Serpenti

CATEGORIA ATTUALE:
Ella ti schiaccerà il capo, e tu le insidierai il calcagno. Questa è la maledizione che Dio abbatté sul serpente e sulla donna.
SerpentiSerpenti
"Ella ti schiaccerà il capo, e tu le insidierai il calcagno". Questa è la maledizione che Dio abbatté sul serpente e sulla donna. Ovviamente, l'uomo ha dimenticato la sua colpa, anche perché poi venne Cristo a redimerlo (e perché non anche il serpente?) e ha lasciato la colpa solo sul povero serpente che altro non fece se non suggerirgli di mangiare la mela.
E invece il serpente è un animale magnifico, tanto splendido quanto terribile.
Nella mia regione si trovano parecchie specie di serpenti. Si trovano anche le velenose vipere - è di poche settimane fa la notizia di un bambino morso da una vipera nel prato di casa sua a Cervignano.
La specie però più diffusa è la innocua, e a mia avviso splendida, Natric: il serpente Natrix Natrix, la comune biscietta di prato. La testa è dorata, il corpo affusolato, l'occhio minaccioso.
Come insegna la sempre mitica Wikipedia - Natrix Natrix, da aprile a maggio comincia il loro periodo di riproduzione; le uove vengono deposte in giugno e luglio e si schiudono dopo circa 10 settimane. Di conseguenza a fine luglio ed agosto cominciano ad uscire i primi cuccioli che, ovviamente, appena nati sono vulnerabili e dunque cercano posti dove nascondersi in pace.
Avendo l'azienda in campagna, me ne trovo sempre molti in questo periodo e qualcuno entra in salone a ricercare caldo e calma, nonché insetti prelibati.
La Natrix cucciola è troppo carina, può tranquillamente essere presa con le mani. Ovviamente tenderà a mordere, ed è chiaro visto che il vostro dito è spesso il doppio del suo corpo ed arriva portato da un essere alto, in proporzione, come il Monte Everest porcodio per cui non lamentatevi: il serpente si sta letteralmente cacando addosso.
L'importante è non ammazzarlo e portarlo al sicuro: metteteci al massimo uno straccio sopra e lo raccogliete così. In cambio lui vi mangerà topi e insetti.
Un giorno ne trovai uno, lottai un po' per toglierlo da sotto un'attrezzatura e prenderlo in mano: quando lo afferrai mi sollevai, mi girai, e mi accorsi che era entrata una signora che si trovò me a un metro di distanza con una biscietta in mano e cominciò ad urlare!
L'altro giorno invece una cosa simile: ero con un cliente e vidi il serpente. Mentre lo rincorrevo e lo prendevo lui rideva, ma mi accorsi che era entrato anche un vecchio arcigno. Mi sollevai con la serpe, pensai che il vecchio fosse insomma un friulano burbero abituato a prendere le vipere con le mani e metterle nella grappa. Invece portai fuori il serpente e quando rientrai vidi solo l'auto del vecchio allontanarsi in tutta fretta.


VIDEO DISPONIBILI:

I FILE CON L'ICONA SONO VISUALIZZABILI DIRETTAMENTE ONLINE.
20140415_Salvataggio-Serpente.swf

Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy


Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net