Condividi questa pagina su Facebook

Citazioni, aforismi, motti di Gabriel Garcia Marquez

AUTORE FILTRATO: Gabriel Garcia Marquez
CENT'ANNI DI SOLITUDINE, di Gabriel Garcia Marquez
DELL'AMORE E DI ALTRI DEMONI, di Gabriel Garcia Marquez
IL GENERALE NEL SUO LABIRINTO, di Gabriel Garcia Marquez
L'AMORE AI TEMPI DEL COLERA, di Gabriel Garcia Marquez
L'AUTUNNO DEL PATRIARCA, di Gabriel Garcia Marquez
MEMORIA DELLE MIE PUTTANE TRISTI, di Gabriel Garcia Marquez
VIVERE PER RACCONTARLA, di Gabriel Garcia Marquez
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine"
Non si muore quando si deve, ma quando si può.[Colonnello Aureliano Buendìa]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine"
Molti anni dopo, di fronte al plotone di esecuzione, il colonnello Aureliano Buendia si sarebbe ricordato di quel remoto pomeriggio in cui suo padre lo aveva condotto a conoscere il ghiaccio. Macondo era allora un villaggio di venti case d'argilla e di canna selvatica costruito sulla riva di un fiume dalle acque diafane che rovinavano per un letto di pietre levigate, bianche ed enormi come uova pr [continua...]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine"
Taciturno, silenzioso, insensibile al nuovo soffio di vitalità che faceva tremare la casa, il colonnello Aureliano Buendìa comprese a malapena che il segreto di una buona vecchiaia non è altro che un patto onesto con la solitudine.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine"
Non immaginava che era più facile cominciare una guerra che finirla.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine"
Fece allora un ultimo sforzo per cercare nel suo cuore il luogo dove gli si erano putrefatti gli affetti, e non poté trovarlo.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di solitudine"
-Il migliore amico,- soleva dire allora, -è quello che è appena morto.- [Aureliano Buendìa]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Cent'anni di Solitudine"
Non si muore quando si deve, ma quando si può.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Dell'amore e di altri demoni"
Nessun pazzo è pazzo se ci si adatta alle sue ragioni.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Dell'amore e di altri demoni"
L'incredulità resiste più della fede, perché si sostenta dei sensi.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Il generale nel suo labirinto"
José Palacios, il suo domestico più antico, lo trovò che galleggiava sulle acque depurative della vasca da bagno, nudo e con gli occhi aperti, e credette che fosse annegato. Sapeva che era uno dei suoi molti metodi per meditare, ma lo stato di estasi in cui giaceva alla deriva sembrava quello di chi non appartiene più a questo mondo. Non si azzardò ad avvicinarsi, ma lo chiamò con voce sorda secon [continua...]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
Era inevitabile: l'odore delle mandorle amare gli ricordava sempre il destino degli amori contrastati. Il dottor Juvenal Urbino lo sentì non appena entrato nella casa ancora in penombra, dove si era recato d'urgenza a occuparsi di un caso che per lui aveva smesso di essere urgente già da molti anni. Il rifugiato antillano Jeremiah de Saint-Amour, invalido di guerra, fotografo di bambini e suo avve [continua...]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
Si può essere innamorati di diverse persone per volta, e di tutte con lo stesso dolore, senza tradirne nessuna, il cuore ha più stanze di un bordello.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
Un uomo sa quando sta diventando vecchio perché comincia ad assomigliare a suo padre.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
i sintomi dell'amore sono gli stessi del colera.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
...gli esseri umani non nascono sempre il giorno in cui le loro madri li danno alla luce, ma che la vita li costringe ancora molte altre volte a partorirsi da sé.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
Fu così che si trovò quando meno se l'aspettava nel santuario di un amore estinto ancor prima di nascere
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'amore ai tempi del colera"
Lo spaventò il sospetto tardivo che è la vita, più che la morte, a non avere limiti.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'autunno del Patriarca"
Durante il fine settimana gli avvoltoi s'introdussero nella casa presidenziale, fiaccarono a beccate le maglie di filo di ferro delle finestre e smossero con le ali il tempo stagnato nell'interno, e all'alba del lunedì la città si svegliò dal suo letargo di secoli con una tiepida e tenera brezza di morto grande e di putrefatta grandezza. [Incipit]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'autunno del Patriarca"
Non faceva attenzione a quello che gli dicevano ma scrutava la penombra degli occhi per indovinare quello che non gli dicevano.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'autunno del Patriarca"
...una novizia mediocre, come tutte, ma lui sentì che era l'unica donna nel branco di donne nude, l'unica che passando davanti a lui senza guardarlo lasciò una scia oscura di animale di selva che si portò via la mia aria di vivere ed ebbe a malapena il tempo di spostare lo sguardo impercettibile per guardarla per la seconda volta per sempre per sempre
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "L'autunno del Patriarca"
Proclamò una nuova amnistia per i prigionieri politici e autorizzò il ritorno di tutti gli esiliati tranne gli uomini di lettere, naturalmente, quelli mai, disse, hanno la febbre nelle vene come i galli di razza quando stanno mettendo le penne di modo che non sono buoni a nulla se non quando sono buoni per qualcosa, disse, sono peggiori dei politici, peggiori dei preti, immaginatevi.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Memoria delle mie puttane tristi"
L'anno dei miei novant'anni decisi di regalarmi una notte di amore folle con un'adolescente vergine. [è l'incipit del romanzo]
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Memoria delle mie puttane tristi"
Il mondo avanza. Si, gli dissi, avanza, ma girando intorno al sole.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Memoria delle mie puttane tristi"
L'autista mi avvertì: Attenzione, professore, in quella casa ammazzano. Gli risposi: Se è per amore non importa.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Memoria delle mie puttane tristi"
È impossibile non finire per essere come gli altri credono che uno sia.
Categoria: Narrativa
Gabriel Garcia Marquez, "Vivere per raccontarla"
La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla.
Categoria: Narrativa

1



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS