Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Israel Joshua Singer

TRATTO DA: I fratelli Ashkenazi


Dal cielo sopra Lodz era scesa una fitta nebbia. Si levò un vento che gettò la polvere del cimitero negli occhi della folla radunata per il funerale. Lentamente, tristemente, come la nebbia che gravava sopra di loro, tutti tornarono verso la desolata città, ormai estranea. 
«Sabbia», mormoravano, coprendosi gli occhi. «Tutto quel che abbiamo costruito, l'abbiamo costruito sulla sabbia.» La sera scendeva a rapidi passi. Sopra la folla in lutto, nel cielo nero, passò stridendo uno stormo d'uccelli in una formazione a mezza luna.
Categoria: NARRATIVA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

E' il finale. Potentissimo. Uno dei finali più perfetti che abbia mai trovato in un libro.

Cerchi altro? Torna a tutte le citazioni di Israel Joshua Singer presenti tra le mie citazioni

Commenta con Disqus!



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima