AUTORE: Giulio Cesare Vanini

TRATTO DA: Amphitheatrum aeternae Providentiae


Se Dio non volesse che nel mondo avessero luogo le peggiori e le più indegne azioni, senza alcun dubbio egli, con un solo cenno, caccerebbe e bandirebbe dai confini del mondo tutte le azioni ignominiose: chi di noi può opporre resistenza alla volontà divina? Come si può pensare che i delitti vengano commessi contro la volontà di Dio, se egli dà agli scellerati, nel momento di commettere un delitto, la forza a ciò necessaria? Ma se l'uomo si perde contro la volontà di Dio, allora Dio è più debole dell'uomo, il quale gli si oppone e ne ha la forza. Se ne deduce che Dio vuole il mondo qual è: se ne volesse uno migliore, lo potrebbe avere.
Categoria: FILOSOFIA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Vanini fu condannato per bestemmia, blasfemia e ateismo. La sua condanna, a Tolosa, e la pena furono appoggiate dal Vaticano con specifiche comunicazioni. Gli fu mozzata la lingua, fu strangolato, infine fu bruciato. Ciò avvenne il 9 febbraio 1619.
Arthur Schopenauer in merito disse: Prima di bruciare vivo Vanini, un pensatore acuto e profondo, gli strapparono la lingua, con la quale, dicevano, aveva bestemmiato Dio. Confesso che, quando leggo cose del genere, mi vien voglia di bestemmiare quel dio. Si badi che Schopenauer non è che credesse in Dio, e per quello non bestemmiasse, bensì in Dio non credeva ma non bestemmiava per educazione.
La Chiesa di oggi non manda più (si potrebbe dire direttamente) a morte qualcuno; ma i principi che difende sono gli stessi. Sono principi di oppressione. Si fonda, come ogni altra religione, sul NON: non fare/dire/pensare questo o quello.
Torna a tutte le citazioni di Giulio Cesare Vanini presenti tra le mie citazioni

Tutti i libri di Giulio Cesare Vanini

  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Giulio Cesare Vanini



  • © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy