MOTO: Con la Neve 19/12/2010

CATEGORIA ATTUALE:
Io Hairi e Daniele con ci faremo scappare questa grandiosa occasione!
MOTO: Con la Neve 19/12/2010

Neve sul Tagliamento 19/12/2010

Complici due bicchieri di Stravecchio il sabato sera, che minano l'istinto di autoconservazione di Hairi e Daniele, la coppia selvaggia di lascia (comunque non facilmente) convincere dal sottoscritto a fare un giro in moto nella neve, domenica.
Da un mese dicevo alla compagnia che non avremmo per nessun motivo dovuto perdere l'eventuale nevicata. Ma erano tutti in dubbio.
Il Nelly invece rifiuta categoricamente l'invito: "No! No vèn!" - "Parcè?" - "Parcè di NO!".
La mattina dopo siamo un po' pentiti, fa un freddo cane, io sono in ovvio ritardo ed Hairi mi insulta di primo mattino. Vado a prendere la moto, faccio 5 € di benza pensando di averne già altra nel serbatoio; che errore madornale!
Ci troviamo con Daniele. Inizialmente pensiamo di starcene nei campi a divertirci, io la neve l'ho provata in passato con la Transalp, e il giorno prima in azienda con l'XR. Gli altri miei compari no.
Comunque, nessuno di noi è certo di quale sarà la tenuta. Anche perché NON è fresca, è caduta il giorno prima e la notte con -10° si è ghiacciata.
Le prime strade di campi promewttono bene, la moto scoda all'impazzata ma va. Io mi insulto continuamente per i lavori che continuo a rimandare sulla moto. Le gomme sono merdose, l'acceleratore si muove male.
Tento di uscire da una strada ghiacciata risalendo un dosso, ed appoggio la moto al suolo. Sono il primo!
Il Tagliamento è spettacolare, risaliamo l'argine, e mi fermo a filmare i due eroi che ormai si sono convinti che è stata un'idea fantastica.
Tentiamo di scendere nel letto, ma anche con questo clima terribile, i finocchi sono dappertutto e le loro lerce auto hanno battuto la strada rendendola una lastra di ghiaccio terribile; inoltre, la camionabile è chiusa dall'acqua.
Risaliamo sull'argine, e un muretto nascosto dalla neve butta a terra Hairi.
Una pozza d'acqua sempre nascosta fa traballare Daniele, che tuttavia resiste.
Ormai siamo decisi e ci inoltriamo nei boschetti arginali, zigzagando tra le piante; l'unico problema è la mia moto che con l'acceleratore che funziona male, a volte mi è difficoltosa da lavorare di frizione, e mi muore. Spedalare nel gelo della neve è terribile!
Scendiamo nel letto, ed è uno spettacolo maestoso. Rivoli d'acqua, massi bagnati, e dappertutto il candido velo della neve su cui scappa una lepre. Qua finiscono le tracce di qualche altro eroe che è venuto a provare l'auto nella neve. Siamo i primi a solcare il Grande Fiume, e lo facciamo alla grande.
Devio verso una chiazza di acqua poco distante, e mentre ritorno dai miei compari atraverso uno strato di neve azzurrognola, che non potevo più evitare, e che infatti nasconde in realtà uno strato di ghiaccio con sotto l'acqua gelida che mi arriva negli stivali e mi fa fremere le dita dei piedi.
Ripartiamo nel letto, avanzando sempre più, non ne abbiamo più abbastanza e vogliamo strada, strada, strada; ma il tempo stringe.
Una corsetta di prova nella pistina dove andiamo di solito, e poi si torna a casa.
Qui regalo ai miei compari un numero che, anche provandoci, non mi verrà mai più: dobbiamo risalire il ripido argine. Il mio turno è giusto, vado, ma sbaglio tutto, ed arrivo in cima col motore fiacco e la gomma dietro che non ha più alcun grip. Non sono sul piano, provo a puntare i piedi, ma non ho scelta. Come la moto comincia ad andare giù all'indietro, lancio un "Dio caaaaaaaaaan!" al cielo e resto in sella timonandola col freno davanti mentre a velocità scendo di spalle l'argine, pregando che dietro di me non ci sia nulla di terribile.
Miracolosamente riesco a stare in piedi. Daniele ha le lacrime agli occhi, Hairi ride come un pazzo! Faccio inversione, ma la moto muore. Cazzo! Pedalo a più non posso ma non va! Ecco anche cos'era quel motore debole: SONO RIMASTO A SECCO!!!
Metto la riserva, rimetto in moto, faccio l'argine rischiando di replicare il mio numero, e ripartiamo verso casa.
Le strade di campi portano a pari la situazione: Daniele cade! 3 su 3! Non male però, solo un volo a testa, visto che per un'ora e mezza abbiamo cazzeggiato tra neve, sassi e ghiaccio!
La giornata si conclude, come al solito, in tavernetta da Hairi, dove, ormai deciso, incorono i due compari come nuovi membri dell prestigioso club degli Eroi Inutili!


VIDEO DISPONIBILI:

I FILE CON L'ICONA SONO VISUALIZZABILI DIRETTAMENTE ONLINE.
VIDEO0012.mp4
VIDEO0012.webm
VIDEO0013.mp4
VIDEO0013.webm
VIDEO0014.mp4
VIDEO0014.webm

Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

» www.bostro.net » contatti
» Privacy Policy

Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net