Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Cheryl Strayed

TRATTO DA: Wild. Una storia selvaggia di avventura e rinascita

Il fatto che se ne andassero mi fece sentire malinconica, anche se quando scomparvero tra gli alberi provai qualcosa di simile al sollievo. Non dovevo tirar fuori niente dallo zaino, era una scusa; volevo solo stare da sola. La solitudine era sempre stata un luogo reale per me, come se fosse una stanza dove potevo rifugiarmi per essere davvero me stessa. La solutidine radicale del PCT aveva modificato quella mia percezione. La solitudine non era più una stanza, ma il mondo intero e adesso ero sola in quel mondo, e lo abitavo in un modo del tutto nuovo per me. Vivendo così, senza nemmeno un tetto sopra la testa, avevo l'impressione che il mondo fosse più grande e al tempo stesso più piccolo. Fino a quel momento non avevo compreso davvero la vastità. non avevo capito nemmeno quanto fosse lungo un chilometro, finché non avevo saggiato ogni chilometro percorrendolo a piedi.

Categoria: NARRATIVA
SCOPRI TUTTE le citazioni di Cheryl Strayed presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di Cheryl Strayed



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima