AUTORE: Helmuth Weidling

TRATTO DA: N.D.


Berlino, 2 maggio 1945. Il giorno 30 aprile il Führer si è suicidato, abbandonando in tal modo tutti coloro che gli avevano prestato giuramento di fedeltà. Ligi agli ordini del Führer, voi soldati tedeschi eravate pronti a continuare a combattere per Berlino benché le vostre munizioni stessero per finire e la situazione complessiva rendesse insensata un'ulteriore resistenza. Dispongo ora la cessazione di ogni forma di attività bellica. Ogni ora che voi doveste continuare a combattere non farebbe che protrarre le terribili sofferenze della popolazione civile e dei nostri feriti. D'accordo con il comando supremo delle truppe sovietiche, vi chiedo di deporre immediatamente le armi. Weidling, ex comandante della difesa della piazza di Berlino
Categoria: FILOSOFIA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Questo è il comunicato col quale Weidling, comandante delle forze di difesa di Berlino, l'uomo il cui ordine era stato di perentoriamente difendere berlino fino all'ultimo uomo, comunicò ufficialmente la fine della battaglia e sostanzialmente della guerra. Fu poi imprigionato dai russi, cui si era consegnato, portato in Russia, condannato a 25 anni di prigione, ma in Germania non tornò mai poiché morì pochi anni dopo in prigione.
Torna a tutte le citazioni di Helmuth Weidling presenti tra le mie citazioni

Tutti i libri di Helmuth Weidling

  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Helmuth Weidling



  • © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy