Allen Steele, Coyote Rising

ALLEN STEELE

Coyote Rising

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 18/09/2018

Recensione

Anarchici, libertari, collettivisti (e il loro contrario: militari, cospiratori, gerarchi) hanno cercato ugualmente rifugio su Coyote, la luna maggiore del pianeta Orso, nel sistema 47 Ursae Majoris. La prospera colonia interstellare si presenta come un posto ideale per lo smaltimento dei terrestri in esubero. Ma non solo in esubero: da quando l'astronave Alabama ha sbarcato i primi insofferenti sul mondo che promette di diventare una nuova patria, la voce si è sparsa e dalla Terra sono arrivati molti altri pellegrini. Ora Coyote comincia a diventare a sua volta un mondo sovrappopolato e ricco di sfaccettate ingiustizie. Per fortuna i coloni non si perdono d'animo: chi vuole stroncare gli spiriti liberi deve aspettarsi una resistenza strenua, anzi una vera e propria guerra. Ambientata in un grande miscuglio di razze, popoli e tranelli.

Giudizio

Voto:
Come molte altre saghe, anche qui si perde un po' il senso e si introducono elementi diversi per portare avanti una storia che in realtà, già col primo libro, avrebbe potuto essere conclusa subito, lasciandoci così con un buon libro e senza proseguimenti. La scrittura è infatti bella, la trama non male ma è portata avanti troppo lentamente, con dei ex machina che vengono inseriti nella narrazione al solo apparente scopo di produrre pagine in più. Ad esempio, a che cazzo serve la storia di Zoltan Shirow l'uomo pipistrello? All'interno di una narrazione forte è coerente è quasi una fantasia inserita un po' alla cazza, senza un perché, senza uno scopo, non chiarisce nulla né nulla aggiunge se non qualche pagina; perché farla? Compare in modo casuale, e muore. E poi i continui colpi di scena: cambi di programma, Chris che cambia partito, la sorella di Carlos cattiva, le idee del comandanta Lee, e di continuo novità non dette e nascoste da "Hai fiducia in me?" - Queste son cose che non mi piacciono per nulla se eccessive e sono introdotte solo per aggiungere un clima di tensione che però non ha alcun senso specifico se non allungare la narrazione. Nonostante ciò resta comunque leggibile ed intrigante e si vuole sempre arrivare alla fine di un capitolo o un paragrafo per vedere che succede. Una cosa che si perde, però, ed è un gran peccato perché avrebbe potuto essere, o doveva essere, il punto principale del libro e dell'intera saga, è l'atmosfera da colonialismo interstellare: Coyote è quasi in secondo piano, ciò che conta è la guerra tra le fazioni, e il libro potrebbe essere tranquillamente ambientato sulla terra senza nulla perdere. Peccato. I robot Savant ricordano troppo, ma senza un chiaro perché, i robot di Asimov nella Fondazione... Se avete letto il primo libro, allora leggete pure anche questo perché non è male; ma nel complesso se questa saga la perdete, non perdete un pilastro della letteratura fantascientifica.
Cerca citazioni di Allen Steele tra quelle inserite!

Tutti i libri di Allen Steele

  • Coyote (stato: Libro finito)
  • Coyote Estrema Frontiera (stato: Libro finito)
  • Coyote Rising (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Allen Steele
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanista, i talebani, e chi ha ragione
    Prima che fosse troppo tardi: scoprire Stephen King
    Libri relativi al mondo della pesca
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog
    Il Bostro-X
    © Federico "Bostro" Bortolotti 2011

    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

    » www.bostro.net » contatti
    » Privacy Policy

    Licenza Creative Commons
    www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
    Web Bostro.Net