Condividi su Facebook | Commenta

Giorgio Bettinelli: La Cina in Vespa

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 15/10/2010
Voto: leggi la recensione
Dopo quattro lunghi viaggi in Vespa attraverso 134 paesi, dopo più di 250.000 chilometri in sella alle sue due ruote, nel 2004 Giorgio Bettinelli decide di iniziare una nuova vita in Cina. Compra una casa sulla riva sinistra del Mekong, si sposa. Sembra l'avvio di una stagione della vita più sedentaria, o almeno più tranquilla. E invece il demone del movimento è di nuovo in agguato. Il quinto viaggio comincia nel maggio del 2006. Questa volta è un viaggio in un paese solo, ma toccherà tutte le trentatré realtà geografiche che compongono l'immenso mosaico cinese: un All China Tour su due ruote in cui con ironia, con affabilità, con annotazioni puntuali, Bettinelli fa immergere il lettore nel grande punto interrogativo rappresentato dalla Cina di oggi. Dai minuscoli villaggi di provincia agli immensi cantieri cittadini, dalle strade sconnesse ai modernissimi snodi autostradali, dai deserti sconfinati agli shopping malls all'occidentale. Sono diciotto mesi, 39.000 chilometri, per incontrare nuovi ricchi e contadini, burocrati e donne bellissime, vecchi e giovani, per sentire qualcosa degli infiniti sapori e colori, suoni e silenzi che cadenzano la vita di tutti i giorni nei territori dell'antico Impero Celeste. Per conoscere cosa c'è davvero dentro il nuovo miracolo cinese.

Recensione

Il solito Bettinelli, finiti i primi grandi viaggi attorno al mondo, innamoratosi e sposato, disperato per la morte del padre, si trasferisce quasi per caso in Cina. Qualche tempo tumultuoso e dopo aver acquistato una casa fa impazzire la moglie, che lo abbandona. Il destino bussa alla sua porta: bisogna ripartire, andare via per ritrovare se stessi. Contatta la Piaggio, fa millemila carte e riesce ad ottenere i permessi per fare qualcosa di mai fatto da nessuno prima: girare tutta la Cina, tutte le provincie della Cina ad una ad una, in Vespa. 
Come ho già detto relativamente ad altri libri di Bettinelli, dopo il primo si è lasciato un po' andare a vaneggiamenti letterari, trasformando una avventura in un lavoro, trasformando una cronaca di viaggio in uno sfoggio di arguzie letterarie. Peccato, perché le due cose non stanno molto bene assieme.
Vuole fare troppe robe contemporaneamente: il viaggiatore, l'antropologo, il geografo, lo storico, il letterato, il poeta maledetto, il biografo. Ne esce un calderone a tratti veramente pesante da leggere, quando invece dovrebbe essere tutt'altro. Peccato.

Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Giorgio Bettinelli

Tutti i libri di Giorgio Bettinelli

  • Brum Brum. 254.000 km in Vespa (stato: Libro finito)
  • In Vespa. Da Roma a Saigon (stato: Libro finito)
  • La Cina in Vespa (stato: Libro finito)
  • Rhapsody in Black (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Giorgio Bettinelli
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanistan, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog

    Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima