Condividi questa pagina su Facebook

Peregrinazioni in grava con l'Africa Twin

Introduzione

Peregrinazioni varie e saltuarie in grava con l'Africa Twin, perlopiù in solitaria e con abbigliamento rigorosamente non tecnico!
CATEGORIA GALLERIA: TAGLIAMENTO
Avere questo fiume dietro casa è forse la cosa più bella che ho riscoperto da quando ho trovato la moto.
Quando una giornata è troppo noioso, quando è troppo frenetica, quando sei depresso per qualcosa che ti è successo o sei esaurito per una pesante giornata lavorativa, quando stai morendo di caldo e vuoi rinfrescarti oppure quando d'inverno il sole si alza splendente e del gelo quasi non te ne accorgi, quando hai voglia di cucinarti una bistecca alla brace o semplicemente vuoi berti una birra in santa pace... ecco, tutti questi sono solo alcuni esempi delle cose che possono portarmi ad accendere la moto e buttarmi in uno dei mille sentierini che costeggiano questo Grande Fiume dai Due Cuori e partire alla ventura.
A volte bastano poche centinaia di metri mentre a volte servono alcuni chilometri, ma non c'è dubbio che prima o poi, dopo sassi fango e sabbia, raggiungo un luogo in cui tutto è perfetto e possono spegnere il motore e fumarmi una cicca, fare un bagno, sedermi a bere una birra.
Con la mia fida Africa Twin devo saltare molti pezzi complessi e difficili: da solo è meglio non rischiare troppo e comunque, durante queste solitarie e brevi peregrinazioni, sono di solito vestito da giornata normale non da uscita da enduro, quindi - ripeto - meglio non rischiare.

Il Bostro-X, lì 23/08/2016




© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS