Share | RSS | ven 21/06/2024 | Menu

Installare gli scacchi nell'ebook reader Kobo Aura Edition 2

Categoria: SCACCHI

KEYWORDS: custom rom | ebook | kobo | personalizzazione | scacchi | software |
Inserito in DATA: 30/09/2023 | Vai ai COMMENTI
Quanto presi il mio primo Kobo Aura, la versione del software di fabbrica comprendeva anche gli scacchi, che però poi scomparvero sostituiti da quel cazzo di Sudoku. Mi pare che nelle ultime versione sparì anche quello.
Recentemente ho adocchiato il Pocketbook Era: la batteria del mio Kobo Aura Edition 2 si scarica ora più velocemente di anni fa e, leggendo sia ebook che libri cartacei, mi capita spesso di prendere in mano il mio amato Kobo e trovarlo con la batteria scarica.
Proprio ieri sera mi è capitata la versione peggiore di questo problema: avevo concluso la lettura di La diagonale Alekhine seduto sul trovo, poi sono andato a letto e ho ripreso la lettura di Le torri di Cenere ma mi sono accorto che la batteria era sotto il 10% e a un certo punto si è spento. Odio dovermi mettere a letto quando vuole lui; sono io che scelgo quando spegnere la luce!
Inoltre mi sono rotto le balle delle porte micro-USB, passare a un lettore con ricarica usb-C sarebbe più congeniale: la porta è migliore, e conformerei il lettore ebook alla ricarica dello smartphone.
Stavo quindi pensando a un nuovo Kobo quando ho visto una recensione di questo Pocketbook Era: bello, personalizzabile, con supporto agli epub, ricarica usb-C, schermo da 7'' e soprattutto app scacchi integrata.
Non riuscivo però a trovare nessuna recensione di questa app, per capire com'era fatta: si può giocare contro il motore? che motore ha? la forza è personalizzabile?
Così, cercando informazioni sul Pocketbook Era ho scoperto il miniportale Github di uno sviluppatore che ha sviluppato una app di scacchi con motore integrato per giocare offline, installabile sia sul Kobo sia sul Kindle.
Ho provato la app su Kobo e taaac! Funziona!
Che utilità c'è ad avere gli scacchi su un ebook reader? Be, la risposta è una e la stessa a chiedere che utilità c'è ad avere un ebook reader se c'è già lo smartphone: lo schermo e-ink. Tutto qua.
Lo schermo e-ink è meraviglioso: non stanca, non fa riflessi, non consuma...
Come per leggere libri, giocare a scacchi con uno schermo e-ink ha la stessa utilità. Oltre al fatto che è mediamente più grande dello schermo di uno smartphone.
Ma come fare?
Be, le istruzioni dello sviluppatore sono complete ed esaustive, io vi riporto qua la procedura in italiano.
Io ho testato la procedura solo su Kobo, non ancora sul Kindle: precisamente, il mio Kobo è un Aura Edition 2, nei prossimi giorni proverò anche sul Kindle, mod. Paperwhite [edit: ho letto le istruzioni, sul Kindle è un po' più complesso perché mi pare di capire bisogna fare una modifica al firmware, quindi lascio perdere. Provateci voi]
Sul Bobo la procedura funziona!!!
Il sito web dello sviluppatore è https://wiki.vlasovsoft.net/doku.php?id=en:installation#kobo  e lì trovate tutte le informazioni necessarie per l'installazione, di seguito la mia versione e in italiano.
Innanzitutto, bisogna aprire Opzioni Cartella di Windows e disattivare il nascondimento dei file di sistema.
Poi si potrà collegare il Kobo al PC, andare alla posizione /.kobo/Kobo e aprire il file Kobo eReader.conf: se non già presenti, incollare alla fine le seguenti due righe:
[FeatureSettings]
ExcludeSyncFolders=\\.(?!kobo|adobe).*?
Scollegare l'ebook con la funzionalità Windows, quindi ricollegarlo e installare il menu aggiuntivo NickelMenu: scaricarlo (KoboRoot.tgz) e copiarlo nella cartella /.kobo. Va copiato il file .tgz così com'è, senza scompattarlo.
Scollegare nuovamente l'ebook: si riavvierà e installerà il menu, considerandolo un aggiornamento. Al riavvio vedrete infatti in basso a destra la voce NickelMenu.
Ultimo passaggio: ricollegate l'ebook, scaricate il file col pacchetto degli scacchi pbchess , scopattatelo e copiate il contenuto (pacchetto [date].kobo.zip) nella cartella radice dell'ebook reader.
Scollegare l'e-reader, riavviare, e siamo a posto: in basso a destra ci sarà un nuovo menu, quello ivviamente di NickelMenu, e cliccando sopra si aprirà un menu con varie app (un file managare, reversi, sudoku, dama, e persino Dropbox) tra le quali "chess."
FATTO.
Il programma non è male, a me dà problemi quando esco dal menu, l'ebook si riavviare, ma chi se ne frega.
Funziona bene: si può giocare in modalità due umani, ovvero usando la scacchiera come una scacchiera fisica giocando seduti al tavolo col proprio avversario davanti che muoverà i suoi pezzi sul display, ma c'è anche una lista di vari motori interni per giocare offline.
Non li conosco, so solo che la prima partita (giocata a cazzo per verificare il funzionamento) l'ho persa per scacco matto in una ventina di mossa!
Ora, quando vado a letto e non ho voglia di leggere (ma capita di rado), posso farmi una partita a scacchi con un programma che non vedo malissimo, ma soprattutto ho una app di scacchi.

Post Scriptum: per disinstallare Nickelmenu, creare un file in /.adds/nm/uninstall e riavviare il Kobo.

EDIT: dopo averlo provato per un po' posso dire che va molto bene. Bisogna un attimo perdere tempo a comprendere la logica delle impostazioni, piuttosto incasinata e non ridefinita, io ho ridotto tutti i caratteri a 12. La scacchiera è ridimensionabile a mano, quindi occhio con gli "slide" che potrebbero rimpicciolirla. Il motore interno è Fruit e si comporta bene, è forte ma non infallibile e le sue mosse sono piuttosto comprensibili ovvero umane, vi lascia margine di gioco. Modificare le impostazioni del motore invece è complesso poiché non c'è una impostazione facilitata ma bisogna andare a toccare direttamente i parametri di calcolo, cosa che richiede studio per comprendere come funziona un motore. Tolto ciò, si gioca bene. Anche l'analisi funziona anche se, dato l'hardware, è piuttosto lenta. L'esportazione in pgn funziona: ciò che si esporta è il database interno di partite, non una partita per volta, ma si può fare tranquillamente e poi estrarre dal pgn le righe della partita interessata si fa con un semplice editor di testo; a questo punto lo si può importare in Lichess, Chess.com, Chessbase, Chesspad o dove cazzo volete.
Avere gli scacchi sull'ebook è una cosa molto comoda: ci si gioca bene, per via dello schermo più grande di quello di un normale smartphone, per via dell'e-ink che è tutta un'altra cosa rispetto a un tablet; per via della luminosità che non affatica gli occhi se volete farvi una o due partite a letto prima di dormire. Ovviamente, è una cosa che torna incredibilmente comoda se già avete un ebook che usate per leggere. Non so quanto senso abbia comprare un ebook solo per giocare a scacchi. 
Supporta il gioco online ma non so come né mi interessa, ma non supporta Lichess o Chess.com quindi penso utilizzi piattaforme di gioco indipendenti.
Si può usare la scacchiera anche solo per studiare posizioni basta impostarla come partita tra "due umani", ma non mi pare abbia l'analisi integrata, ovvero l'analisi può essere avviata solo a fine partita.
Bisogna però parlare di un'altra cosa: la batteria. Ovviamente, giocare a scacchi contro il motore interno impegna la batteria, come pure lo fa l'analisi, parliamo di un ebook quindi un dispositivo pensato principalmente per leggere. Gli schermi e-ink smettono di consumare energia una volta che la pagina è formata, quindi il consumo di batteria si compie ai cambi di pagina, non durante la lettura; una partita di scacchi costituisce praticamente un cambio pagina circa ad ogni mossa, quindi la batteria ne risente. Se avesse anche l'analisi in tempo reale come scacchiera di analisi, sarebbe un massacro.
Qui di seguito una mia partita di qualche sera fa: 


Non perderti gli altri articoli dal blog categoria SCACCHI!
Lo sai che nel mio sito c'e' anche una apposita sezione SCACCHI? Scoprila!

Materiale a corredo


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy.
Ricordate che i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.





© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO
CONTATTI: info[at]bostro.net

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima