Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Ludwig Wittgenstein

TRATTO DA: Pensieri diversi

Si sente di continuo ripetere l’osservazione che la filosofia non fa mai un vero progresso, che ancora ci occupiamo degli stessi problemi filosofici di cui già si occupavano i greci. Chi dice questo non capisce però la ragione per cui così deve essere. la ragione è che il nostro linguaggio è rimasto lo stesso e ci seduce di continuo verso gli stessi interrogativi. Finché vi sarà un verbo “essere” che sembra funzionare come “mangiare” e “bere”, finché vi saranno aggettivi come “identico”, “vero”, “falso”, “possibile”, finché si continuerà a parlare di uno scorrere del tempo e di un estendersi dello spazio eccetera, eccetera, finché ci sarà tutto questo gli uomini seguiteranno a imbattersi nelle stesse enigmatiche difficoltà e continueranno a guardare fisso qualcosa che nessuna spiegazione sembra poter eliminare.

Categoria: FILOSOFIA

COMMENTO ALLA CITAZIONE:

Questo è anche il problema principale da affrontare nei confronti della religione, perché la religione nasce appunto come tentativo di rispondere a queste domande enigmatiche, tentativo peraltro tra i più infantili e beffardi. Nel complesso, meglio la più stupida delle indagini filosofiche che la più apparentemente pacifica delle religioni.
Si badi che tutto il discorso è in piena armonia con la filosofia di Severino: quest'ultimo si incentra più sul tempo, Wittgenstein sul linguaggio ma analizzate bene cosa dice sul tempo Wittgenstein qui ed è proprio ciò che dice Severino. La contraddizione è nel linguaggio. Si vedano anche da Le Ricerche Filosofiche: Lo stato civile della contraddizione, o il suo stato nel mondo civile: questo è il problema filosofico.

SCOPRI TUTTE le citazioni di Ludwig Wittgenstein presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di Ludwig Wittgenstein



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima