Condividi su Facebook | Commenta

Decennale dell'inizio della mia relazione con la mia fidata Africa Twin

Categoria: MOTO

Inserito in DATA: 31/10/2019
Vai ai COMMENTI
Il 31 ottobre del 2009 a quest'ora ero in treno, vestito col mio completo tecnico da moto, ovvero anfibi e maglione dell'Aeronautica Militare, calzoni mimetici cinesi, e un giubbotto moto 4stagioni multiuso ovvero economico. Nel sedile di fianco a me c'era un casco e un pack da 5lt di vino rosso Cabert. Destinazione Milano: oggi è il giorno in cui ritirai la mia gloriosa Africa Twin.
Fulvio con la sua Africona mi venne a prendere in stazione e poi mi accompagnò per i primi km da africano fino all'ingresso dell'autostrada.
Ho avuto alti e bassi con questa moto ma più alti che bassi perlopiù per colpe mie, ma non è mai salita su un carro attrezzi tranne una volta sul furgone perchè dovevo sostituire il contakm col Koso e la portai tutta smontata a far fare il lavoro a un amico.
Oggi, vecchia ciabatta, è giunto il momento di cambiarti nome, e d'ora in poi tu sarai Jord l'antica dea della terra, il fondo selvaggio e non civilizzato che nell'Anello del Nibelungo è Erda che tutto vede ma niente smuove e che permane sotto a tutti gli sconvolgimenti.
Erda, il cui nome originale è - salvo la grafia nordica irripetibile - Jord. 
Jord, Dea della terra non civilizzata, la terra allo stato brado, selvatico, l'origine e la vera natura della terra dove viviamo, per questo spesso identificata con gli istinti naturali di sopravvivenza quando non con il Destino stesso. 
Nell'Anello del Nibelungo di Wagner è sempre presente, regge come dalle profondità dell'inconscio tutto quanto accade appunto come la terra incivilizzata sta sotto a fondamento e comunque a minaccia stessa di tutte le costruzioni e le opere dell'uomo.
Nell'Anello tuttavia non compare fisicamente mai se non, continuamente e ossessivamente, come leitmotiv intrecciato a ogni altro leitmotiv perché essa E', il resto è riflesso.
Buon anniversario, Jord.


Materiale a corredo


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy. Attenzione però, i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.



Commenta con Disqus!



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima