Condividi su Facebook | Commenta

Recensione Amazfit Band 5

Categoria: VARIO

Inserito in DATA: 29/10/2021
Vai ai COMMENTI
Gotta esaurimento e altri fastidi.
Che vita di merda.
Ho cominciato a tentare di contenere un po' il peso che cresce ed a monitorare saltuariamente la pressione. La segnavo su un foglio di carta ma è un casino; ho fatto un foglio di Excel ma lavorarci da smartphone è sempre un casino; ho provato allora delle app.
La prima app che ho provato l'ho scaricata dal play store; va bene, ma alla fine mi son detto se non era il caso di utilizzare quella Samsung, che così mi farebbe anche il conto dei passi. 
Il problema con queste app è che sono tutte un bel giocattolo ma alla resa dei conti valgono quel che vogliono loro.
Così mi son detto che forse un accessorio elettronico era consigliato.
Tra mille recensioni ho fatto come faccio sempre: ho preso quello che costa meno con la speranza che abbia meno cagate da bimbominkia degli altri.
E alla fine ho preso un Amazfit Band 5 perché era in offerta a 20Euro su Amazon e giuro che quando dal braccio mi sono sfilato il mio Casio F-105W da 16 euro mi si è stretto il cuore.
Alla fine questo Amazfit lo danno per 10-14 giorni di autonomia che rispetto al Casio sono come la vita dell'uomo in confronto a quella del Sistema Solare ma vabbè anche se per tre ore ogni due settimane sto senza che problema c'è?

Ora facciamo una piccola introduzione: sappiate innanzitutto che il manuale non serve a una fava, se cercate qualche informazione sull'utilizzo leggetevi questa pagina piuttosto.
Questo giocattolo serve come orologio e per monitorare la forma fisica. Gestisce gli "allenamenti" anche con riconoscimento automatico quindi, ad esempio, se andate a fare una corsa lo riconosce e parte il cronometro; se andate a fare una corsa in bici la riconosce e via dicendo, e sticazzi. Misura i battiti cardiaci, misura l'ossigenazione del sangue, misura i passi e fa una stima delle calorie bruciate, misura il PAI che ancora non ho capito che cazzo è ma sicuramente i maniaci attuali del benessere lo sapranno loro.
Misura anche il livello di stress: come faccia non lo so, non ho trovato specifiche che dicano su che dati lo fa, ma il fatto che mi dica che io sono perlopiù tranquillo e solo poche volte sono stressato mi fa dubitare di queste ignote specifiche.
Peccato che io passi tutta la giornata a lavorare da mattina a sera tardi e 6 giorni su 7 quando non sono 7.
Lo uso quindi in maniera anomala: mi conta i passi, vibra se sto troppo seduto (e non lo fa praticamente mai perché mi siedo ben raramente) e tramite la app memorizzo il mio peso e il rilevamento della pressione, che ovviamente bisogna fare a mano con un'attrezzatura apposita ma almeno vale come registro.
Interessante a mio avviso è il monitoraggio del sonno: dormo male da molti anni, e lui ogni mattina me lo fa notare. Geniale, no? Tuttavia mi fa notare alcuni risvegli che sono più di quelli che al mattino ricordo, che ho un sonno profondo troppo poco profondo, che ho un sonno REM troppo corto.
In sostanza, ma lo sapevo, ho acquistato una cosa che mi serve a monitorare una vita del cazzo senza aver però possibilità di fare alcunché.
Però leggerlo in grafici è carino.
Il conto dei passi è abbastanza credibile. L'ossigenazione anche, come pure i battiti cardiaci. Ho scoperto che la notte, ad esempio, tendo ad avere anomali rialzi dei battiti. Il sistema utilizza anche, penso, l'ossigenazione del sangue per valutare la respirazione e almeno in questo aspetto non pare io abbia problemi.
Il display è in parte personalizzabile ma non a sufficienza: avrei preferito avere in "home page" solo l'orario e la data, ma non è possibile e bisogna sacrificarsi ad avere la data sempre troppo piccola. Inoltre il display è personalizzabile sono con due "skins", quelle base, mentre quelle che si scaricano sono così come sono e non si possono cambiare e, credete a me, non servono a un cazzo se non a fare i fighi come veri bimbominkia. 
Sono personalizzabili i collegamenti a varie funzioni trascinando a destra, a sinistra, in alto e in basso mentre passi e calorie o li piazzate nella app o vi accedete tramite il menu "Stato" scorrendo tra le varie pagine.
Stranamente la stessa cosa vale per la batteria: la percentuale di carica o la mettete nella pagina principale del display, oppure la scoprite tramite la app.
Queste sono cose assurde perché io, maniaco della batteria, tendo a tenere disattivo il Bluetooth del telefono tutto il giorno. 

Parlando della applicazione ZEPP, è fatta, a mio avviso, piuttosto male: è caotica e macchinosa, ci sono tante schede differenti per le impostazioni, non c'è uniformità di design, i riepiloghi sono fatti abbastanza male, ci sono un sacco di settaggi differenti. Bo. Tuttavia, una volta impostato il tutto, dalla pagina principale della app si hanno i riepiloghi di tutto ciò che serve.
Un'altra cosa che sarebbe utile è la possibilità di personalizzare il rilevamento attività dei passi: poter impostare il conteggio passi solo in determinate fasce orarie permetterebbe di evitarne il conteggio, ad esempio, in quei momenti in cui quei passi non servono a nulla ad esempio al mattino i passi appena svegliato in giro per la casa o la sera i passi mentre ci si muove per la cucina preparando la cena. A volte mi sveglio al mattino che ho già 150 passi in attivo quando li ho fatti per andare a pisciare o preparare del latte per mio figlio, che senso ha?

Il cinturino è terribile, io lavoro facendo spesso manutenzione attrezzature e mi si sgancia di continuo, al punto che spesso devo toglierlo cosa insensata visto lo scopo di un accessorio così che dovrebbe monitorarci continuamente. L'altro giorno, ad esempio, sono diventato matto smontando un telaio di un'attrezzatura perché mi si sarà sganciato 20 volte ed alla fine mi è pure quasi caduto in un pozzetto.
Ne ho ordinato un altro con gancetto stile classico da orologio ma di concorrenza su AliExpress perché originale Amazfit non ne ho trovati, assurdo perché il post-vendita dovrebbe essere remunerativo e sempre, per l'utente finale, un po' più affidabile almeno a livello di percezione. Certo è che pagare un cinturino quasi quanto si paga questo giocattolo non ha senso, da cui il sempre-sia-lodato AliExpress.
Non riesco proprio a capire il senso di fare questa cosa in gomma con un bottone che si infila in un foro, basta che si scaldi un po' e sfugge di continuo. Per fortuna essendo in gomma non è molto scivoloso e difficilmente si sfila dal passante ma qualche volta mi è comunque caduto perché non sempre, quando ti accorgi che si è sganciato, puoi mollare tutto per fissarlo.
Più si sgancia, inoltre, più si sforza e a distanza di un mese e mezzo ormai tiene pochissimo. Il display ormai è rigato e non poco.

La batteria a me dura una settimana (il pomeriggio del 7° giorno arrivo al 12-15%) nonostante il Bluetooth non lo tenga quasi mai attivo e non utilizzi nessuna notifica da applicazioni tipo sms/chiamate/calendario ecc.; utilizzo solo una sveglia al mattino che spesso suona per mezzo secondo perché sono già sveglio. Sinceramente con un utilizzo così, date le specifiche e il mio utilizzo (niente attività, notifiche, promemoria, cagate varie) pensavo che avrei mantenuto almeno i 10 giorni ma non è così. Pensate che ho disattivato persino l'accensione automatica del display quando si ruota il braccio.

Una nota riguardo la SVEGLIA: è fantastica! La sveglia funziona semplicemente vibrando e giuro che vi sveglia, ma svegliarsi senza suoni è veramente bello. La vibrazione si sente, vi sveglia, ma senza rompere troppo le palle. Veramente bello!
E' la cosa che mi piace di più, questa idea di una sveglia che ti sveglia vibrando è fantastica,

Il display è un punto veramente dolente: è veramente piccolo ma questo problema sarebbe risolvibile semplicemente permettendone una personalizzazione avanzata. Invece questa è ridotta all'osso: le due "skins" di base sono modificabili in pochissime cose, e tutti i display che sbandierano che potete scaricare ci sono, ma sono a dir poco ridicoli. Belli magari da vedere o meglio da far vedere se hai 15 anni e sei un bimbominkia, ma a livello di praticità non c'è proprio storia. 
Un esempio. nonostante la sua propensione al monitoraggio della salute, lo schermo principale dovrebbe essere a mio avviso più personalizzabile come orologio che nel corso della giornata è la sua funzione principale: invece rimane personalizzabile come fighetteria e basta, quindi ad esempio la data non potete isolarla dalla sezione dell'ora e rimane piccolissima. Guardate ad esempio lo screenshot che trovate allegato: è tutto ciò che potete ottenere come schermata iniziale in stile "orologio". Non è possibile, ad esempio, spostare la data dove c'è il meteo o la batteria: lì potete metterci solo passi, PAI, pulsossimetro, e via dicendo, ma non la data. Tenendo conto che la parte visibile di tutto lo schermo è alta solo 2.5cm vi lascio immaginare quando grandi sono le cifre con la data, scritte in grigio; fate un raffronto coi peli del mio braccio e capirete.
Questo Amazfit Band si contrappone allo Xiaomi Mi Band 6 e costa del resto la metà, se in offerta, ma lo Xiaomi sfrutta tutto il display e non solo una parte come questo Amazfit, e sarebbe un bel punto di svolta. Tuttavia, mai spenderei quei per una cosa che a mio avviso resta un giocattolo. Non pensate comunque che sia un problema del fatto che l'Amazfit è una specie di versione economica dello Xiaomi: date un'occhiata a questa immagine per vedere un po' di display disponibili per l'Amazfit ed alcuni di quelli dello Xiaomi. Pensavate avessi esagerato, vero?
Ultima nota su queste "skins": le due base sono leggermente personalizzabili, ma quelle da scaricare a parte non sono personalizzabili in nulla neppure nella lingua che resta in inglese per i giorni della settimana, una cosa da poco ma a mio avviso fastidiosissima e che non richiederebbe chissà quali magnificenze informatiche per essere risolta.

CONCLUSIONI

Insomma, le prospettive ci sarebbero anche ma, come ogni accessorio tecnologico che ora viene sfornato (e mi viene da aggiungere "non solo" poiché il discorso non riguarda solo questi accessori) il pensiero principale è quello dei generare qualcosa di "stiloso" e "fantascientifico" senza mai pensare alla reale praticità nella vita di tutti i giorni. 
Servono display con grafiche aggressive in cui c'è sempre la possibilità di inserire cuoricini, gattini o Matrix; è ininfluente se poi non si riesce a leggere la data.
Il problema è che questo è ciò che oggi attira e di conseguenza non se ne viene fuori.
E' lo stesso discorso degli sport e degli hobby in generale: oggi non ci si compra una bicicletta qualsiasi, ma un MB con gomme maggiorate e freni a disco anche se si va una sola volta all'anno in strade di campo dritte e piatte che quasi son meglio dell'asfalto di Pian delle Farcadizze, e non facciamoci mancare il completo di vestiti ma non di Decathlon perché "è roba cinese" nonché il classico caschetto che oggi tutti indossano anche per andare a fare la spesa ma poi viene buio e il fanale assolutamente no perché "è da sfigato".
Ti piace correre? No, non si dice così: si dice "sei un runner" e via a comprarsi il completo da corsa, le scarpe ottimizzate per 18-25km ma che poi butti perché ora fai 26-42km, e la striscia collegata al cardiofrequenzimetro e il bracciale per lo smartphone e la cuffia perché comunque ce l'hanno tutti ma poi, quando esci con gli amici, non se ne parla di parcheggiare la macchina a 200mt di distanza ma la metti in divieto davanti al bar per non dover camminare.
Ti compri la moto? Ok: BMW GS o, se vuoi essere alternativo, un altro endurostradale con completo di marca abbinato e tris di valigie perennemente montato e casco con bluetooth integrato e anzi, "scusi nel display c'è Android Auto"? O ancora meglio la Harley tutta bombata e cromata ma "io non sono un harleysta" e allora lo dimostri indossando un casco giallo fluo o il giubbetto fluo però comunque il "Chapter" te lo fai cucire dal sarto cinese perché "eh be, sai...".
Ecco, queste Band appartengono allo stesso identico schema culturale: quello dell'apparire e allo scopo di condividere.
Ci sono sicuramente dei lati positivi e nel complesso va bene: ora nella app Zepp ho il monitoraggio dei miei battiti cardiaci, del peso (da inserire manualmente), della pressione (da inserire manualmente) e volendo anche della glicemia (da inserire manualmente). Però la cosa andrebbe razionalizzata a scapito dell'estetica.
Inoltre, se uno a problemi, ha senso monitorare continuamente questi dati? O forse è meglio effettuare misurazioni con strumenti adeguati? Quando vado dal medico cosa faccio, gli mostro gli screenshot di Zepp?
A un mese e mezzo di distanza mi ha già rotto i coglioni. Il cinturino si sgancia di continuo, una volta a settimana devo ricaricarlo. Lo schermo è ormai già tutto rigato, quello del mio Casio da 15 euro dopo anni è messo incredibilmente meglio. Lo tolgo per dormire perché quel cazzo di display fa una luce che sveglia me e Simone.
Vediamo a fine novembre quando mi arriverà il cinturino nuovo se cambia qualcosa ma resta il fatto che questi sono simpatici giochetti e nulla di più.
Caro mio vecchio CASIO: non penso che starai nel cassetto ancora a lungo.

Aggiornamento 30/10/2021

Non poteva essere altrimenti. 
Del resto io sono una persona che tiene il cellulare in modalità "Non disturbare" 24 ore su 24, che scrive poco e chiama mai, non ho la app Google installata, ho un'auto con Android Auto e mi sono comprato un braccetto a ventosa, cosa potevo aspettarmi?
Ho cominciato col provare la funzionalità notifiche di Amazfit e le ho disattivate dopo due giorni.
Poi ho disattivato il rilevamento delle attività che tanto non ne faccio, l'unica volta che sono salito sulla bicicletta mi ha rotto le balle.
Ho cominciato a installare varie "skins" per poi tornare sempre alle predefinite.
Ho cominciato a non registrare più il peso o la pressione.
Ho finito col toglierlo la notte perché la luce mi rompeva i coglioni.
Ho anche cominciato spesso a toglierlo di giorno quando dovevo fare lavori manuali perché il cinturino è una merda.
Ho poi disattivato l'avviso di sedentarietà ché tanto non sono mai seduto e ogni tanto vibrava ad cazzum chissà per quale motivo.
L'unica cosa che mi piaceva era quella magnifica sveglia vibrante, veramente una figata atomica.
Insomma, avevo disattivato tutto.
Così, stamattina mi è venuto normale prenderlo e metterlo nel cassetto e tornare al mio magnifico Casio che era lì ad attendermi, sempre preciso.

La tecnologia è bella ma le sue applicazioni sono una stronzata.

Materiale a corredo


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy.
Ricordate che i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.







Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima