Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Yuval Noah Harari

TRATTO DA: Sapiens. Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità


Solo Homo Sapiens può parlare di cose che non esistono veramente e mettersi in testa storie impossibili appena sveglio. Non riuscirete mai a convincere una scimmietta a darvi una banana promettendole che nel paradiso delle scimmiette, dopo morta, avrà tutte le banane che vorrà. Ma come mai [questa finzione] è così importante?
Il punto è che la finzione ci ha consentito non solo di immaginare le cose, ma di farlo collettivamente. Possiamo intessere miti condivisi come quelli della storia biblica... questi miti conferiscono ai Sapiens la capacità senza precedenti di cooperare in maniera flessibile e in comunità formate da moltissimi individui.
Categoria: SCIENZE

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Per Harari questo è il succo di ciò che chiama la Rivoluzione Cognitiva che in sostanza è il poter pensare il non essere, dargli forma o perlomeno immaginazione, immaginarne causalità. Ecco però uno dei punti critici di questo libro: nell'esempio si immagina l'applicare un mito umano a una scimmia: ma siamo veramente sicuri che la scimmia non abbia questa capacità, nei limiti delle sue attuali possibilità, ovvero nel suo linguaggio?
Torna a tutte le citazioni di Yuval Noah Harari presenti tra le mie citazioni

Tutti i libri di Yuval Noah Harari

  • Sapiens. Da animali a dèi. Breve storia dell'umanità (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Yuval Noah Harari

  • Commenta con Disqus!



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima