Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: John Steinbeck

TRATTO DA: Viaggio con Charley

[...] quello che fa un mucchio delle proprie frustrazioni e le fa portare in giro dal suo cane. Un simile amatore di cani parla un gergo infantile con bestie adulte e assennate, attribuisce loro le proprie balordaggini fino a che il cane diventa un alter ego. Gente simile, sembra a me, in quel che immagina essere bontà, è capace di infliggere torture lunghe e durevoli a un animale, negandogli tutti i suoi desideri naturali fino a che un cane di carattere debole ha il crollo e diventa un fagotto di nevrosi grasso, asmatico, peloso.
[...]
Se un estraneo parla a Charley con il gergo infantile, Charley lo evita. Infatti Charley non è un uomo; è un cane, e gli va bene così. Ritiene di essere un cane di prima categoria e non vuol essere un uomo di seconda categoria.

Categoria: NARRATIVA
SCOPRI TUTTE le citazioni di John Steinbeck presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di John Steinbeck



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima