Share | RSS | ven 21/06/2024 | Menu

Robert Anson Heinlein

Lazarus Long l'Immortale

Un essere umano deve essere in grado di cambiare un pannolino, pianificare un'invasione, macellare un maiale, guidare una nave, progettare un edificio, scrivere un sonetto, tenere la contabilitÓ, costruire un muro, aggiustare un osso rotto, confortare i moribondi, prendere ordini, dare ordini, collaborare, agire da solo, risolvere equazioni, analizzare un problema nuovo, raccogliere il letame, programmare un computer, cucinare un pasto saporito, battersi con efficienza, morire valorosamente.
La specializzazione va bene per gli insetti.

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Questa Ŕ la incolmabile differenza abissale che c'Ŕ tra un essere umano e una intelligenza artificiale e, anzi, trasponendo quanto dice degli essere umani agli altri animali e alle loro enormi capacitÓ e necessitÓ da superare, tra ogni forma di vita e le intelligenze articiale che, qualcuno, oggi pretende siano ormai coscienti solo perchÚ da vari dati ne estrapolano dei dati semplicemente pi¨ piccoli. Persino un virus riesce a fare di pi¨.
Heinlein era incredibilmente convinto che la specie umana fosse unica: non c'Ŕ dubbio, del resto non ci sono altre specie umane con cui confrontarsi, e nessun altro essere vivente Ŕ capace di fare tutte le cose che facciamo noi. Ma ci˛ non Ŕ un giudizio etico, o qualitativo, Ŕ quantitativo e nulla toglie al resto del mondo animale.

Citazione inserita il 13/02/2023
Categoria: NARRATIVA




© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi Ŕ proprietÓ intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO
CONTATTI: info[at]bostro.net

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima