Condividi su Facebook | Commenta

Giovanni Battista Guarini

Con che soavitā, labbra adorate

Con che soavitā, labbra adorate,
e vi bacio e v'ascolto;
ma se godo un piacer, l'altro m'č tolto.
Come i vostri diletti
s'ancidono fra lor, se dolcemente
vive per ambe due l'anima mia?
Che soave armonia
fareste, o cari baci, o dolci detti,
se foste unitamente
d'ambe due le dolcezze ambo capaci,
baciando, i detti, e ragionando, i baci.

(Musicata in Madrigale da Claudio Monteverdi)

Altre poesie di Giovanni Battista Guarini

Con che soavitā, labbra adorate - di Giovanni Battista Guarini

Altre risorse nel sito

Cerca libri oppure cerca citazioni di Giovanni Battista Guarini.

Commenta con Disqus!



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti č distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi č proprietā intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima