CATEGORIE:
SmartcomGPS

SmartcomGPS

Categoria: INFORMATICA

Inserito in DATA: 04/10/2008
Vai ai COMMENTI
Avere un GPS nel caso si faccia enduro (o trekking, ma non è il mio caso) diventa una necessità quasi insormontabile, principalmente per 2 motivi:
  • memorizzare un percorso durante una ricognizione
  • trovare un traccia su una mappa e farne una ricognizione
  • Nel primo caso, si evita di perdersi. La traccia memorizzata può infatti essere percorsa al contrario. Inoltre, la traccia può essere unita ad altre tracce già memorizzate, per creare un percorso unitario che poi si può seguire.
    Nel secondo caso, si può seguire la traccia creata precedentemente. Oppure si può tracciare un percorso su una mappa o un software analogo, e sul posto la si può seguire.

    Un GPS, come qui inteso, non è propriamente un navigatore, anche se può avere questa funzionalità integrata. Principalmente, il GPS in questione memorizza i propri movimenti, e consente di inserire dei punti di riferimento (ad esempio, in presenza di incroci, o per evidenziare qualcosa di particolare tipo rocce, ecc.). Ad esempio, durante un'uscita in moto in fuoristrada si può memorizzare la presenza di un guado, o un punto franato di uno sterrato in cui prestare particolare attenzione, magari perché proprio dopo una curva.
    Grazie a SmartcomGPS non è necessario acquistare un GPS, basta avere un cellulare Symbian. Ovviamente, entro certi limiti: il cellulare è ovviamente limitato, poiché il suo schermo non è ottimizzato per la visione sotto il sole, inoltre è piccolo, la batteria dura poco perché fa un sacco di altre operazioni, si ricevono chiamate che interrompono il programma, eccetera.
    Ma per l'utilizzo "domenicale" è a mio pare più che sufficiente.
    SmartcomGPS utilizza tracce in formato PLT e waypoint in formato WPT, quindi compatibili con Ozi Explorer, uno dei software più diffusi di cartografia. Ma questo permette anche di poter importare/esportare tracce e waypoint da Google Earth, cosa molto comoda data la gratuità di quest'ultimo programma. E' sufficiente utilizzare OziMapConverter, software gratuito.

    Esempi di utilizzo:
    1) in zona XXX ho visto un giorno l'inizio di uno sterrato, ma non ho potuto seguirlo. A casa vado ad osservare quel punto su Google Earth, e vi vedo lo sterrato. Comincio dunque a tracciarlo, metti qualche waypoint nei punti in cui la strada sparisce nei boschi, segnalo qualche strada asfaltata vicina con un waypoint, in caso di emergenza, quindi lo salvo nel cellulare e la settimana dopo vado a perlustrare la zona. Mentre seguo le tracce che ho segnato da GoogleEarth, SmartcomGPS salva la strada che sto facendo. A sera, a casa, salvo sul computer la traccia che ho fatto e la importo su GoogleEarth per vedere le differenze di tracciato con quella che avevo trovato la prima volta, metto qualche waypoint in più aggiungo magari qualche correzioni o qualche deviazione. Così, dopo un po', avrò un tracciato completo dello sterrato.
    2) in zona XXX vedo uno sterrato e mi ci infilo, ma dopo alcuni km mi sono perso nel bosco. Provo a ritrovare la strada, ma niente da fare. Allora carico la traccia che SmartcomGPS mi ha memorizzato, mentre mi muovevo, e identifico l'inizio; vi metto un waypoint, e imposto il programma perché mi indichi sempre con una freccia quel waypoint. Quindi comincio a seguire la traccia a ritroso, seguendo anche la freccia per evitare di imbattermi nelle mie precedenti inutili peregrinazioni. Alla fine esco dallo sterrato, ed a casa potrò caricare la traccia su Google Earth per magari trovare qualche continuazione allo sterrato, e comunque per vedere dove sono stato.
    3) degli amici mi invitano a fare un giro in fuoristrada dalle loro parti. Io memorizzo il tracciato, e più avanti potrò tornarci tranquillamente seguendo la traccia salvata.

    Molte volte, però, la semplice traccia non basta; per identificare una direzione, magari di fronte ad un crocicchio complesso, serve una mappa. SmartcomGPS permette di caricare una mappa (in formato OGF2 - la grafica - e MAP - la calibratura) come sfondo, così si avrà la traccia disegnata su una mappa. Non solo, caricando varie mappe, SmartconGPS è in grado di individuare quella valida in base alle vostre attuali coordinate GPS e di caricarla automaticamente, cosa molto utile per caricare file di piccole dimensioni che non utilizzato così molta memoria. Oltre ad OziExplorer o a CompeGPS Land vi segnalo un'alternativa gratuita.
    Certo, ce ne sarebbe anche un'altra, ovvero scansionare/fotografare una mappa e calibrarla inserendo delle coordinate in corrispondenza di certi punti; però è un procedimento impreciso, poiché può portare (quasi sempre, per la verità) ad avere una mappa non realmente centrata.
    Il procedimento gratuito che vi segnalo è offerto da un sito che ho scoperto quasi per caso, FraWEB. A seguito di una registrazione gratuita si può utilizzare un'interfaccia che permette di estrapolare le immagini e i relativi file di calibrazione direttamente da Google Maps. Si possono estrapolare sia in modo mappa, sia in modo vista dal satellite. Il modo mappa è utile per utilizzare il software per orientarsi in città, trovare un indirizzo, ecc.; utile invece il modo satellitare per individuare la propria posizione in fuoristrada. L'ho personalmente utilizzato per un giro con organizzato da amici, del quale avevo la traccia; la mappa satellitare mi permetteva di individuare la giusta strada in casi dubbi.
    Seguite le istruzioni che vi darà il sito; il procedimento di creazione delle mappe è piuttosto lungo, ma visto che è gratuito... tanto vale perdere un'ora...
    Una volta trovata una zona della quale volete ricavarne le mappe, la inquadrate, scegliete lo zoom, e lui divide quell'area in quadrati, dei quali dovrete memorizzarvi manualmente le immagini. FraWEB consiglia per fare lo screenshot di utilizzare SnagIT, che è a pagamento; infatti, se utilizzate ALT+STAMP poi dovrete tagliare i bordi del browser, e perderete anche la calibrazione, poiché il taglio manuale sarà sempre impreciso. SnagIT invece permette di salvare solo la zona del contenuto del browser.
    Anche in questo caso, però, c'è un'alternativa gratuita, e si chiama MWSnap. Una volta salvate le immagini (occhio, vanno rinominate con un nome preciso, dato da FraWEB e che comunque al momento di premere la X per nascondere la mappa dell'area viene copiato negli appunti!) potete creare un file BAT che, avviato dal PC, all'interno della cartella in cui avete salvato le immagini, creerà i vostri file MAP relativi ad ogni immagini. A questo punto convertite tutte le immagini in formato OGF2 e le caricate nel cellulare, ed il gioco è fatto!
    Insomma, dovete pagare solo SmartcomGPS, che comunque ha un prezzo veramente basso, date le potenzialità del programma.


  • Wild Mobile SmartcomGPS
  • FraWEB Cartografia
  • Ozi Explorer
  • CompeGPS
  • Ozi Map Converter
  • Google Earth
  • MWSnap


  • Inserisci un commento

    Il Bostro-X
    © Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy


    Licenza Creative Commons
    www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
    Web Bostro.Net