Condividi su Facebook | Commenta

Bill Bryson: In un paese bruciato dal Sole, l'Australia

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 31/01/2016
Voto: leggi la recensione
Dopo la strepitosa passeggiata nei boschi degli Appalachi, Bill Bryson è partito per l'Australia: l'isola più estesa del mondo e che è anche un continente, l'unico continente che è anche una nazione, l'unica nazione che è nata come una prigione. Armato di tanto tempo, del suo immancabile diario di viaggio e di inesauribile ironia e curiosità, Bryson ha attraversato in treno l'interno desertico, ha guidato nelle città e lungo le strade costiere, ha camminato e navigato, e si è fermato a parlare più o meno con tutti quelli che ha incontrato. Ayers Rock e la Grande barriera corallina, il bush e la spinifex, i serpenti velenosi e i canguri, Sydney e Canberra, gli aborigeni, i vecchi hippy e i surfisti in cerca della grande onda... il "catalogo australiano", insomma, è completo, e non poche saranno anche le sorprese. Tutto raccontato con la partecipazione emotiva, l'allegria stilistica e l'umorismo che hanno fatto di Bryson lo scrittore di viaggi più letto, e divertente, al mondo.

Recensione

Magnifico e spettacolare. C'è sicuramente molta ironia e molta tendenza a buttarla in ridere in qualsiasi momento, cosa che a volte mi dava un po' fastidio, ma il libro è magnifico.
Magnifico è lo stile: Bryson è brava, non è un giornalista d'oggi, è uno scrittore a tutti gli effetti. Riesce a miscelare bene l'autobiografia, la cronaca di viaggio, le cronaca dotta storico-culturale, la geografia, in un amalgama che non stanca mai e non diventa mai pesante.
Magnifica è però indubbiamente l'Australia, e partendo da un tema così è quasi impossibile, per uno che sappia usare un po' la penna, creare un libro brutto. Sono come le foto nel deserto, molti mi dicevano "Magnifiche foto" ma in realtà basta avere una macchinetta un po' decente e lanciarla per aria con l'autoscatto per ottenere una foto bella.
Bryson è comunque veramente bravo, perché riesce bene a rendere l'immensità di quella regione, riesce a far trapelare molto bene, senza esagerare, quanto lui sinceramente ami quel paese.
Peccato la grande mancanza: la voce degli aborigeni. Molti parlano oltre a Bryson, ma mai un aborigeno. Passano come fantasmi tra le pagine della sua narrazione come (e qui ha usato un grande espediente letterario) passano come fantasmi nella civiltà che ha pervaso il loro paese.
Un libro magnifico, che sarà una soddisfacente lettura sia per chi è curioso sull'Australia, sia per chi ama la letteratura di viaggio, sia per chi vuole conoscerne un po' la storia, sia semplicemente per chi vuole avere un libro da leggere per passare un po' il tempo.
Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Bill Bryson

Tutti i libri di Bill Bryson

  • America Perduta. In viaggio attraverso gli USA (stato: Abbandonato)
  • In un paese bruciato dal Sole, l'Australia (stato: Libro finito)
  • Notizie da un'isoletta (stato: Giacente in deposito)
  • Piccola Grande Isola (stato: Giacente in deposito)
  • Una passeggiata nei boschi (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Bill Bryson
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanistan, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog

    Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima