner, alla quale, pur allarmati, non riusciamo a sfuggire, esposti fino all’ultimo a un Male subdolo e irrimediabile.

Recensione

L'inizio di questa libro è letteralmente una bomba violentissima: sconfitta, spaesamento,disincanto e ingenuità che distrugge sono tutto ciò che lo compongono e che ci vengono scaraventate addosso con una potenza inaudita. Pensare e sperare che successivamente la cosa si mitighi un po' è vano: questo libro è negativo come poche altre volte vi sarà capitato di leggere libri negativi.
Nessuno vince, molti perdono e senza scampo, in maniera piatta vuota e desolata. Non scopriamo molte cose: i due vecchi nonni di Christmas cosa fanno, chi ha ucciso la Burden e la pistola, se McEachern è morto, la razza di Hightower. Il fatto che rimangono così tanti punti interrogativi è uno dei sensi stesso del romanzo.
Desolante e devastante.
Occhio: scrittura difficilissima, una specie di flusso di coscienza di un narratore onnisciente.
Il sito en.Wikipedia.org fa un'analisi del libro comoda per poter concludere la lettura unendo gli ultimi tasselli che magari ci sfuggono, a me è stato utile riguardo l'ultimo capitolo di Hightower perché l'ho letto in un periodo in cui non avevo molta concentrazione e mi era sfuggito che il nonno lì a Jefferson era morto.

Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di William Faulkner

Tutti i libri di William Faulkner

  • Assalonne, Assalonne! (stato: Libro finito)
  • La Grande Foresta (stato: Libro finito)
  • Le palme selvagge (stato: Libro finito)
  • Luce d'Agosto (stato: Libro finito)
  • L'urlo e il furore (stato: Libro finito)
  • Mentre morivo (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di William Faulkner
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanistan, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog

    Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima