Accordi di Me Ciamo Fora dei Radiofiera per Ukulele

Categoria: UKULELE

Inserito in DATA: 22/02/2017
Vai ai COMMENTI
Oggi propongo un'altra mitica canzone dal nostro caro amato e perduto Nord-Est, la magnifica ballata "Me Ciamo Fora" dei Radiofiera, canzone bellissima, reminiscenze di un Dylan incazzato trasportato nella rabbia del Veneto e dell'intero Nord-Est di questa fottuta Italia.
Se volete ascoltarla: www.youtube.com/watch?v=Nx0kh5Tw1DY
Magnifica, vero?
Ho pubblicato la canzone anche sul mitico ukulele-tabs.com

ACCORDI UTILIZZATI (senso lettura GCEA): 
G 0232 - D 2220 - C 0003 - Em 0432 - Am 2000

Radiofiera - Me Ciamo Fora
G
Pare dime ti se no convien
G
saltar sora un batel e assarse andar
G                D                    C                             G
so co a corente, so sensa far niente, so fin dove che te sbrassa el mar

G
Pare dime ti se gò sbaglià
G
lo gò stacà chel Cristo inciodà
G                      D                   C                            G
lo gò cavà da a crose, o gò netà dae brose almanco adesso el dorme distirà

         C               D                  G                 Em
Mi no me va sto ‘ndar de sfroso sto tempo insulso sto sol ve-enoso
      C               D               G                Em
no me va chi spua sul piato chi prega Dio par vinsa al loto
      C            D           G 
no me va, me ciamo fora, no me va

G
Mare dime ti se bastarà
G
restar tuta a me vita insenocià
G                    D                         C                    G
pa’ veda el paradiso magnar na scoea de riso e viva sensa essa bastonà

G
Mare dime come che se fa
G
fa’ finta de no veda tuto el mal
G                         D                       C                     G
sbassar a testa e i oci davanti a ‘sti peoci ‘sti vermi boni gnanca pa’ pescar

         C              D                  G               Em
mi no me va star sito e basta davanti a un mona co a testa bassa
      C              D               G               Em
no me va un cuor che trema na lingua morta agrime in tera
      C           D          G
no me va me ciamo fora no me va

           Am          D                  G          Em
Parchè sto sol anca se inorba, anca se el brusa o gò pagà
           Am            D               G                Em
come el doeor te piega a schena cossì l’amor te drissa el cuor


         C               D                  G                 Em
Mi no me va sto ‘ndar de sfroso sto tempo insulso sto sol ve-enoso
      C               D               G                Em
no me va chi spua sul piato chi prega Dio par vinsa al loto
      C            D           G 
no me va, me ciamo fora, no me va

Per il finale, si sfuma ripetendo il SOL nella strofa "no me va".
E' bello modificare il SOL facendo scorrere, tra le pennate, il mignolo nella prima corda (il LA) tra 5°, 3°, 2° tasto e lasciandola anche libera, così:
0235 - 0233 - 0232 - 0230

MATERIALE A CORREDO


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy. Attenzione però, i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.




© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy