FB share | RSS | ven 01/03/2024 | Menu

Trasformare uno smartphone Android in un Windows Phone con i servizi Microsoft

Categoria: ANDROID

Inserito in DATA: 08/02/2024
Vai ai COMMENTI
No, non voglio parlare di custom rom, non cambio sistema operativo nello smartphone, non installo una innovativa versione di Windows 11 Mobile né dovrete fare alcuna riprogrammazione particolare. Lo scopo è semplice: utilizzate Microsoft Outlook e avete Microsoft 365? Bene, è il vostro caso.
E' infatti proprio da qui che si parte: io ho scelto Microsoft Onedrive come mio software di cloud storage: è integrato in Windows, costa poco, mi dà Office offline, e soprattutto ha la funzionalità dei Ricordi grazie alla quale ogni giorni mi mostra una carrellata di foto che sono state scattate nello stesso giorno degli anni passati. Ma acquistare solo Onedrive non ha molto senso, dato che acquistando invece Microsoft 365 si ottiene, oltre a 1Tb di Onedrive, anche la suite Microsoft Office (che ora non si chiama più così ma sorvoliamo su questa cosa) offline, ovvero installabile.
Sono stato per tantissimi anni un utente affezionato di LibreOffice: è abbastanza veloce, versatile, completo, preciso. LibreOffice ha un sacco di cose in più, o che preferisco, rispetto a MS Office. Esempi di cose che preferisco: il menu classico, una finestra unica per tutti i documenti, Draw. Esempi che cose migliori: scorciatoie tastiera standardizzate (es. CTRL+B per il bold, che in Office è CTRL+G - ma non MS Edge, ad esempio), esportazione in formato .epub; esportazione moduli in pdf compilabili. Patisce tuttavia lo stesso problema che ha Linux: la diffusione. Se vi arriva un file Excel o Word, non è detto che sia pienamente compatibile. In Excel potreste avere delle formule particolari non riconosciute, delle formattazioni perse, delle impostazioni di stampa anche loro perse; in Word potreste trovarvi, oltre a problemi generali di formattazione, con un documentazione originariamente in una pagina che in LibreOffice diventa di due pagine.
Dal canto suo, MS Office ha una cosa che da sempre adoro per la sua versatilità, la sua potenza, e la sua relativa semplicità: sto parlando di MS Access, il software di database. Lo uso da una vita, prima (e ancora, a volte) per database offline, ma soprattutto oggi come database per siti web in ASP, che creo sia per diletto sia per lavoro. Access ti permette di farti la struttura base del database in pochi minuti, e fatto l'upload lo connetti subito alla tua applicazione ASP e ottieni un permetto applicativo online accessibile da ovunque, e allo stesso tempo in qualsiasi momento puoi scaricare il database e utilizzarlo offline, ad esempio con maschere e query già create. E' meraviglioso.
Quindi ho sempre avuto una certa relativa nostalgia di Office e spesso mi sono trovato a dover utilizzare un altro PC di lavoro dove ho Office per caricare un documento problematico, o creare un database con Access.
Data questa premessa, unita alla magnifica funzionalità In questo giorno di OneDrive che mi mostra ogni giorno le foto in ricordo di anni ormai perduti, sono un bel giorno giunto a voler avere uno spazio cloud ben capiente dove riversare le mie foto, i miei documenti, senza dover più pensare a backup in CD e chiavette e dischi USB, così mi sono ritrovato a sottoscrivere l'abbonamento Microsoft 365 Personal.
Ho così ottenuto, oltre a OneDrive, anche MS Office offline. 
Per non parlare ovviamente di MS Edge che è un gran bel browser ma che soprattutto ha Copilot, un accessorio per me fondamentale (anche se sono ben reticente da chiamarlo "intelligenza").

Poi, a ben guardare, ti ritrovi a pensare che, con un solo login, hai: una casella email su outlook.com, completa di contatti e calendario; un software di note su OneNote; Onedrive; Office online. Però io utilizzavo da anni la casella email di gMail, i suoi contatti, e per le note Keep di Google che è tanto veloce ed efficace quanto limitato per l'utilizzo esclusivo dei tag e l'assenza di qualunque formattazione.
Perché non migrare tutto in Microsoft? Quando cambio PC, con un solo login ho online tutto ciò che mi serve! Il problema principale è lo smartphone Android, che funziona da dio con Google.
In realtà avevo già tentato in passato questo passo - vd. questo post - ma il tentativo era fallito per nevrosi - vd. questo post.
Ora ci ho riprovato e ho trovato non una soluzione, bensì un compromesso: questo è lo SPOILER! La cosa è fattibile, ma a patto di rinunce.

Innanzitutto, dovrete migrare tutti i vostri contatti nei contatti di Outlook. Vi avviso che sarà un'operazione traumatica. L'esportazione di Google Mail mi ha dato spesso problemi di compatibilità con Outlook; il problema era di gMail, perché dava in generale problemi anche se tentavo di importare i contatti in Thunderbird. Entrate nell'ottica che dovrete verificare i contatti uno ad uno: alcuni numeri vengono importati male, gli indirizzi vengono importati male praticamente tutti, i compleanni sono drammatici perché inverte giorno e mese.
Questo è il passaggio critico di tutta la procedura. Se, come me, siete ordinati con la rubrica allora non avrete più di tanti problemi, ma se siete di quelli che spendono 900 euro per uno smartphone di marca con 200mpx di fotocamera e poi salvate i contatti come AAAorso e usate la rubrica come quella di uno cellulare fine anni '90 avrete una bella gatta da pelare.
Come secondo passo, dovete spostare il calendario, ma questo è più semplice: esportate il calendario da gMail e lo importate in Outlook web; ovviamente, tenete conto che è un'operazione definitiva perché da web non è possibile esportare i calendari Outlook! Fico è?
Dimenticavo una premessa: Outlook desktop non lo cito perché è un programma talmente idiota che anche solo prenderlo in considerazione mi fa aumentare la pressione, il diabete e la gotta
Fatto questo, bisogna portare tutto in Android, e questo è un punto critico. Se andate negli account di Android non troverete un modo per farlo, perché serve un agente apposito: quando avevo il mio Samsung Galaxy A40 bastava installare la app Samsung Email per poterlo fare, ma con il Motorola Moto Edge 30 5G non c'è verso se non installando Outlook Mobile.
Sarebbe comodo se Microsoft facesse una app Android per aggiungere la sincronizzazione account, in modo da poter sincronizzare contatti e calendario ma usando le proprie app preferite, senza dover passare per Outlook Mobile, ma figurati se Microsoft mai lo farà! E' troppo, per loro...
Che problema c'è, potete pensare? Be, innanzitutto è un programma di merda. In realtà finisce qua, ma è già abbastanza.
Installate Outlook, attivate la sincronizzazione dei contatti e del calendario, e il primo passo è fatto.
Ora, nelle impostazioni della rubrica di Android, dovete impostare i contatti Outlook come predefiniti in caso di salvataggio, altrimenti li salverà nell'account gMail e farete un gran casino.
Già, perché c'è questo "ma": la rubrica Google comunque vi resterà nello smartphone, a meno ovviamente di non cancellare tutto l'account Google però poi non avete neanche il Play Store quindi la reputo un'alternativa impossibile a realizzarsi.
Tenete presente una limitazione che d'ora in poi avrete, per sempre: in Outlook web non c'è una verifica dei contatti duplicati come c'è in gMail e come dovrebbe esserci in qualunque rubrica! Una cosa assurda, che è ancora più assurda se tenete conto che non c'è neanche in Outlook offline!
Ci sarà però nel vostro smartphone ma, sinceramente, non mi sono mai fidato ad usarla perché ho paura che effettui un confronto anche con i contatti gMail che infatti ho deciso di tenere memorizzati, un po' per sicurezza, un po' per un altro motivo che vi spiego tra poco.
Se tutto è ok, potete cancellare dallo smarphone gMail perché non vi servirà più; ovviamente, dovete tenere presente che ora il vostro indirizzo email principale è cambiato, quindi vi conviene attivare il redirect da gmail al vostro nuovo indirizzo email. Andate in gmail, "Tutte le impostazioni", scheda "Inoltre e pop/imap", quindi specificate l'inoltro al vostro nuovo indirizzo spuntando anche "elimina copia in gmail" per non trovarvi la casella Google intasata, visto che non vi accederete (quasi più).
Sotto questo aspetto, tenete conto che in Outlook Web avete un'opzione interessante: potete aggiungere un account Gmail in modo che dalla stessa casella su outlook web potrete controllare anche le email di gMail, senza dovervi loggare a Google. Se dunque cambiate PC, con solo il login all'account Microsoft potete controllare la vostra casella gMail; è utile per verificare agli inizi il corretto inoltre della corrispondenza, come pure se per qualche motivo volete tenere i due indirizzi separati.
Ora, come dicevo, potete cancellare gMail dallo smartphone; vi consiglio di cancellare anche gCalendar ché tanto quella chiavata di Outlook Mobile ha il calendario integrato e quindi ve ne trovereste due, volenti o nolenti, con due notifiche separate. gCalendar diventa dunque ridondante. Io sono un ottimizzatore di terminali e le app doppie o ridondante non hanno spazio nella mia vita.
Fatto ciò siete a posti coi contatti dello smartphone però tenete conto una cosa: sicuramente utilizzate Google Maps. Non ho dubbi, lo usano tutti e in effetti va benissimo. Bene, sappiate una cosa: Google Maps non cerca gli indirizzi che mostra sulla mappa nelle rubriche dello smartphone, ma solo in quella di gMail! Io avevo pensato di svuotare la rubrica Google per far si che, in caso di salvataggio nuovo contatto nella rubrica Google, me ne sarei accorto, tuttavia con questa premessa mi perderei questa comoda funzionalità.
Peccato che Microsoft non preveda una modalità app navigatore per la sua Bing Maps.
Questa mancanza, come pure la mancanza di una semplice sincronizzazione dati account senza obbligo di Outlook, sottolineano la poca lungimiranza di Microsoft nei confronti degli smartphone, da sempre. Hanno fallito col Windows Phone? Be, potrebbero pensare a un pacchetto per windowsizzare Android! Non sono mica l'unico che ha Microsoft 365, perdio! 
Un'altra cosa che non andrà benissimo è la gestione dei contatti preferiti: se segnate un contatto come preferito da Web, lo risulterà anche da smartphone, ma non vale il contrario! Non so perché, ed è una cosa assurda. Il mio smartphone, per motivi vari, è perennemente con la modalità "Non disturbare attiva" che viene ignorata solo dai contatti preferiti, mi è dunque comodo che un contatto preferito venga aggiornato in entrambe le direzioni. Non so perché, ma dovete farci il callo.
Per sfruttare a pieno la situazione nello smartphone installate:
  • OneNote: programma di note molto potente, forse troppo; da smartphone ha la possibilità di gestire anche le note del software Memo integrato in Win10/11 quindi potete leggere, creare, modificare le note che vi troverete direttamente sul desktop;
  • MS Edge: se usate Chrome, non ha senso non usare Edge che è sicuramente meglio;
  • Office Mobile: meraviglioso perché vi dà accesso a editor sia Word sia Excel di tutti i vostri documenti online, nonchè uno scanner per trasformare qualsiasi documenti in PDF;
  • Authenticator: è il programma Microsoft in risposta a Google Authenticar per la generazione delle token numeriche dei siti che richiedono la doppia autenticazione. Come Edge con Chrome, anche questo va meglio di quello di Google perché più versatile, può salvare anche le password di accesso alle app che richiedono autenticazione (come la app di Chessnut che non prevede il salvataggio dei dati utente, ad esempio).
Vi suggerisco anche di provare Windows Launcher: è un launcher veramente bello, completo, veloce, pensato per essere ottimizzato e integrato con tutti i servizi Microsoft: ha widget di Memo di Win10/11, di To-Do, veramente bello. Ha anche il backup remoto della configurazione, lo salva in OneDrive, quindi se cambiate o formattate smartphone vi ripristina il launcher completamente.
Un appunto riguardo ancora le note di Memo di Win10/11: le trovate anche in Outlook Web, quindi potete modificarle anche da lì! Inoltre, quando le cancellate da Desktop vengono gestite come email quindi, in caso di errore, vi basta andare nel cestino di Outlook Web e potete ripristinarle!
Authenticator funziona anche come login automatico all'account Microsoft: quando, ad esempio, devo cambiare PC, mi basta entrare in Outlook/Onedrive/ecc. ed inserire la mia email Outlook, in Authenticator sullo smartphone compare una notifica di sicurezza e, una volta confermata con la biometria, accede all'account sul PC dove mi ritrovo i miei file, la mia posta, le mie note, il mio calendario, Word ed Excel.

Questo è tutto: tolta la questione Google Maps, avete uno smartphone completamente integrato col vostro sistema Windows: sia col vostro PC, sia col vostro account online. Non è poco. E' il Windows Phone che Microsoft non vuole darvi!
E, differentemente, da un simile account Google, i vostri dati possono restare offline mentre ad esempio con Google Foto rimangono solo online. 
L'approccio solo online di Google è ciò che meno mi piace dei loro servizi: Keep è solo online, i documenti editabili di GDrive sono solo online (il formato è quello, sebbene si possano scaricare), le foto sono solo online. No, così a me non va. Se voglio tenere una copia offline delle foto ma allo stesso avere i "Ricordi" di ogni giorno, con Google non posso; o le carico in Google Foto, e allora ho i ricordi ma non le ho offline, o le carico in Drive ma allora non avrò i ricordi - Stessa cosa per Google Drive: le app online vanno benone e, ad esempio, per tenere il vostro portafoglio titoli avete pure la funziona di importazione quotazioni da Google Finance ma funzionerà solo online, anche se salvate il documento in formato .xlsx, e allo stesso tempo anche se create in Drive file in formato .xlsx c'è un problema di compatibilità con le formule. Con Google dovete lavorare online, e basta.
Questa procedura di "windowsizzazione" ha alcune rinunce che bisogna accettare, tutte legate bene o male al vincolo di dovervi legare ad Outlook Mobile. gMail va benissimo: la app Android ha la conferma di eliminazione ed invio che reputavo fondamentali; la versione Web invece è una tra le app web più belle e pratiche che esistono; Outlook invece è molto limitato, ha molte meno impostazioni e funzionalità, e la cosa vale sia lato email, sia lato calendario, sia soprattutto lato rubrica che è scomodissima da usare; per non parlare della sistemazione automatica dei contatti duplicati.
Sullo smartphone non potrete avere link separati per email, calendario e rubrica. Per la rubrica operate con quella dello smartphone (ed occhio ai doppioni, come dicevo), ma per il calendario non c'è verso: bisogna entrare in Outlook e cliccare su "Calendario"; tra l'altro, come app calendario è brutta. O usate ancora Google Calendario e disattivate le notifiche di Outlook Calendario altrimenti le avrete doppie, o vi rassegnate; io ho aggiunto il widget di Outlook Calendario sulla home, lo faccio sempre ma il Widget MS è proprio brutto, non personalizzabile e con la angoli precisi, è "fuori moda". Tuttavia funziona, basta cliccarci sopra e si accede al calendario. 
Per quanto riguarda LibreOffice... addio, amico mio: è stato bello. MS Office bisogna piegarsi a lui, il menu a ribbon l'ho sempre odiato però ha la casella di ricerca che è meravigliosa; ed Excel è potentissimo, una volta che cominci ad usarlo bene. E se hai un dubbio su una formula, sia sulla struttura che sul fatto che esista o meno, o su un database di Access, o su un codice in ASP, hai Copilot. Ho convertito una paginetta aziendale interna da ASP a PHP solo usando Copilot, con tanto di recupero e verifica dell'IP come sicurezza, login con utente e password, scansione di cartelle ed elenco di file... bellissimo. Però Libreoffice rimane installato perché quando devo creare dei pdf compilabili per il lavoro, o convertire un testo in epub per leggermelo sull'ebook, solo Libreoffice ha queste possibilità.

Avete qualche dubbio riguardo Android Auto? Be, chiavatevi. E' una applicazione che non uso, e soprattutto reputo sia un'applicazione che non dovrebbe esistere. In auto si guida, e si sta attenti alla guida; punto. Ok una radio, o un lettore cd, o il vivavoce, ma basta qua: che cazzo altro dovete fare in auto? Guidare, è quella l'unica cosa da fare, e fare attenzione. Ci sono già sufficienti minorati mentali alla guida, bisogna pure dargli delle app per smanettare?

Vediamo alcuni brevi punti riepilogativi delle principali criticità:
  • la rubrica ha la ricerca dei doppioni che è una cosa a mio avviso indispensabile, ma inoltre fa una ricerca incrociata coi dati di Google Maps di conseguenza aggiorna automaticamente foto e dati delle aziende, indirizzi, e via dicendo
  • la rubrica è integrata con Google Maps anche dal punto di vista di Maps stesso, ovvero nella ricerca di Google Maps vi vengono indicata gli indirizzi dalla rubrica; se cerco l'indirizzo di un amico, posso cercarlo direttamente in Maps e inoltre la mappa me li farà già vedere tutti in panoramica
  • ovviamente, la mancata integrazione di Maps sarà sia via app Android, sia via browser da PC; via browser c'è chiaramente Bing Maps ma con tutti i suoi limiti, es. assenza di StreetView e integrazione in Maps della potente indicizzazione del motore di ricerca Google
  • la rubrica di Outlook è un po' ostica, apre o pochi campi o troppi e a volte fa venire il nervoso; inoltre se memorizzo il nome di una azienda nel campo "Società" questo non viene mostrato nell'elenco contatti ma devo obbligatoriamente aggiungerlo nel campo "Nome", è una cretinata che però per quelli che come me tengono una rubrica ordinata fa la differenza
  • se ridimensionate la finestra della rubrica a mezzo schermo diventa ingestibile
  • l'email di Outlook ha impostazioni mancanti e l'annullamento entro x secondi non funziona bene
  • la visualizzazione per conversazioni non è precisa, a volte non raggruppa bene e tende a nascondere le nostre risposte
  • la leggibilità della app di posta è difficoltosa, ho provato varie palette di colori ma secondo me andrebbe rivista
  • il calendario funziona bene, questo si e forse è anche più leggibile di quello di Google, ma mi dà i nervi il fatto che non vi sia l'esportazione; se lo esportate da Outlook per Windows lo esporta male, ad esempio gli eventi ripetitivi non vengono esportati come tali ma ciascuna come istanza a se stante
  • Outlook per Windows è un programma che può andare a fare in culo, e il Nuovo Outlook è veramente privo di un sacco di caratteristiche (ad esempio, nel Nuovo Outlook non è possibile spostare un messaggio da un account all'altro!)
  • entrate nell'ottico che il vostro smartphone resterà uno smartphone Google: la sincronizzazione dei contatti Outlook non è eccezionale, a volte sbaglierete e aggiungerete un contatto alla rubrica di Gmail
  • siete legati alla app Outlook in Android, app che è veramente pietosa
Questo articolo l'ho iniziato ormai più di un mese fa e sono alcuni mesi che vado avanti col mio Windows Phone: sappiate che funziona tutto, sebbene permanga continuamente un senso di insoddisfazione e una certa sfiducia generale. 
Insomma, il sistema di Google funziona indubbiamente meglio, e il vostro smartphone resterà un Android.
Però è fattibile.

Non perderti gli altri articoli dal blog categoria ANDROID!


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy.
Ricordate che i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.








© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO
CONTATTI: info[at]bostro.net

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima