Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: A.B. Guthrie

TRATTO DA: Il Grande Cielo

Un bellissimo fiume. Una bella terra. E il mondo deserto che sembrava sul punto di morire. E forse era così che sarebbe andata; i bianchi e gli indiani sarebbero morti e quella terra sarebbe tornata a essere ciò che era prima, con tutte quelle bestie stupide che brucavano e gli uccelli che volavano sotto la volta del cielo. Il sole fluttuò dietro il bordo frastagliato delle montagne e calò il silenzio. Se qualcuno avesse parlato, gli sarebbe parso che la sua voce non appartenesse a quel posto. Si sarebbe fatta strada in quella quiete come un suono rauco e strano, incrinandone la tranquillità, come ghiaccio che si crepa quando viene calpestato.

Categoria: NARRATIVA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:



SCOPRI TUTTE le citazioni di A.B. Guthrie presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di A.B. Guthrie



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima