Condividi su Facebook | Commenta

Greg Egan: Diaspora

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 10/06/2016
Voto: leggi la recensione
Con un audace balzo evolutivo, la maggior parte dell'umanità ha deciso di continuare a vivere sotto forma di intelligenze artificiali. Yatima è una delle personalità cibernetiche che affollano la polis, città delle macchine senzienti, e partecipa alle decisioni della comunità. Quando un contagio inesorabile distrugge la piccola percentuale di esseri umani che aveva deciso di continuare nell'esistenza biologica, viene stabilito di lasciare il pianeta: ed ecco la diaspora nello spazio, un esodo di proporzioni titaniche verso il confine della galassia. "Mondi sconosciuti, catastrofi cosmiche e universi multipli per una saga dell'umanità che si estende per miliardi di anni nel futuro": così è stato definito questo romanzo senza confini.

Recensione

Devo chiuderlo qua. In 30 pagine mi è bastato. Sappiate che non è un romanzo: è un trattato di scienza, ma scienza fantascientifica. E' come leggere un libro di scienza teorica, ma sbagliata. Insopportabile. Provate a leggere le prime pagine e capirete. Il succo è: gli uomini nel futuro sono, sostanzialmente, privi di corpo fisico. Altri ce l'hanno, ma sono corpi costruiti. Insomma, sono software indipendenti. Il problema è che la cosa è completamente spiegata per filo e per segno a livello tecnico. Peccato che quella tecnica non esiste, per cui Egan è tutto un misto di termini inventati e strampalati che in 30 pagine non ho capito una sega e non c'era neanche modo di capire perché sono cose inesistenti...
Io questo tipo di narrativa non lo capisco. Né lo apprezzo.
Certo, c'è un gruppo di geeks che sicuramente morirà dietro queste cose, e ne conosco pure qualcuno.
Sinceramente non so come fanno. Da filosofo mi sono scontrato con libri veramente difficili, non potete neanche sapere cosa voglia dire leggere La Logica di Hegel. Ma lì bene o male ne vieni fuori, potrai anche dire alla fine che il ragionamento è senza senso, ma almeno lo capisci. Qui invece non si capisce proprio, perché è una cosa che non esiste che la si vuole far esistere. E poi se proprio lo vogliamo dire, se sei bravo riesci a spiegare le cose nella tua lingua, senza la necessità di inventare parole che, sotto sotto, sono solo stratagemmi perché il tuo ragionamento si era incagliato e non sapevi venirne fuori.
Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Greg Egan

Tutti i libri di Greg Egan

  • Diaspora (stato: Libro finito)
  • Incandescence (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Greg Egan
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanistan, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog

    Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima