Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: John Steinbeck

TRATTO DA: Al Dio sconosciuto

L’orologio caricato da Elisabeth batteva sempre, conservando nella propria molla la pressione della mano di lei, e i calzini di lana che ella aveva appeso ad asciugare sul parafuoco erano ancora umidi. Queste erano parti vitali di Elisabeth e non erano ancora morte. La vita non può essere rapidamente recisa. Uno non può essere morto finché non siano morti gli oggetti da lui mutati. E pensava: “La morte è un lungo e lento processo per un essere mortale”.

Categoria: NARRATIVA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Elisabeth è appena morta: aveva caricato l'orologio, quindi era uscita, era scivolata e aveva sbattuto la testa. Joseph rientrato in casa trovò tutte queste cose lasciate a metà da Elisabeth, e la loro incompiutezza lo lascia sconvolto. La scena dell'orologio che continua a correre per me è magnificamente tragica.

SCOPRI TUTTE le citazioni di John Steinbeck presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di John Steinbeck



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima