Sezione AFRICA TWIN RD07A: ANGOLO OFFICINA Cupolino Carena Rally Lavori da Fare

Regolatore di Tensione Africa Twin XRV750 RD07A

Alla fine sono rimasto a piedi con l'Africa. In realtà, non è la prima volta, mi è già successo questo inverno, ma è stato un fatto non eclatante perché col freddo e i soli 2/3 km che facevo per venire al lavoro, è andata la batteria.
Questa volta invece sono rimasto a piedi con una batteria nuova... Due volte. La batteria in poco tempo la trovavo totalmente scarica.
Qualche prova, e non senza titubanze con il mio meccanico e qualche amico imputiamo il problema al regolatore di tensione.
Il problema del regolatore di tensione sull'Africa Twin è abbastanza noto. Pare sia un po' sottodimensionato e col caldo si cucina e salta.
Moltio preferiscono sostituirlo con un altro uguale, altri ne mettono uno più grande. Il più quotato è uno della Piaggio montato sul Piaggio X9. Altri parlano del modello della Ducati Energia.
Insomma, non ci capisco un po' un cazzo su quale sia effettivamente quello giusto...
Sgarfo su internet, e scopro che tutti quelli Piaggio o Ducati Energia sono comunque i Regolatori di Tensione SGR cod. 58086R.
Cerco su internet, ed i prezzi variano come quelli di una battona in un bordello in nero: si parte dai 60 euro e si arriva ai 130 per lo stesso tipo di regolatore...
Alla fine trovo un negozio che ci tengo a citare perché sono stato, oltreché economici, anche velocissimi: www.MotoTecnicaIsaia.
Mi arriva il regolatore due giorni dopo l'ordine web, e potete già vedere la differenza di dimensione:

Con la res electrica sono completamente un inetto, per cui riesco col mio faccino triste a smuovere l'amico Michele che viene immediatamente a darmi una mano ed in mezz'ora mi fa il collegamento dei fili.
I fili gialli sono stagnati. Per il connettore tondo, invece, basta sbloccare i capicorda in metallo che ci sono dentro. Dalla parte dei fili entrate con un cacciavite e premete sulla linguetta in platica che blocca i capicorda, tirate il filo e con un po' di pazienza ce la fate, così recuperate il connettore. Prendete dei capicorda femmina, li pinzate sui fili e inserite i capicorda nello stesso connettore recuperato finché non si bloccano sulla stessa linguetta.
Occhio però! Prima di pinzare i capicorda recuperate anche il gommino di isolamento che c'è sui fili! Se non lo fate, ed avete già pinzato i capicorda e non potete più dunque infilare il gommino nei fili (come è successo a noi), basterà comunque siliconare la base del connettore per isolarla per bene.
A questo punto devo fissare il nuov regolatore al telaio. Ma, essendo più grande, i buchi sono più distanti. Come fare?
Trovo la risposta in questo sito: http://stumpjumper120.blogspot.it/2010/10/africa-twin-rd07a-1996-regolatore-di.html
In pratica si tratta di costruire una staffa che con 3 viti mi permetta di riuscire a bloccare il tutto. Nel sito trovate la foto, qua sotto metto al foto della mia:

La vite che fungerà da prigioniero per bloccare il foro sfasato del regolatore dovete ovviamente saldarla, altrimenti non riuscirete ad avvitare il dado, meglio se è autobloccante. Io ho anche messo del frenafiletti sulla vite monca che va nel telaio...
IL risultato è ottimo:

Richiudo tutto, preciso e perfetto, e ad una prima prova pare che ogni problema sia risolto.
Visto che già ero con le mani sporche e la moto smontate, ho preso il cupolino (ne ho uno di ricambio) e l'ho tagliato per fare una cosa più resistente rispetto al mio precedente progetto di cupolino basso in plexiglass per Africa Twin. Il taglio con la Flex va bene al primo colpo, ovviamente il lavoro è grezzo perché io non rifinisco mai niente, ma il risultato è ottimo:

Adesso vi lascio, salto su questa splendida iena e vado a scoprire se resto ancora a piedi, o se ho fatto tutto bene!

EPILOGO TRAGICO


Sull'onda dei lavori vado per cambiare le pastiglie e sbanf! Ho rovinato la testa del perno della pinza anteriore destra! CAZZO!!! Il tappo malefico è venuto via come niente, ma il perno... nulla da fare. Tenete conto che, sudato in acqua, massacrato dalle zanzare tigre, col buio, mi sono trovato 'sto cazzo di perno che non gira! Una martellata ed uno sforzo di troppo, e la brugola ha girato... ma la testa no!
Sfiga, le pastiglie sono ancora buona per cui... ho richiuso tutto e fanculo!

Poi, stanco del fuoristrada che mi rovina la moto... ho deciso di togliere tutto! Paravacche anteriore Givi, tutto storto, e telaio borse posteriori, tanto i viaggi ormai... Togliendo il paravacche sono anche riuscito, finalmente, a togliere la scatola del pignone e ad osservare il disastro che in 3 anni di moto si è confezionato all'interno!




© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS