CATEGORIE:
Cominciare a suonare l'Ukulele

Cominciare a suonare l'Ukulele

Categoria: UKULELE

Inserito in DATA: 04/02/2017
Sia che non sappiate nulla di teoria musicale e di strumenti, sia che siate dei musicisti professionisti con qualche altro strumento, potete sicuramente seguire questa procedura perché, nel complesso, vi basterà togliere qualcosa se siete già esperti, o concentrarvi su qualcos'altro se siete agli inizi, e sarete a posto comunque.
Se non l'avete già fatto, date un'occhiata alla mia introduzione all'Ukulele perché lì troverete molti link e pagine utili per imparare questo strumento online e gratis, senza spendere troppo, risorse che qui saranno citate.
Innanzitutto c'è la scelta dello strumento da acquistare. Il Soprano è l'Ukulele classico, sia per dimensioni, sia per sonorità. Il Concerto è tuttavia un po' più comodo perché ha la tastiera più lunga e vi consente, oltre ad avere qualche nota in più, di poter suonare gli accordi con più facilità perché vi assicuro che lo spazio è poco! :-)
Il Soprano è dunque la base; se suonate già uno strumento, o se comunque sapete che vi concedere un po' di tecnica in più, prendetevi un Concerto, e solo se avete assolutamente intenzione di diventare dei professionisti prendetevi un Tenore; le misure successive sono troppo "chitarristiche" secondo me.
Considerazione personale: se volete suonare l'Ukulele non pensate in termini di chitarra, ma in termini di semplicità e semplificazione. Esistono ottime chitarre piccole per fare le cose professionali; se scegliete l'Ukulele, fermatevi all'Ukulele e scegliete un Soprano o un Concerto, e senza spenderci miliardi. E punto. Se non condividete questo pensiero, non siete nel posto giusto: per me è una scelta pratica, portabilità, semplicità, zero pensieri!
Poi: spendete qualche soldo. Anche se è il vostro primo Ukulele, spendete un po', tanto comunque si parla di 70/80 euro o massimo 100 e combinate un buono strumento. Ok io ne ho spesi di meno, e sono contento: ma, sinceramente, avevo pensato all'inizio in termini troppo giocosi, per poi accorgermi che non è così; tornassi indietro comprerei sempre un soprano, ma qualcosa di più carino.
Munitevi anche di un accordatore elettronico a pinza (costa 2/3 euro), prendetevi subito una custodia a sacca (costa 5/6 euro), e magari un laccetto per tenerlo a tracolla (anche questo pochi euro) soprattutto se siete belli alti, come vedete dalle mie foto io sono un bel manzo di 1,90mt e la posizione classica dell'Ukulele nel mio caso vede la mano che arpeggia un po' troppo avanzata sulla tastiera. In questo modo fatico un po' a sorreggerlo perché devo spostarla e perdo il sostegno. Le cinghie per ukulele, siccome pesa pochissimo, sono spesso dei semplici lacci con un gancio che si attacca all'ukulele sulla buca della cassa del corpo passando da dietro, e semplicemente lo sorregge: cercate su Google e ne trovate decine. 
Per acquistare visitate il Mercatino dell'Ukulele che ha tutto quanto vi servirà!

Siete pronti.
Ora scaricatevi la guida I Primi Passi del Mercatino dell'Ukulele. Questa guida vi permette di conoscere il vostro strumento, ovvero storia, versioni, com'è composto, e via dicendo. Se pensate che queste cose siano superflue, buttate l'Ukulele e poi buttatevi da un ponte perché non avete capito un cazzo di cosa significhi suonare uno strumento musicale.
Poi imparate bene le note delle corde sia per saperlo accordare, sia per conoscere lo strumento: cominciate già a fraternizzare con le note principali della tastiera, almeno quelle al 3°, 5°, 7° tasto così avrete una base per capire cosa state suonando.

GLI ACCORDI:

suonare l'Ukuele è difficile per via delle dimensioni. Gli accordi hanno posizioni diverse rispetto alla chitarra, e lo spazio è piccolo per cui alcuni accordi saranno difficile perché non capirete subito come mettere le dita. Il Re non è male, il Mi è da capire perché va fatto, in sostanza, un barré a metà con l'anulare mentre con l'indice dovete premere la prima corda; necessita di esercizio. Date sicuramente un'occhiata alla tabella che c'è nel libro, ma concentratevi magati sui principali, fateli e suonateli più volte.
Provate a fare alcune sequenze a caso, tanto per prendere mano coi cambi di accordo. Entrate nell'ottica, comunque, che molte canzoni che vi piacciono, o che magari già sapete per chitarra, dovranno essere trasposte di tonalità per poter essere suonate con l'Ukulele, questo è un prezzo da pagare per suonare con uno strumento che ha poche corde e pochi tasti. Più è lungo l'Ukulele, più potrete giocare con alcuni barré ma con un Soprano standard non è che avete tanta scelta.
Per cui imparate intanto gli accordi principali in maggiore, poi il minore, poi gli accordi in 7, e qualche variante.
La cosa principale però è cominciare, da subito, a suonare, per cui fate un primo passo con le progressioni principale che trovate allegate o anche quelle citate qui in basso.
Ricordate che, oltre alle app per cellulare, qualsiasi su qualche accordo abbiate lo risolverete con questo sito.

LO STRUMMING:

importantissimo è capire come muovere la mano destra. Suonerete gli accordi perlopiù con l'indice, un po' d'unghia non guasta. Lo Strumming serve a dare il ritmo, se volete cantare sopra l'Ukulele dovrete macinare bene lo strumming in modo che la mano impari a muoversi da sola senza perdere il tempo.
Imparare lo strumming è utile anche per saper gestire bene i cambi di accordo. Studiate quindi quei ritmi che vi propone la Guida, e cominciate a farli anche facendo alcuni cambi di accordo.
Vi allego un file con alcuni strumming patterns che potete stampare e tenere come esercizio o promemoria.

I GIRI BASE:

i giri base sono le prime progressioni di accordi che potreste imparare, molte volte con questi giri riuscirete a fare decine e decine di canzoni. Vanno bene soprattutto per cominciare ad imparare a fare gli accordi, a cambiarli durante le pennate, e a gestire lo strumming.
I giri base sono i seguenti, semplicissimi:
  • Giro di Do: DO - LAm - FA - SOL7
  • Giro di Fa: FA - REm - SIb - DO7
  • Giro di Sol: SOL - MIm - DO - RE7
  • Giro di Re: RE - SIm - SOL - LA7
  • Cominciate a suonarli tutti variando lo strumming. Potete usare quella tabella che trovate allegata in questa mia pagina con alcuni esempi di strumming. Potete anche cercare su Google altri strumming, inoltre c'è una pagina con Strumming Patterns su UkuleleHunt molto bella con vari esempi di strumming per genere musicale, e canzoni che utilizzano quel particolare strumming.
    Se siete già avanti e vi interessa, potete già passare ai giri Blues:
  • Blues in La: LA7 - RE7 - LA7 - LA7 | RE7 - RE7 - LA7 - LA7 | MI7 - RE7 - LA7 - MI7
  • Blues in Do: DO7 - FA7 - DO7 - DO7 | FA7 - FA7 - DO7 - DO7 | SOL7 - FA7 - DO7 - SOL7
  • Questo vi insegnerà a fraternizzare con lo strumming blues che è un po' più complesso perché sincopato, tuttavia per il blues vi serve qualcosa di più altrimenti con i soli accordi è un po' una merda.

    Una volta che avrete preso mano con i giri di cui sopra, gli accordi principali, e lo strumming, cominciate a fare qualcosa di più serio suonando qualche canzone. Secondo me saltate quelle inserite nella Guida del Mercatino, imparate giusto Somewhere Over the Rainbow perché ha degli accordi semplici e simpatici e perché è il classico per Ukulele, nonché un classico in generale che tutti conoscono.
    Scegliete qualche canzone semplice per conto vostro, e suonatela. Cominciate con canzoni che non abbiano tanti arpeggi, con canzoni con strutture semplici frase - ritornello - ecc. perché se vi prendete subito una canzone rap o un pezzo metal siete a posto!
    Andate su Ukulele-Tabs oppure UkuTabs.com e cercate qualche canzone che vi piace e suonatela.
    Canzoni che vengono bene con l'Ukulele sono Hotel California degli Eagles, The House of the Rising Sun degli Animals (queste due permettono anche di fraternizzare con gli arpeggi), Tuesday's Gone dei Lynyrd Skynyrd, dei mitici anche Free Bird o Sweet Home Alabama, che con l'introduzione vi permette di fare già qualche arpeggio, poi il sempiterno Bob Dylan le cui ballate sono perfetto per l'Ukulele. Anche Fabrizio de André suona bene.
    Preso mano con tutto ciò, cominciare a fare le stesse identiche canzoni ma arpeggiando e questo sarà l'ultimo passo. Ottimo il sito UkeBuddy che ha una apposita sezione dedicata agli arpeggi.
    Cominciate ad arpeggiare, imparando le canzoni che fate con gli accordi ma questa volta arpeggiando in sequenza le corde: G-C-E-A oppure G-C-E-A-x-E-C-E e magari ogni tanto aggiungendo una variante, una note solitaria col mignolo ad esempio durante un Re, o un DO che si prolunga molto bene ai tasti 7, 8 e 10.
    Le introduzioni a Hotel California e a The House of the Rising Sun vanno arpeggiate e vi verranno perfette.
    Da qui in poi sarà tutto in crescita, ma la sostanza l'avete già: le fondamenta e  la struttura è fatta, ora c'è solo da arredare.
    NOTA: fraternizzate con la notazione anglosassone delle note perché per lo più troverete quella in giro: Do=C - Re=D - Mi=E - Fa=F - Sol=G - La=A - Si=B
    Nel frattempo, questo sono io che suono Hot Tamales, They're red hot di Robert Johnson!


    MATERIALE A CORREDO

  • Accordi.pdf
  • Progressioni.pdf
  • Strumming Patterns.pdf

  • Il Bostro-X
    © Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy


    Licenza Creative Commons
    www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
    Original Friulano
    ORIGINAL FRIULANO!
    Web Bostro.Net