Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Vladimir Nabokov

TRATTO DA: Lolita


[Humbert entra nella stanza d’albero che per la prima volta lo farà dormire con Lolita, e dove Lolita di spiega cosa ha già “imparato”; Humbert ha intanto pronto il sonnifero da somministrarle per approfittare di lei]
C’era un letto matrimoniale, uno specchio, un letto matrimoniale nello specchio, un armadio con lo specchio, la porta di un bagno come sopra, una finestra blu-buio, un letto riflesso nella medesima, idem nello specchio dell’armadio, due sedie, un tavolino col piano di vetro, due comodini, un letto matrimoniale: una gran letto a pannelli, per essere precisi, col copriletto di ciniglia rosa toscano e, a destra e a sinistra, due lampade col paralume di un frangiato carnicino.
[Con questa prosa lucida emerge tutta l'ossessione di Humbert, la cui attenzione è totalmente attirata dal letto, e che trasforma il colore di un paralume in "carnicino"]
Categoria: NARRATIVA
Torna a tutte le citazioni di Vladimir Nabokov presenti tra le mie citazioni

Tutti i libri di Vladimir Nabokov

  • Lolita (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Vladimir Nabokov

  • Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima