Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Elie Wiesel

TRATTO DA: La notte

Mai dimenticher˛ quella notte, la prima notte nel campo, che ha fatto della mia vita una lunga notte e per sette volte sprangata.
Mai dimenticher˛ quel fumo.
Mai dimenticher˛ i piccoli volti dei bambini di cui avevo visto i corpi trasformarsi in volute di fumo sotto un cielo muto.
Mai dimenticher˛ quelle fiamme che consumarono per sempre la mia Fede.
Mai dimenticher˛ quel silenzio notturno che mi ha tolto per l'eternitÓ il desiderio di vivere. Mai dimenticher˛ quegli istanti che assassinarono il mio Dio e la mia anima, e i miei sogni, che presero il volto del deserto.
Mai dimenticher˛ tutto ci˛, anche se fossi condannato a vivere quanto Dio stesso. Mai.

Categoria: NARRATIVA
SCOPRI TUTTE le citazioni di Elie Wiesel presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di Elie Wiesel



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi per˛ ho notato che aveva inserito delle pubblicitÓ e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti Ŕ distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi Ŕ proprietÓ intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima