7G - El Cantinero, 2 ottobre 2010

CATEGORIA ATTUALE:
Luigi ritorna! Il Nostro Gigi Banca, da molto ormai latitante nel 7 Guadi Google Group, ricompare con un'uscita nuova nuova! Poi questa salta, ma ormai è lanciato, non si ferma, riparte la macchina organizzativa di quest'uomo dal cuore immenso. E così il 2 ottobre è definitivo: ci sarà El Cantinero, un'uscita nuova, in una nuova location. Ed è un successo!
7G - El Cantinero, 2 ottobre 2010Il Cantinero 2010 - Ritorno alle origini
2009 e 2010 sono due anni che ricordo non notevole angoscia. Da metà 2009 comincio ad accusare alcuni problemi di erogazione alla Transalp. La mia cocciutaggine, nonché la mancanza di soldi, mi distolgono dall'alternativa meccanico, optando per un fai-da-me-rda che si protrai per troppi mesi, senza apparente soluzione e rovinandomi l'anno motociclistico, facendomi saltare molti avvenimenti. Anzi, diciamo pure TUTTI gli avvenimenti cui ero solito partecipare: incontri Lissta, endurate 7 Guadi, la TSP, e via dicendo... Oltre ad un viaggio nei balcani con due buoni amici.
In realtà da un meccanico, il mio solito Concessionario Honda, ci vado: col risultato di scoprire semplicemente che è diventato un cazzaro, uno spilla soldi a sbafo; non conclude nulla nella moto, imputa il tutto al mio utilizzarla "fuori dai canoni normali" (ma questa sarà anche la causa, ma la soluzione???) e restituendomela pure con la sella montata male (ed allora, come l'avresti provata, visto che dici che l'hai fatto?).
Avanti così per vari mesi, mesi duri, con casini sia lavorativi sia affettivi... demoralizzato, frenetico, sclerato... il 31 ottobre mi reco a Milano da Maxxx di Motato a ritirare L'EREDE: una splendida Africa Twin RD07A 750 del 1998. A fine gennaio, tornato dal viaggio in Tunisia (una parentesi felice in un periodo veramente deprimente) vendo definitivamente la Transalp, ritornata ormai perfettamente funzionante e prestante, alla faccia dei suoi oltre 95.000 km - Lacrime amare nasconderò quando la vedrò legata sul carrello, diretta verso la Slovacchia. Ma ormai il dado è tratto.
Si chiude una stagione. La prima stagione. Lei è stata la mia prima moto. Lei mi ha fatto scoprire non solo il mondo delle due ruote, ma soprattutto il mondo del fuoristrada, il mondo dei viaggi, il mondo dell'avventura. Mi ha fatto conoscere tante persone e, si, anche trovare amici.
Comincia il 2010: e comincia male. Il viaggio in Tunisia mi trova un po' in difficoltà, con una moto nuova, che non conosco e più pesante, a seguire due monocilindrici. Poi problemi lavorativi che pare non finiscano mai mi fanno saltare tanti avvenimenti. Casini. Casini. Casini. E passano i mesi, finché alla fine della primavera faccio un piano di avventure per l'estate....... Ma succede il fattaccio. Il 10 maggio, con un pugno su un Makiwara, scaturito da nervosismi che ho patito ed accumulato troppo tacitamente negli ultimi mesi, mi fratture due ossa del metacarpo, precisamente quelle del mignolo e dell'anulare della mano destra. Un danno che mi costringe a tenere il gesso per un mese, e la stecca al mignolo per un altro mese. Perdo viaggi, avventure, uscite domenicali. Compro anche un'altra moto, una XR600R del '91 per fare del fuoristrada più impegnativo, ma meno problematico, che però non riesco mai ad usare perché la guarigione delle dita si allontana sempre più.
E così se ne trascorre l'estate, con qualche giretto domenicale, e a parte un bel week-end sullo Stelvio con una splendida compagnia, non succede nulla...

Finché.... Luigi ritorna! Il Nostro Gigi Banca, da molto ormai latitante nel 7 Guadi Google Group, ricompare con un'uscita nuova nuova! Poi questa salta, ma ormai è lanciato, non si ferma, riparte la macchina organizzativa di quest'uomo dal cuore immenso. E così il 2 ottobre è definitivo: ci sarà El Cantinero, un'uscita nuova, in una nuova location. Ed è un successo!
Fettucciato fantastico, trasferimento speciale impegnativo al punto giusto. Sono titubante per la mano; ma concludo la giornata con oltre 700 km sul culo e 3 giri di fettucciato in cui scopro un'Africa Twin eccezionale più che mai. Faccio pure dei buoni tempi, e mi becco i complimenti di Gigi! Che bello rivedere tutta la combricola, rivedere amici della lissta, Luigi, Vanni, Edo Degli Argini il grande, Demente Colombo... e tutti gli altri.
Ritorno a Codroipo verso mezzanotte, stanco e soddisfatto. Si apre una nuova stagione. Me ne fotto dei problemi, non sono più, quelli che mi restano, causati da me, perlomeno direttamente. Le dita il giorno dopo sono un po' sofferenti, i medici non hanno fatto sicuramente un buon lavoro, ma ormai è fatto, e a meno che non dia un altro pugno ad un makiwara, così resteranno. Il giorno dopo con le lacrime agli occhi prendo coscienza che il mio stato fisico ed esistenziale attuale non mi permettono il viaggio in Algeria di fine anno, rompendo così una tradizione di 2 anni, abbandonando alla loro strada i compagni di viaggio con cui ho condiviso tante avventure. Ma vabbé, che ci devo fare, è uno dei tanti dolori, delle innumerevoli sconfitte che bisogna patire nella vita. Non è la prima, non sarà l'ultima, la subisco, tristemente la supero, e continuo per la mia strada.
Ma simbolicamente, questa giornata rimarrà incisa nel mio cuore motociclistico.
Grazie Gigi, Vanni, Piso, e tutti gli organizzatori e tutti i partecipanti. Era da tanto che non scrivevo un report di una giornata, com'ero solito fare; ed alla fin fine, di report vero e proprio qua c'è poco. Ma ci tenevo a dirvelo. GRAZIE A TUTTI!
Si riaccende il motore, si ingrana la marcia, e si riparte; il fuoristrada come metafora di un modo di vivere.


Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy


Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net