CATEGORIE:
Hamburger 3.0 Maxi Style

Hamburger 3.0 Maxi Style

Categoria: CUCINA

Inserito in DATA: 28/07/2017
Vai ai COMMENTI
Continuo con la generazione autonoma di hamburger, ovvero del miglior pasto che esista! Non c'è alcun dubbio: un hamburger ben fatto è buono, è allegro, è antidepressivo, è calmante, è... è un capolavoro! E io ormai sono un maestro.
Dopo la mia prima pubblicazione in cui sottolineavo che un Hamburger è per le fichette, e la versione modificata con l'uovo per creare il succulento Hamburger 2.0, questa volta è la volta del MAXI.
Perché un Maxi?
Semplice: perchè la mitica Lidl della quale come sapete sono socio ideale, ora fa anche il pane per hamburger grande. Per intendersi, in un pacco ci sono 4 panini invece di 6.
Con un pacco di macinato di manzo ho fatto tre hamburger e, credetemi, erano sufficienti.
Solito impasto di carne macinata di manzo con uovo, cipolla tritata, pane grattuggiato e spezie a volontà: rosmarino, cumino, curry, pepe, sale, e che cazzo d'altro non ricordo mi pare erba cipollina e noce moscata e poi bo.
Si cucinano gli hamburger in padella con olio e burro, a fine cottura si mette sopra una fetta di formaggio a fette offerte texane sempre Lidl, quindi si toglie il tutto, si svuota un po' di grasso e si mette nella stessa padella il pane a cucinare e a imbibirsi per bene di quei liquidi cancerogeni che ci sono sopra. 
Va fatta rosolare anche della cipolla con dello zucchero perché si caramelli.
A quel punto, come dicono gli chef del cazzo, impiattare: pane, senape (scaduta nel 2015), ketchup e maionese, io anche tabasco sia verde sia rosso. Ancora un formaggio, hamburger, pomodoro, lattuga, la cipolla, quindi fare su nella carta stagnola e mettere in attimo nella bistecchiera già calda.
Ne avevamo uno e mezzo a testa, alla fine la Betta ha mollato dopo uno e un quarto e io ho mangiato uno e tre quarti... una bomba.
L'hamburger, in questa versione, è stato soprannominato Hamburger NO-2020 perché chi lo mangia non andrà oltre l'anno 2020 (nella migliore delle ipotesi).
Sfortunatamente devo ammettere due mancanze:
1) il bacon, ma forse è stato meglio così;
2) non avevo neanche una birra, dio bueo!

MATERIALE A CORREDO


Inserisci un commento

Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

» www.bostro.net » contatti
» Privacy Policy

Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net