AUTORE: Arthur Schopenhauer

LIBRO: Il mondo come volontà e rappresentazione

Categoria: FILOSOFIA
L'uomo, come la più compiuta oggettivazione [... della ...] volontà, è per conseguenza anche il più bisognoso di tutti gli esseri: è in tutto e per tutto un volere, un abbisognare reso concreto, è il concremento di mille bisogni. Con questi egli sta sulla terra, abbandonato a se stesso, incerto di tutto fuor che della propria penuria e delle proprie necessità: l'ansia per la conservazione di quell'esistenza, fra tante sì gravi e ogni giorno rinnovantisi esigenze, riempe di regola l'intera vita umana. Vi si collega immediatamente la seconda imperiosa brama, quella di continuare la specie. In pari tempo minacciano l'uomo da ogni parte i più svariati pericoli, per isfuggire ai quali occorre permanente vigilanza. Con cauto passo, e ansiosamente spiando intorno, va egli per la sua via, perché mille accidenti e mille nemici lo insidiano.
COMMENTO ALLA CITAZIONE:
Il grassetto è mio.
Torna a tutte le citazioni di Arthur Schopenhauer presenti tra le mie citazioni

Tutti i libri di Arthur Schopenhauer

  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Arthur Schopenhauer
  • Il Bostro-X
    © Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy


    Licenza Creative Commons
    www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
    Web Bostro.Net