Facebook | Commenta | È mercoledì 10/08/2022

AUTORE: Alberto Vàzquez Figueroa

TRATTO DA: Tuareg

“Sai cosa vuol dire essere comunista?”
Gacel negò convinto:
“Non ho mai sentito parlare di loro. Sono una setta?”
“Più o meno. Ma non religiosa, solo politica.”
“Politica?” ripeté senza comprendere.
“Pretendono che tutti gli uomini siano uguali”.
“Pretendono che siano tutti uguali, il furbo e lo scemo, l’imohag e lo schiavo, il lavoratore e il fannullone, il guerriero e il vigliacco?” Ebbe un’esclamazione di meraviglia. “Sono pazzi! Se Allah ci ha fatti diversi, perché loro vogliono che siamo uguali?” Sospirò. “A che cosa mi è valso allora essere nato targuì?”.
“E’ un discorso più complesso di questo”, sentenziò l’anziano.
“Lo immagino”, ammise, “deve essere molto più complicato, poiché una simile fesseria non ammette discussioni.”
[Quindi parla del “socialista”]
“E che cosa è?”
“Un’altra cosa.”
“Simile?”
“Non lo so molto bene.”

Citazione inserita il
Categoria: NARRATIVA

SCOPRI TUTTE le citazioni di Alberto Vàzquez Figueroa presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di Alberto Vàzquez Figueroa



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus ma siccome non mi piacciono le pubblicità a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete. A me non cambia nulla (anzi).

© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima