Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Yuval Noah Harari

TRATTO DA: Sapiens. Da animali a dči. Breve storia dell'umanitą


La psicologia evoluzionistica, che č un ambito in piena espansione, sostiene che molte caratteristiche sociali e psicologiche del nostro tempo si siano modellate nel corso di questa lunga era preagricola. Ad esempio, come mai ci si ingozza di cibo ipercalorico, che non giova certo ai nostri corpi? Nelle moderne societą opulente l'obesitą č ormai un flagello. E' difficile capire perché ci abbuffiamo dei cibi pił dolci e pił grassi che possiamo trovare, a meno che non prendiamo in considerazione la abitudini alimentari dei nostri antenati cacciatori e raccoglitori. Nelle foreste e nelle savane in cui abitavano, le prelibatezze ipercaloriche erano tanto estremamente rare e di cibo in generale ce n'era poco.Se una donna dell'Etą della Pietra s'imbatteva in un albero carico di fichi, la cosa per lei pił ragionevole da farsi era mangiarne quanti pił poteva, lģ sul posto, prima che un branco di babbuini spogliasse l'albero di tutti i suoi frutti. L'istinto di ingozzarsi di cibo ipercalorico si č cosģ radicato nei nostri geni. Oggi possiamo anche vivere nell'appartamento di un grattacielo e avere il frigorifero stracolmo, ma il nostro DNA pensa ancora che siamo nella savana.
Categoria: SCIENZE

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Un'interpretazione potrebbe essere che la gola che abbiamo per i cibi iper-calorici sia un meccanismo volto a impedire che la sazietą impedisca di mangiare.

Cerchi altro? Torna a tutte le citazioni di Yuval Noah Harari presenti tra le mie citazioni

Commenta con Disqus!



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti č distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi č proprietą intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima