Condividi su Facebook | Commenta

Arthur C. Clarke: Ciclo di Rama: 3 - Il Giardino di Rama

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 04/11/2013
Voto: leggi la recensione
I sopravvissuti alla missione Newton rimasti all'interno del cilindro Rama II sono in viaggio verso non sanno quale meta. Passano gli anni, mentre il cilindro viaggia nello spazio profondo allontanandosi sempre più dalla Terra e dal Sole, e loro mettono in piedi una micro comunità: Nicola fa dei figli con Richard. Poi alcune tensioni portano quest'ultimo ad andarsene per Rama per circa due anni, e nel frattempo lei sforna figli anche con Michael, perché vuole avere dei maschi e delle femmine non completamente consanguinei per poter dar loro l'opportunità di sfornare figli a loro volta ma non si capisce bene per quale motivo, visto che sono in un cilindro sconosciuto in viaggio nello spazio sconosciuto verso non si sa dove.

Recensione

Insomma, come avrete già capito, questo libro non mi appassiona per niente, e posso dire con certezza già da adesso che è una cagata. Leggetevi intanto la mia recensione di Rama II per capire bene la situazione.
Il punto è che il libro è completamente.... folle! Cioé, basta che i protagonisti restino richiusi in quel cilindro per qualche anno per stravolgere millenni di abitudini. Non hanno problemi ad accettare la situazione di restare isolati, né ad accettare le presenze aliene, né ad accettare di andare verso non sanno neanche loro dove, né di accettare di dividere la donna fra vari maschi, né di accettare che la loro figlia tredicenne si faccia un settantenne, né di accettare gli esperimenti alieni in seguito, né di accettare di aiutare gli alieni a prendere altri duemila terrestri...
Inoltre almeno metà del libro è... di troppo! Perdite di pagine per descrivere un ricordo che non serve a nulla nel complesso della storia. Se avete letto tutto il ciclo di Odissea, che già era un po' vittima di questi esperimenti dialettici di Clarke, sappiate che qua la situazione è infinitamente peggio. Lo splendore del primo libro viene stuprato letteralmente dai due successivi.
Per ora sono solo a metà, chiaramente potrei rivedere le mie posizioni: ma sappiate che arrivare fino a metà è stata dura, e che non vedo l'ora di finirlo... Dubito che, come stavo per fare, mi comprerò il quarto capitolo. Almeno, per ora. Clarke avrebbe dovuto fermarsi prima, come una rockstar che non muore per droga da giovane...
Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Arthur C. Clarke

Tutti i libri di Arthur C. Clarke

  • 2001: Odissea nello Spazio (stato: Libro finito)
  • 2010: Odissea Due (stato: Libro finito)
  • 2061: Odissea Tre (stato: Libro finito)
  • 3001: Odissea Finale (stato: Libro finito)
  • Ciclo di Rama: 1 - Incontro con Rama (stato: Libro finito)
  • Ciclo di Rama: 2 - Rama II (stato: Libro finito)
  • Ciclo di Rama: 3 - Il Giardino di Rama (stato: Libro finito)
  • La città e le stelle (stato: Libro finito)
  • Le fontane del paradiso (stato: Abbandonato)
  • Le guide del Tramonto (stato: Libro finito)
  • Le sabbie di Marte (stato: Libro finito)
  • Medusa (stato: Libro finito)
  • Ombre sulla Luna (stato: Libro finito)
  • Polvere di Luna (stato: Libro finito)
  • Preludio allo Spazio (stato: Libro finito)
  • Terra Imperiale (stato: Libro finito)
  • Voci di terra lontana (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Arthur C. Clarke
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanistan, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog

    Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima