Condividi su Facebook | Commenta

Heinrich Harrer: Sette anni nel Tibet

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL
Una resoconto - molto "chiaccherato" - scritto da un indiscutibile grande alpinista che ci fa apprezzare un Tibet distrutto poco dopo dalla stupidità cinese.
Il Tibet è una nazione particolare. O meglio, è un popolo particolare. C'è molto romanticismo che deforma ciò che ci immaginiamo del Tibet. E c'è molto di ciò che l'attuale Dalai Lama ha voluto far sapere al mondo del Tibet. Harre ci dà uno spaccato tracciato benissimo di ciò che era il Tibet: una società in cui la supremazia del clero religioso era assoluta. Ma sebbene il sistema terribilmente feudale avesse molti lati negativi, tipici di ogni estremismo religioso, il Tibet era particolare, perché la sua religiosità buddista era vissuta intimamente dalla maggior parte del popolo, mentre nelle altre religioni è perlopiù vissuta a livello o di costumi o gerarchico o terroristico.
Quel Tibet è ormai scomparso, e non lo si potrà riavere mai più. Anche se il Dalai Lama tornasse Re-Dio del Tibet, non sarenne più la stessa cosa: la Tecnica vi è entrata, ed una volta che la Tecnica entra in una società la modifica in maniera irrimediabile. Ciò che la tecnica offre, diventa primario: non si può più farne a meno.
Harre ci descrive in maniera spettacolare la sua avventura: diventa uno splendido diario di viaggio, offrendo anche spaccati tecnologici, sociologici, antropologici, teologici di una società quasi ideale, con molti "buchi neri" a rovinarne comunque una globalità che è l'ideale recondito di ogni uomo. L'utopia nascosta in ognuno di noi.
Sotto questo aspetto il libro è tanto bello quanto triste.

Recensione


Vuoi saperne qualcosa di più? Controlla se ho inserito citazioni di Heinrich Harrer

Tutti i libri di Heinrich Harrer

  • Sette anni nel Tibet (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Heinrich Harrer
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanistan, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog

    Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima