Condividi su Facebook | Commenta

Charles Baudelaire

Tristezze della Luna

Questa sera la luna sogna più languidamente; come una
bella donna che su tanti cuscini con mano distratta e leggera
prima d'addormirsi carezza il contorno dei seni,
e sul dorso lucido di molli valanghe morente, si abbandona
a lunghi smarrimenti, girando gli occhi sulle visioni
bianche che salgono nell'azzurro come fiori in boccio.

Quando, nel suo languore ozioso, ella lascia cadere su questa
terra una lagrima furtiva, un pio poeta, odiatore del sonno,

accoglie nel cavo della mano questa pallida lagrima
dai riflessi iridati come un frammento d'opale, e la nasconde
nel suo cuore agli sguardi del sole

Altre poesie di Charles Baudelaire

Abele e Caino - di Charles Baudelaire
Donne Dannate - di Charles Baudelaire
Il Gatto - di Charles Baudelaire
Incipit ai Fiori del Male - di Charles Baudelaire
Inno alla bellezza - di Charles Baudelaire
Litanie di Satana - di Charles Baudelaire
Spleen - di Charles Baudelaire
Tristezze della Luna - di Charles Baudelaire
Una Carogna - di Charles Baudelaire
Cerca libri di Charles Baudelaire oppure anche citazioni e aforismo di Charles Baudelaire

Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima