Condividi su Facebook | Commenta

Anonimo

Chiome d'oro

Chiome d'oro,
bel tesoro,
tu mi leghi in mille modi
se t'annodi,
se ti snodi.

Dandidette
perle elette,
se le rose che coprite
discoprite,
mi ferite.

Vive stelle
che sì belle
e sì vaghe risplendete,
se ridete
m'ancidete.

Preziose,
amorose,
coralline labbra amate,
se parlate
mi beate.

O bel nodo
per cui godo!
O soave uscir di vita!
O gradita
mia ferita!

(Musicata in madrigale da Claudio Monteverdi)

Altre poesie di Anonimo

Chiome d'oro - di Anonimo
Il vaî dal Arzìn - di Anonimo
Cerca libri di Anonimo oppure anche citazioni e aforismo di Anonimo

Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima