Fenouil, In moto a Dakar nell'inferno del Sahara

AUTORE: Fenouil

TITOLO: In moto a Dakar nell'inferno del Sahara


Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 15/02/2018

Recensione

Un racconto delle prime avventurose traversate transahariane in moto, dalle quali ha avuto origine la famosa Parigi Dakar. La sfida al deserto del Sahara raccontata da Fenouil, al secolo Jean-Claude Morellet, a bordo di una Kawasaki 900 e poi di una Kawasaki 350 Big Horn. Pilota di moto e navigatore su auto dal 1973 al 1993, ha partecipato a molte edizioni del Rally Parigi - Dakar, di cui è stato direttore nel 1994, ideando l'andata e ritorno Parigi/Dakar/Parigi. Recordman della Transahariana. Creatore e organizzatore del 1° Rally della Tunisia auto-moto, del Rally dei Faraoni, della Parigi-Dakar e del Rally della Pace Egitto-Israele, del Desert Cannonball, del Rally delle Piramidi. Fu pure organizzatore di diverse prove VTT e ULM nel deserto, e di due Rally del Nilo per barche. Ha vissuto in Camerun, in California e in Francia, dove risiede. Oggi organizza una gara di regolarità per auto d'epoca Le Mille et une Nuits, e raid estremi nel deserto in Egitto, America, Messico, Alaska e Siberia.

Giudizio

Voto:
Scrittura molto semplice, forse troppo perchè è veramente un misto fra appunti e un diario mal riletto, scritto da uno che con la penna non ci sa fare molto. Pare di leggere le pagine di un blog. Peccato perchè per una celebrità del motociclismo come Fenouil mi aspettavo una scrittura un po' più serie ed elaborata perchè comunque non sto leggendo un blog, ma ho acquistato un prodotto editoriale. A ciò si aggiunga una cosa ancora peggiore: la TRADUZIONE! E' pessima, e ci sono molte sviste sia strutturale (frasi inconcludenti) sia tipografiche (perdita di punteggiatura). Tutto questo in un libro che per sua fortuna parla di attraversamenti di deserti che oggi non è più possibile fare: spicca infatti sia la naturella di compiere un'impresa simile, naturalezza in parte dovuta alla mancanza di determinati apparati tecnologici che oggi ci precludono molta spontaneità; sia la differenza di mondi mussulmani, ed infatti c'è subito evidente una certa incomprensione reciproca ma aperta alla conoscenza, mentre oggi c'è più incomprensione dovuta alla presunzione di conoscere già. Sono due mondi perduti, entrambi sconfitti dai tempi di oggi dove si presume di sapere tutto quanto perchè c'è l'informazione universale, e dove al cotnrario stiamo tornando indietro proprio perché "Wikipedia" (ad esmepio) ci dà l'idea di poter sapere già tutto leggendo poche righe. Peccato che questo mondo perduto non sia giustamente celebrato da una scrittura adeguata, che è invece molto povera e superficiale.
Nel complesso un libro che può piacere solo ad un motociclista, e non più di tanto interessato al lato della scrittura. Tornassi indietro, sono sincero, non lo ricomprerei. Né lo consiglio: su internet si leggono racconti ben più interessanti. Oltretutto di "interessante" ci sono circa due terzi del libro, ovvero quelli successivi alla partenza per Dakar, perché la prima parte con l'incontro col Sahara è veloce e sbrigativa e non brutta.
Persino la selezione di foto, abbondante, non vale la pena.

Cerca citazioni di Fenouil tra quelle inserite!

Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanista, i talebani, e chi ha ragione
Prima che fosse troppo tardi: scoprire Stephen King
Libri relativi al mondo della pesca
Emil Cioran
Leggi tutti i post, categoria LIBRI
Parental Advisory Bostro.Net
Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia!

Qualsiasi utilizzo non autorizzato dei contenuti pubblicati dal dominio www.bostro.net va segnalato al Bostro e bisogna richiedere la sua autorizzazione.

» www.bostro.net » contatti

» Privacy - Feed RSS
Original Friulano
ORIGINAL FRIULANO!
Web Bostro.Net